Lo Sviluppo dell'Embrione-Feto

Lo Sviluppo dell'Embrione-Feto
Ultima modifica 02.10.2019
INDICE
  1. Introduzione
  2. Secondo Trimestre
  3. Terzo Trimestre

Introduzione

Lo sviluppo del feto umano è un processo lungo circa 9 mesi (o 3 trimestri), durante il quale il futuro nascituro sviluppa gli organi necessari alla vita extra-uterina.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/09/29/sviluppo-dell-embrione-feto-2-orig.jpeg Shutterstock

Prima di analizzare come procede lo sviluppo fetale durante le settimane del secondo e nel terzo trimestre di gravidanza, è bene rivedere cos'è capitato nei tre mesi:

  • Si sono formati il sacco amniotico e la placenta;
  • Ha avuto inizio l'organogenesi, ossia il processo di generazione degli organi (cuore, stomaco, organi del sistema nervoso, pancreas, vasi sanguigni, nervi ecc.);
  • Sono comparsi gli arti e hanno cominciato ad allungarsi.
  • Il feto è passato dall'essere una cellula-uovo fecondata di piccolissime dimensioni all'essere un organismo che misura 6,5 centimetri e pesa 73 grammi, e in cui è riconoscibile una testa, gli abbozzi degli occhi ecc.
Per ripassare: Sviluppo del Feto nel Primo Trimestre di Gravidanza

Secondo Trimestre

Il secondo trimestre dello sviluppo fetale (e della gravidanza) decorre dalla 14a settimana alla 27a settimana compresa.
Durante il secondo trimestre, esattamente nella finestra temporale compresa la 20 e la 22 settimana, è prevista un'ecografia prenatale particolare, detta ecografia morfologica (o ecografia del secondo trimestre), che serve a verificare le dimensioni del feto e la sua normale anatomia.

Nel corso del secondo trimestre di gravidanza, lo sviluppo del feto si caratterizza per:

  • La definizione del sesso, anche alle immagini ecografiche;
  • Il proseguimento dell'organogenesi;
  • L'entrata in funzione del sistema nervoso;
  • Il rinforzo e il perfezionamento dei muscoli, il che è motivo di movimento da parte del bambino;
  • La crescita dei capelli e, su alcune zone del corpo (es: spalle), di una peluria particolare chiamata lanugine;
  • Lo sviluppo della capacità uditiva

Nell'arco dei secondi tre mesi, il futuro nascituro passa da una lunghezza di 7,9 centimetri e un peso di 93 grammi circa, al quarto mese, a una lunghezza di 36,5 centimetri e un peso di poco superiore ai 1.000 grammi, alla conclusione del sesto mese.

Ecco, però, cosa capita più nei dettagli mese per mese e settimana per settimana, durante il secondo trimestre.

4° MESE

Il 4° mese dello sviluppo fetale e della gravidanza va dalla 14a settimana a metà della 18a.

Tra la 14a e la 15a settimana, si assiste a un'ulteriore definizione del collo e degli arti inferiori; la milza diviene un organo funzionale, che produce globuli rossi; si sviluppano ulteriormente gli organi sessuali; le ossa continuano a irrobustirsi.
A fine 15a settimana, in media, il feto misura 16,4 centimetri e pesa 117 grammi.

Alla 16a settimana, la testa diviene eretta; gli occhi cominciano a compiere lenti movimenti, tuttavia sono ancora chiusi in quanto le palpebre non si sono ancora separate; l'orecchio sta raggiungendo la sua posizione definitiva; i muscoli si stanno definendo e rinforzando.
Sempre alla 16° settimana, grazie al potenziamento della sua muscolatura, il feto comincia a compiere i suoi primi movimenti; quest'ultimi, tuttavia, sono ancora troppo lenti e poco vigorosi perché la madre li avverta (sono osservabili tramite un'ecografia).
A fine 16a settimana, il feto misura poco più di 18 centimetri e pesa 145-150 grammi.

Tra la 17a e la 18a settimana, compaiono le unghie dei piedi; il cuore si sta ingrandendo; si forma l'apparato uditivo, il che vuol dire che il feto comincia a sentire; le orecchie sono ormai ben definite e gli occhi stanno assumendo la loro posizione definitiva; il sistema digerente è sviluppato e funzionante; il vermis cerebellare (un elemento anatomico particolare del cervelletto) diviene visibile all'esame ecografico.
Sempre in queste settimane, il futuro nascituro diviene ancora più attivo e propenso al movimento.

Al termine del 4° mese, il feto misura 22 centimetri e pesa attorno ai 220 grammi.

5° MESE

Il 5° mese dello sviluppo fetale e della gravidanza va da metà 18a settimana alla 22a settimana quasi completa.

Alla 19a settimana, grazie all'attività di alcune ghiandole specifiche, il feto si ricopre di una sostanza oleosa, chiamata vernice caseosa, che serve a proteggerne la pelle dal liquido amniotico.
Sempre in questa settimana, naso, labbra e orecchie sono ormai ben definite; negli individui di sesso femminile, comincia la formazione di utero e canale vaginale.

Alla 20a settimana, il feto diviene ancora più attivo e la madre, finalmente, comincia a percepirne i movimenti.
È da segnalare che, da questa settimana, complice lo sviluppo definitivo delle orecchie, il futuro nascituro inizia a essere sensibile ai rumori.
Alla 20a settimana, il feto misura 25,5 centimetri e pesa 330 grammi circa.

Alla 21a settimana, compaiono i primi capelli e sul corpo (soprattutto su spalle, schiena e volto) comincia a formarsi una peluria, chiamata lanugine, la quale tende a persistere per qualche tempo anche dopo la nascita; la lanugine serve a trattenere la vernice caseosa sulla pelle.
Sempre alla 21° settimana, il feto inizia a sviluppare il riflesso di suzione, il che lo porta talvolta a succhiarsi il pollice; inoltre, può soffrire di singhiozzo.

A partire dalla 21° settimane, le gestanti potrebbero avvertire le prime contrazione di Braxton-Hicks.

Alla 22a settimana, i capelli crescono ormai in modo omogeneo su tutto il cuoio capelluto; sono comparse le sopracciglia; inizia la produzione del cosiddetto grasso bruno, che ha la funzione di produrre calore; negli individui di sesso maschile, i testicoli cominciano a scendere nello scroto.

Alla conclusione del 5° mese, il feto misura circa 29 centimetri e pesa attorno ai 480 grammi.

6° MESE

Il 6° mese dello sviluppo fetale e della gravidanza va dalla 23a settimana alla 27a settimana compresa.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/09/29/sviluppo-dell-embrione-feto-secondo-trimestre-orig.jpeg Shutterstock

Alla 23a settimana, il feto comincia ad avere rapidi movimenti oculari mentre dorme; inoltre, sulle dita delle sue mani e dei suoi piedi, iniziano a formarsi le impronte digitali.

Il tasso di sopravvivenza fuori dall'utero per un bambino alla 23° settimana di sviluppo fetale è pari al 33%.

Alla 24a settimana, la pelle diviene rugosa e traslucida, e assume una colorazione rosa-rossa, a causa del sangue che scorre nei capillari sottocutanei.
Al termine di questa settimana, il feto misura 32 centimetri circa e pesa 670 grammi.

Il tasso di sopravvivenza fuori dall'utero per un bambino alla 24a settimana di sviluppo fetale è circa del 65%.

Alla 25a settimana, il feto inizia l'ultima fase di formazione dei polmoni; inoltre, diviene capace di riconoscere i suoni familiari, in particolare la voce della madre, ai quali risponde con un movimento.

Il tasso di sopravvivenza fuori dall'utero per un bambino alla 25° settimana di sviluppo fetale è circa dell'81%.

Alla 26a settimana, i polmoni sono ormai in grado di produrre una sostanza fondamentale al loro corretto funzionamento e al loro mantenimento in salute: il surfattante; le palpebre cominciano a diventare delle strutture apribili e richiudibili.
A questa settimana, il feto misura 35 centimetri circa e pesa attorno ai 910 grammi.

Il tasso di sopravvivenza fuori dall'utero per un bambino alla 25° settimana di sviluppo fetale è circa dell'87%.

Alla 27a settimana, il sistema nervoso matura ulteriormente; la pelle comincia ad accumulare adipe, pertanto si addensa e diviene più liscia.

Il tasso di sopravvivenza fuori dall'utero per un bambino alla 25° settimana di sviluppo fetale è circa del 94%.

Alla conclusione del 6° mese, il feto misura 36-37 centimetri e pesa attorno ai 1.050 grammi.

Terzo Trimestre

Il terzo trimestre dello sviluppo fetale (e della gravidanza) decorre dalla 28a settimana alla 40a settimana.
Durante il terzo trimestre, esattamente nella finestra temporale compresa la 30a e la 34a settimana, è prevista la cosiddetta ecografia prenatale del terzo trimestre (o semplicemente ecografia del terzo trimestre), che serve a verificare le dimensioni del feto e la sua normale anatomia.

Nel corso del terzo trimestre di gravidanza, lo sviluppo del feto si caratterizza per:

  • L'ulteriore maturazione del sistema nervoso e degli apparati sensoriali (orecchio e occhio);
  • L'aumento del tessuto adiposo;
  • La sviluppo finale degli organi interni.

Nell'arco degli ultimi tre mesi, il futuro nascituro passa da una lunghezza di quasi 38 centimetri e un peso di oltre 1.100 grammi, a inizio settimo mese, a una lunghezza di 52 centimetri e un peso di 3.500-3.600 grammi, alla conclusione del nono mese.

Ecco, però, cosa capita più nei dettagli mese per mese e settimana per settimana, durante il terzo trimestre.

7° MESE

Il 7° mese dello sviluppo fetale e della gravidanza va dalla 28a settimana alla prima metà della 31a settimana.

Alla 28a settimana, compaiono le ciglia sulle palpebre, le quali sono sempre più funzionali; il sistema nervoso raggiunge una maturazione tale da essere in grado di regolare la respirazione e la temperatura corporea.
A fine di questa settimana, il feto misura quasi 38 centimetri e pesa attorno ai 1.100-1.200 grammi.

Alla 29a settimana, i muscoli e le articolazioni hanno raggiunto uno sviluppo tale che il feto, con frequenza sempre maggiore, scalcia, si allunga e muove le dita delle mani come per afferrare qualcosa.

Alla 30° settimana, il feto può ormai spalancare gli occhi, in quanto le palpebre sono ormai ben mature; inoltre, potrebbe presentare un chioma considerevole.
Sempre in questa settimana, il midollo osseo ormai formato comincia a produrre globuli rossi (nei primi mesi dello sviluppo fetale, è il fegato a produrre i globuli rossi).
A fine 30° settimana, il feto misura poco più di 40 centimetri e pesa attorno ai 1.500 grammi.

Dalla 31° settimana, il feto comincia ad aumentare di peso rapidamente, in quanto ormai gli organi interni sono quasi tutti sviluppati e maturi (mancano ancora i polmoni).

Alla conclusione del 7° mese, il feto misura quasi 42 centimetri e pesa attorno ai 1.700 grammi.

8° MESE

L'8° mese dello sviluppo fetale e della gravidanza va dalla seconda metà della 31a settimana iniziata alla 35a settimana compresa.

Alla 32a settimana, comincia a scomparire la lanugine; continua l'accumulo di tessuto adiposo e, indirettamente, l'aumento di peso; il cervello s'ingrandisce ulteriormente e, di conseguenza, anche la testa diventa più grande; a livello renale, inizia a formarsi il nefrone.
A fine 32a settimana, il feto misura poco più di 43 centimetri e pesa oltre i 1.900 grammi.

Tra la 33a e la 34a settimana, le pupille oculari diventano sensibili alla luce, pertanto cambiano dimensione in risposta a uno stimolare luminoso; le ossa si induriscono in maniera considerevole, eccetto quelle del cranio che rimangono più "morbide" e "flessibili" in previsione del parto; le unghie delle mani sono cresciute fino alle punte delle dita.
A fine 34a settimana, il feto misura 45,5 centimetri e pesa poco più di 2.300 grammi.

Alla 35a settimana, la pelle ormai rosa è sempre meno rugosa e sempre più spessa e liscia, grazie all'accumulo di tessuto adiposo (gli arti hanno cominciano ad assumere un aspetto paffuto).

Alla conclusione dell'8° mese, il feto misura 46-47 centimetri e pesa quasi 2.600 grammi.

9° MESE

Il 9° mese dello sviluppo fetale e della gravidanza va dalla 36a settimana iniziata alla 40a settimana.

Alla 36a settimana, il feto comincia ad avere difficoltà a muoversi all'interno dell'utero, in quanto le sue dimensioni sono ormai tali da ostacolarlo nei movimenti.
In questa settimana, inoltre, termina la formazione del nefrone renale.

Alla 37a settimana, il feto comincia a prepararsi alla nascita, rivolgendo la testa verso il collo dell'utero e scendendo verso quest'ultimo.
Se non dovesse rivolgere la testa verso il collo dell'utero, il parto naturale potrebbe risultare problematico, pertanto il ginecologo potrebbe proporre alla madre altre soluzioni (es: taglio cesareo).

Alla 38a settimana, le unghie dei piedi hanno raggiunto la punta delle dita; testa e addome hanno raggiunto ormai la circonferenza che avranno anche alla nascita; la lanugine è ormai scomparsa quasi del tutto; la pelle continua ad addensarsi.
A partire da questa settimana, un eventuale parto è considerato già a termine.
A fine 38a settimana, il feto misura quasi 50 centimetri e pesa intorno ai 3.200 grammi.

Secondo la medicina ostetrica, un eventuale parto prima della 25a settimana è da considerarsi un caso di parto prematuro estremo; un eventuale parto tra la 25a settimana e la 33a settimana è un caso di parto prematuro grave; un eventuale parto tra la 34a settimana e la 37a settimana è un caso di parto prematuro tardivo.

Alla 39a settimana, il torace diviene più prominente; negli individui di sesso maschile, i testicoli continuano a scendere nello scroto; il tessuto adiposo è sempre più in aumento, soprattutto lungo le braccia, le spalle e le gambe.
A fine 39a settimana, il feto misura quasi 51 centimetri e pesa poco più di 3.400 grammi.

Alla 40a settimana, lo sviluppo del feto è ormai concluso e il bambino è pronto per nascere.

Alla fine del 9° mese, il feto misura 52 centimetri e pesa attorno ai 3.600 grammi.