Vitamine: Cosa Sono, Funzioni e Classificazione

Vitamine: Cosa Sono, Funzioni e Classificazione
Ultima modifica 10.09.2020
INDICE
  1. Introduzione
  2. Tipi e Classificazione
  3. Funzioni
  4. Fabbisogno, Carenza ed Eccesso

Introduzione

"Vitamina = ammina della vita": con questo nome lo scienziato polacco Casimir Funk identificò, nel 1912, un nuovo composto organico essenziale alla vita dell'uomo. Di lì a poco furono identificate nuove vitamine, fino ad arrivare alle 13 tuttora conosciute. 

A partire dagli anni '30, l'uomo iniziò a riprodurre in laboratorio vitamine di origine sintetica, del tutto simili a quelle presenti in natura (a questo proposito, leggi anche: Vitamine fra Passato e Presente).

Questa classe di sostanze, indispensabili alla vita, rientra nella categoria dei micronutrienti. Sono infatti necessarie piccolissime quantità di vitamine (nell'ordine dei milligrammi o addirittura dei microgrammi) per soddisfare le richieste biologiche dell'organismo. Tuttavia, sebbene alcune di esse siano prodotte autonomamente dal nostro corpo, la maggior parte delle vitamine dev'essere necessariamente introdotta attraverso l'alimentazione. Le quantità prodotte sono infatti irrisorie e generalmente insufficienti per coprire i reali fabbisogni dell'organismo; le piante, invece, riescono a produrle autonomamente ed è per questo motivo che gli alimenti di origine vegetale rappresentano la risorsa vitaminica più importante per l'uomo.

Curiosità

Lo sapevi che non tutte le vitamine sono indispensabili per la vita degli animali, poiché alcuni di essi sono in grado di produrle autonomamente? Questo è il caso, ad esempio, della vitamina C che non è essenziale per le mucche.

Riordiamo, inoltre, che alcune vitamine - come la vitamina A, la vitamina D, la vitamina PP o niacina e la vitamina B9 o acido folico - derivano da altre sostanze chiamate provitamine. Queste vengono trasformate nella loro forma attiva dall'organismo stesso in seguito alla loro ingestione.

Per approfondire: Provitamine: cosa e quali sono

Tipi e Classificazione

Quali sono le Vitamine attualmente conosciute e come vengono Classificate?

Come accennato, le vitamine attualmente conosciute sono 13.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/09/07/le-vitamine-orig.jpeg Shutterstock

Si differenziano fra loro per struttura chimica, funzioni svolte e proprietà, ma di certo rivestono tutti ruoli fondamentali all'interno dell'organismo.

Vista l'eterogeneità di struttura e funzioni, le vitamine vengono classificate in due macrogruppi: quello delle vitamine idrosolubili e quello delle vitamine liposolubili. Natursalmente, una simile suddivisione deriva dal loro diverso grado di solubilità nei grassi (vitamine liposolubili) e nell'acqua (vitamine idrosolubili).

Vitamine Liposolubili

Appartengono a questo gruppo:

Vitamine Idrosolubili

Appartengono, invece, a questo gruppo:

Per approfondire: Vitamine Liposolubili Vitamine Idrosolubili

Funzioni

Quali sono le Funzioni delle Vitamine?

Le vitamine rivestono un'ampia gamma di funzioni all'interno dell'organismo, tutte indispensabili per il suo corretto funzionamento. Esse, infatti, sono coinvolte in numerosissime reazioni e processi metabolici e possono contribuire allo sviluppo e al corretto funzionamento di tessuti ed organi. Alcune di esse, inoltre, possiedono importanti proprietà antiossidanti, molto importanti per contrastare l'azione dei radicali liberi (per approfondire, leggi l'articolo Vitamine Antiossidanti).

Le vitamine non hanno un potere calorico e non hanno un ruolo prettamente energetico; tuttavia sono fondamentali per regolare buona parte delle reazioni chimiche che avvengono nell'organismo, incluse quelle energetiche. Questo è il caso, ad esempio, delle vitamine del gruppo B, implicate nella glicolisi e nel ciclo di Krebs, due delle vie più importanti per la produzione di energia.

Le vitamine agiscono come dei veri e propri catalizzatori organici con funzioni bio-regolatrici. Agiscono quindi da coenzimi, cioè in appoggio all'azione degli enzimi per catalizzare le reazioni chimiche necessarie alla vita.

e Altre tipologie di vitamine, invece, intervengono nella regolazione ormonale, nella crescita di ossa, denti capelli (leggi l'articolo dedicato Vitamine e Capelli); mentre altre sono essenziali per il corretto funzionamento del sistema nervoso e degli occhi (leggi anche l'articolo Vitamine e Salute degli Occhi).

Per approfondire, leggi anche: Funzioni delle Vitamine, Vitamina per Vitamina

Fabbisogno, Carenza ed Eccesso

Quante Vitamine servono all'Organismo?

Vista l'enorme importanza rivestita dalle vitamine, appare quanto meno chiaro quanto sia importante possederne le quantità necessarie per far fronte alle esigenze dell'organismo.

Come precedentemente accennato, benché il nostro corpo sia in grado di sintetizzare una parte di alcuni tipi di vitamine, questi micronutrienti devono essere necessariamente introdotti con l'alimentazione.

Il fabbisogno di una data vitamina può essere espresso utilizzando indici differenti e può variare in funzione del sesso, dell'età e della condizione in cui si trova una determinata persona. Per consocere il fabbisogno di ciascuna vitamina, consulta i capitoli dedicati:

Carenza

La carenza di vitamine può portare a conseguenze più o meno gravi, in funzione dell'entità della carenza, fino ad arrivare all'insorgenza di vere e proprie malattie. Sono esempi di malattie causate da carenza di vitamina lo scorbuto (carenza di vitamina C), il Beri Beri (carenza di vitamina B1), la pellagra (carenza di vitamina B3 o PP) e l'enemia perniciosa (carenza di vitamina B12).

Le carenze vitaminiche sono definite come stati di malnutrizione in cui non vi è un sufficiente apporto di questi micronutrienti. La carenza può riguardare un solo tipo di vitamina o molteplici: in questi casi, si parla, rispettivamente, di carenza monovitaminica o carenza multivitaminica.

Per approfondire: Carenza di Vitamine

Benché in molti casi la causa di carenze vitaminiche sia individuabile in una dieta squilibrata e povera di alimenti ricchi di questi nutrienti, è opportuno precisare che, talvolta, una simile condizione può essere causata anche da alcune patologie o dall'assunzione di alcuni tipi di farmaci.

Per maggiori informazioni: Farmaci che Causano Carenze di Vitamine e Minerali

Integrazione

Quando l'apporto di vitamine non è sufficiente per soddisfare le esigenze dell'organismo, potrebbe rivelarsi utile ricorrere all'integrazione con specifici integratori alimentari, monovitaminici o multivitaminici, a seconda dei casi. Va precisato, tuttavia, che benché prodotti di questo tipo possano essere liberamente acquistati pressoché ovunque, essi dovrebbero essere utilizzati solo se effettivamente necessari. Inoltre, sarebbe opportuno chiedere comunque il consiglio preventivo del proprio medico, a maggior ragione se si soffre di particolari disturbi o malattie, se si stanno assumendo farmaci o altri prodotti di qualsiasi tipo e/o se ci si trova in condizioni "particolari" (ad esempio, gravidanza, allattamento al seno, ecc.). In simili situazioni, infatti, l'uso degli integratori di vitamine potrebbe risultare controindicato o potrebbe necessitare di particolare cautela.

Per approfondire: Integratori di Vitamine Multivitaminici

Eccesso

Se da un lato la carenza di vitamine può avere gravi conseguenze sulla salute, dall'altro lato è anche vero che le conseguenze possono essere serie e pericolose anche in caso di eccesso di questi nutrienti. L'ipervitaminosi, infatti, può portare a veri e propri fenomeni di tossicità.

Per approfondire: Vitamine: Carenza ed Iperdosaggio