Cistite: Cos'è? Sintomi, Cause e Quando Preoccuparsi

Cistite: Cos'è? Sintomi, Cause e Quando Preoccuparsi
Ultima modifica 29.11.2023
INDICE
  1. Cos'è
  2. Cistite Sintomi
  3. Cause
  4. Cistite - Video
  5. Altri articoli su 'Cistite'

Cos'è

Cos'è la Cistite

La cistite è un'infiammazione della mucosa vescicale, in genere, associata a un'infezione batterica che colpisce le vie urinarie.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/04/15/cistite-orig.jpeg Shutterstock

La cistite colpisce prevalentemente il sesso femminile e, spesso, si accompagna ad un bisogno continuo e doloroso di urinare. Il processo infiammatorio a carico della vescica può essere acuto o cronico: l'infezione, infatti, può risolversi dopo un solo episodio, oppure, specie quando viene trascurata, ripresentarsi e cronicizzare; in questo secondo caso, il processo infettivo può estendersi pericolosamente alle vie genitali o alle alte vie urinarie (vedi pielonefrite).

Se la cistite viene curata tempestivamente e in modo corretto, i sintomi, di solito, si risolvono entro pochi giorni. La terapia di scelta della cistite batterica si basa sull'assunzione di antibiotici di facile eliminazione attraverso le vie urinarie, dove svolgono la loro azione. Più in generale, il trattamento più adatto dipende dalla causa alla base dell'infiammazione. Ad esempio, il medico può prescrivere disinfettanti delle vie urinarie e, per lenire il dolore, antispastici. Talvolta, però non è possibile evidenziare alcuna causa e le recidive sono frequenti. Pertanto, possono essere utili dei piccoli cambiamenti di stile di vita.

Epidemiologia: quanto è comune la Cistite?

Dal punto di vista epidemiologico, la cistite è una patologia che colpisce soprattutto il sesso femminile, per semplici ragioni anatomiche. Rispetto agli uomini, infatti, nelle donne l'uretra è più breve e gli orifizi dell'ano e dell'uretra sono più vicini tra loro. Di conseguenza, gli agenti infettivi possono risalire con più facilità lungo fino alla vescica.

Per difendersi da questa "invasione" l'organismo inizia a reagire contro i patogeni e s'instaura così un'infiammazione, che si manifesta con frequente bisogno di urinare, dolore al basso ventre, bruciore e altri sintomi caratteristici della cistite.

L'incidenza del disturbo aumenta notevolmente con l'avanzare dell'età: si stima infatti che circa il 20-50% delle donne over 60 soffra di tale disturbo. La causa va ricercata in alcuni problemi associati alla menopausa, come la carenza estrogenica e le dislocazioni degli organi pelvici.

Nell'uomo, senza anomalie anatomiche alle vie urinarie, la cistite si associa spesso a prostatite batterica. Anche per il sesso maschile l'incidenza di cistiti, soprattutto quelle dovute a fenomeni ostruttivi, aumenta nell'età avanzata.

Cistite Sintomi

L'infiammazione della vescica associata alla cistite può essere dolorosa e molto fastidiosa. In genere, però, si tratta di una patologia benigna, facilmente curabile e non pericolosa per la salute, a meno che l'infezione non si estenda all'uretere, quindi al rene.

Quali sono i Sintomi della Cistite?

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/09/03/rimedi-per-la-cistite-orig.jpeg Shutterstock

Sul piano clinico la cistite è caratterizzata dai seguenti sintomi irritativi:

  • Pollachiuria: aumento transitorio o permanente del numero di minzioni durante le 24 ore, accompagnato dalla riduzione del volume vuotato per ogni atto minzionale;
  • Disuria: difficoltà nell'urinare saltuaria o continua, la minzione può essere lenta e poco copiosa; tutto ciò richiede uno sforzo eccessivo, i muscoli appaiono contratti ed il getto può risultare modificato nel volume o nella forma (deviato, tortuoso ecc.) o arrestarsi improvvisamente e involontariamente;
  • Bruciore o dolore durante la minzione, talvolta accompagnato da brividi e freddo;
  • Tenesmo vescicale: spasmo doloroso seguito dall'urgente bisogno di urinare;
  • Urine torbide, a volte maleodoranti.

Talvolta, è presente anche ematuria o piuria, termini utilizzati per indicare, rispettivamente, la presenza di sangue e pus nelle urine.

Per approfondire: Cistite Sintomi: quali sono e cosa fare per un sollievo immediato

Cistite acuta: sintomi

La cistite acuta si riconosce dalla comparsa di determinati segnali, che, in genere, esordiscono in modo brusco. In particolare, si manifesta con un senso di pesantezza e di fastidio nella parte bassa della pancia, dolore quando si fa pipì e bruciore specialmente al termine della minzione. Il tutto è peggiorato dal fatto che lo stimolo ad andare in bagno è improvviso e frequente, ma con l'emissione di poche gocce di urina. Quest'ultima può avere un odore intenso e può apparire torbida, in quanto contiene globuli bianchi, segno della reazione dell'organismo nei confronti dell'infezione. L'urina può contenere persino con qualche goccia di sangue (ematuria). A questi sintomi, in alcuni casi, si possono aggiungere mal di schiena e febbre con brividi, segnale di un'infezione che probabilmente si è propagata anche alle alte vie urinarie. In tal caso, è consigliabile rivolgersi subito a un medico.  

Cistite cronica: sintomi

La cistite cronica è spesso determinata dall'evoluzione della forma acuta. La cistite cronica ha la tendenza a ripetersi con gli stessi sintomi della forma acuta, anche se questi sono meno intensi e più prolungati.

Per approfondire: Sintomi Cistite

Cause

Quali sono le cause della Cistite?

Le cause della cistite sono molto varie. Nella maggior parte dei casi, l'insorgenza del disturbo è da ricondurre a un'infezione batterica. In molti casi, il batterio in questione è l'Escherichia coli, spesso proveniente dall'intestino. Gli attacchi possono essere sostenuti anche da Stafilococchi, Proteus e Klebsiella. Meno spesso, la cistite è scatenata da infezioni virali o fungine. Questi microrganismi, per vari motivi, possono raggiungere la vescica dall'esterno attraverso l'uretra, dall'interno attraverso la diffusione da organi vicini o per via ematica.

Esistono, però, anche forme di cistite non associate ad un'infezione. Questo il caso della cistite interstiziale, un'infiammazione cronica della vescica, probabilmente di origine multifattoriale. In altri casi, la cistite può essere associata a trattamenti con radiazioni e con alcuni farmaci immunosoppressori, antitumorali, cortisonici e antibiotici.

Accanto a queste cause principali, ricordiamo che la cistite può essere provocata da altre problematiche delle vie urinarie, che impediscono il normale deflusso di urina e il completo svuotamento vescicale, favorendo così la proliferazione dei microbi nella vescica (ad esempio, presenza di un calcolo, ipertrofia della prostata o tumore del tratto genito-urinario).

Tra i fattori primari che possono favorire l'insorgenza di una cistite ci sono i rapporti sessuali, soprattutto se frequenti e non protetti, che permettono il contagio grazie al passaggio dei batteri dal canale vaginale alla vescica. Nelle donne, si parla spesso di cistite da luna di miele, per indicare gli episodi che seguono i rapporti sessuali.

Negli uomini, invece, la causa più comune di cistite è la prostatite batterica cronica.

 Tra i fattori che possono predisporre al disturbo annoveriamo anche l'uso del catetere, la scarsa igiene intima, le alterazioni della flora vaginale, la stitichezza, l'uso di gel spermicidi o del diaframma come anticoncezionale e l'ipersensibilità ad alcune sostanze irritanti, contenute, ad esempio, in prodotti per l'igiene intima.

La cistite è comune anche nelle persone diabetiche e nelle donne in gravidanza o in menopausa.

Cistite: fattori di rischio

Per approfondire: Rimedi per la Cistite: Cosa Fare e Cosa Evitare

Cistite - Video

Direttamente dagli studi di MypersonaltrainerTv, questo video affronta in maniera esauriente il tema delle cistite infettiva batterica, concentradosi sulle cause, sui fattori di rischio, sui sintomi e sulle regole per una sana prevenzione, anche con l'ausilio dei rimedi naturali.



Cistite - Video: Cause, Sintomi, Trattamento

Problemi con la riproduzione del video? Ricarica il video da youtube.

Domande e risposte
Quali sono le cause della cistite?
Stress, cattiva alimentazione, basse difese immunitarie, scorretta igiene intima, uso del catetere sono fra le cause più comuni della cistite
Come capire se è davvero cistite?
L'esame delle urine è il metodo di diagnosi della cistite. I valori normali sono fino a 10.000 colonie per ml di batteri; una concentrazione superiore è indice di una infezione batterica
Che fare in caso di cistite?
Bere molto, per pulire le vie urinarie, curare l'igiene intima con attenzione. Il medico stabilisce la terapia più adatta; gli antibiotici più comuni sono: Fosfomicina, Ampicillina, Amoxicillina.
Quali cibi evitare in caso di cistite?
Uno degli alimenti consigliati è il succo di mirtillo rosso, anche noto come Cranberry. E' poi importante mangiare frutta, verdura, cereali ed evitare invece zucchero, cibi lavorati, insaccati

Integratori

Altri articoli su 'Cistite'

  1. Cistite: Cure, Diagnosi e Prevenzione
  2. Cistite in Gravidanza
  3. Farmaci per la Cura della Cistite
  4. Dieta e Cistite
  5. Cistite: Rimedi Naturali
  6. Tisana Contro la Cistite
  7. Mannosio e Cistite
  8. Rimedi Cistite
  9. Cistite nei Bambini
  10. Cistite Interstiziale
  11. Farmaci per la Cistite Emorragica
  12. Farmaci per la Cistite in Gravidanza

Contenuto sponsorizzato: My-personaltrainer.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, My-personaltrainer.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici