Nervo Sciatico Infiammato di A.Griguolo

Generalità

Nervo sciatico infiammato è il modo gergale con cui indicare la condizione medica nota come sciatica, sciatalgia o infiammazione del nervo sciatico.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/02/19/nervo-sciatico-infiammato-anatomia-e-sede-del-dolore-orig.jpeg

Il nervo sciatico infiammato riconosce come causa principale la compressione, con effetti irritativi, del nervo sciatico; a causare la suddetta compressione possono essere numerosi fattori, tra cui: un'ernia del disco, una stenosi vertebrale, la sindrome del piriforme, una stenosi foraminale, una discopatia ecc.
Di norma, i medici giungono alla diagnosi di nervo sciatico infiammato attraverso il racconto dei sintomi, effettuato dal paziente, l'esame obiettivo e l'anamnesi; per capire le cause della sofferenza nervosa in questione, però, necessitano di test strumentali.
In un contesto di nervo sciatico infiammato, la terapia varia in relazione alla gravità della sintomatologia e alla severità del fattore causale.

Breve richiamo anatomico del nervo sciatico

Elemento anatomico pari, il nervo sciatico (o nervo ischiatico) è il più grande e il più lungo nervo del corpo umano; esso, infatti, ha inizio nella parte bassa della schiena (all'altezza dei muscoli piriforme e glutei) e percorre tutto arto inferiore (passa dietro la coscia e il ginocchio, e si distribuisce  davanti e dietro la gamba), fino ad arrivare al piede (dove si ripartisce tra dorso e pianta).
Derivazione degli ultimi due nervi spinali lombari (L4 ed L5) e dei primi tre nervi spinali sacrali (S1, S2 ed S3), il nervo sciatico è una struttura nervosa molto importante per la sensibilità e la motilità dell'arto inferiore, gamba in particolare.

Cos'è il Nervo Sciatico Infiammato?

Nervo sciatico infiammato è l'espressione di uso gergale indicante l'infiammazione del nervo sciatico o, come dicono gli esperti del settore, la sciatalgia o sciatica.

Epidemiologia

Il nervo sciatico infiammato è un problema che interessa soprattutto le persone di età superiore ai 40-50 anni (quindi individui di mezza età e anziani).
Secondo le stime più accreditate, a soffrire maggiormente per la presenza del nervo sciatico infiammato sono i soggetti di sesso maschile.

Cause

Nella maggior parte dei casi, la condizione nota come nervo sciatico infiammato è frutto della compressione, con effetti irritativi, dello stesso nervo sciatico o di uno dei nervi spinali che danno origine al nervo sciatico.
La compressione con effetti irritativi del nervo sciatico o di uno dei suoi nervi spinali può dipendere da diverse circostanze, tra cui:

  • Ernia del disco tra il tratto lombare e quello sacrale della colonna vertebrale (tratto lombo-sacrale). Rappresenta la principale causa di nervo sciatico infiammato; in base alle statistiche, infatti, sarebbe responsabile di almeno il 15% dei casi di infiammazione del nervo sciatico.
https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/02/19/nervo-sciatico-infiammato-ernia-del-disco-orig.jpeg
  • Discopatia degenerativa lombo-sacrale. Le discopatie sono le malattie del disco intervertebrale.
  • Stenosi vertebrale lombo-sacrale. Nota anche come stenosi spinale, la stenosi vertebrale è il restringimento patologico di una porzione del canale vertebrale (o canale spinale), ossia il canale che contiene il midollo spinale.
  • Stenosi foraminale lombo-sacrale. In ambito medico, la stenosi foraminale è il restringimento patologico dei piccoli canali attraverso cui scorrono le radici dei nervi spinali in uscita dal midollo spinale.
  • Spondilolistesi lombo-sacrale. La spondilolistesi è una malattia della colonna vertebrale, caratterizzata dallo scivolamento di una vertebra sull'altra.
  • Sindrome del piriforme. È l'insieme di sintomi che seguono la compressione del nervo sciatico esercitata dal muscolo piriforme.
    Di norma, il muscolo piriforme comprime il nervo sciatico con effetti irritativi e infiammatori, dopo aver subìto un trauma o una contrattura.
  • Tumore spinale lombo-sacrale. Poiché sono masse cellulari di un certo volume e in continua espansione, i tumori spinali – ossia i tumori con sede lungo la colonna vertebrale – possono spingere sul midollo spinale, sui nervi spinali e/o sulle radici dei nervi spinali e causarne la compressione.
  • Stato di gravidanza in fase avanzata. In tale situazione, la compressione responsabile del nervo sciatico infiammato dipende dall'utero molto voluminoso, a causa del feto ormai completamente sviluppato.

Altre cause di nervo sciatico infiammato

La presenza del nervo sciatico infiammato può derivare anche da una lesione traumatica del nervo sciatico.
Tra le più importanti cause di lesione traumatica del nervo sciatico, rientrano: le fratture scomposte delle ossa di coscia o gamba e la recisione del nervo sciatico, eseguita involontariamente dai chirurghi in occasione degli interventi di protesi d'anca.

Chi è più a rischio?

Le persone più a rischio di soffrire per il nervo sciatico infiammato sono:

  • Gli anziani. Con l'avanzare dell'età, la colonna vertebrale sviluppa mutamenti nella forma, che predispongono all'ernia del disco.
  • Gli obesi. A lungo andare, l'obesità può modificare la colonna vertebrale ed esportala allo sviluppo di ernie discali.
https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/02/19/nervo-sciatico-infiammato-e-vecchiaia-orig.jpeg
  • Chi, per abitudine, assume posture errate. Per esempio, sedersi in maniera inappropriata favorisce la comparsa di ernie del disco.
  • Chi, per lavoro, solleva pesi o torce la schiena frequentemente. Sebbene le statistiche evidenzino l'esistenza di una correlazione tra la sciatica e il sollevare pesi o il torcere la schiena, nessun studio scientifico ha finora dimostrato tale associazione.
  • I diabetici. Il diabete può causare il deterioramento dei nervi periferici (neuropatia diabetica), compreso il nervo sciatico.
  • Le persone inclini alla sedentarietà. Il confronto tra soggetti estremamente sedentari e soggetti molto attivi ha mostrato che i primi sono molto più inclini dei secondi a soffrire di sciatica.
  • Chi soffre di artrite della colonna vertebrale. L'infiammazione delle articolazioni della colonna vertebrale altera l'anatomia di quest'ultima, favorendo la compressione di nervi come il nervo sciatico.
  • Chi soffre di una patologia della colonna vertebrale (es: stenosi vertebrale, stenosi foraminale ecc.) lungo il tratto lombo-sacrale.
  • Le vittime di traumi a natiche, cosce o gambe. In occasione di traumi siffatti, è possibile la lesione del nervo sciatico.
  • Chi si sottopone all'intervento di protesi d'anca. La recisione involontaria del nervo sciatico è, fortunatamente, una delle complicanze meno comuni delle operazioni di protesi d'anca.

Sintomi e Complicazioni

Il nervo sciatico infiammato è causa, sempre e fin dagli esordi, di un fastidioso dolore nelle sedi anatomiche dove transita il nervo sciatico; questo dolore presenta caratteristiche differenti a seconda delle cause scatenanti: alcuni fattori causali di nervo sciatico infiammato producono un dolore bruciante, acuto, penetrante e persistente; altri fattori causali di nervo sciatico infiammato, invece, provocano una sensazione dolorosa lieve, ma soggetta, di tanto in tanto, a improvvise acutizzazioni simili a una scossa elettrica.

Avendo una sede specifica e presentando connotati specifici, il dolore associato al nervo sciatico infiammato è nota anche come dolore sciatico.

Quand'è che il dolore peggiora?

La dolorosità  tipica del nervo sciatico infiammato tende ad aumentare temporaneamente dopo sforzi fisici intensi, colpi di tosse o starnuti; tende, inoltre, a farsi più intensa anche dopo momenti di stress, ansia o tensione.

Altri sintomi del nervo sciatico infiammato

Poco dopo gli esordi, nello stesso arto inferiore in cui causa dolore, il nervo sciatico infiammato produce altri sintomi, quali: formicolio, debolezza muscolare, senso di intorpidimento, alterazione della sensibilità cutanea e difficoltà di controllo motorio.
In genere, i suddetti sintomi localizzano raramente nello stesso punto e laddove c'è il dolore; questo vuol dire che la maggior parte dei pazienti avverte la sensazione dolorosa in un'area (es: retro-coscia), il formicolio in un'altra area (es: gluteo), l'intorpidimento in un'altra zona ancora (es: gamba) e così via.

Monolaterale o bilaterale?

Il nervo sciatico infiammato è solitamente una sofferenza monolaterale, anche se può riguardare entrambe le parti del corpo (nervo sciatico infiammato bilaterale).

Complicazioni

Se la salute del nervo sciatico è gravemente compromessa o se le cure sono inappropriate, il nervo sciatico infiammato può sfociare in complicanze, quali:

  • Zoppia;
  • Perdita di controllo dello sfintere anale e dello sfintere viscerale;
  • Totale assenza di sensibilità lungo l'arto inferiore interessato;
  • Forte senso di debolezza muscolare lungo l'arto inferiore coinvolto.

Quando rivolgersi al medico?

Il nervo sciatico infiammato merita una serie di analisi mediche approfondite, quando:

  • Nonostante il riposo, i sintomi peggiorano, anziché migliorare;
  • C'è stato un peggioramento improvviso e senza ragione dei sintomi;
  • I sintomi sono successivi a un violento trauma alla schiena;
  • In aggiunta ai sintomi classici (es: dolore), il paziente lamenta una perdita di controllo dello sfintere anale o delle sfintere viscerale.

Diagnosi

Di norma, per formulare la diagnosi di nervo sciatico infiammato, sono sufficienti le informazioni provenienti da: il racconto dei sintomi, effettuato dal paziente, l'esame obiettivo e l'anamnesi.

Qual è il passo successivo? La ricerca delle cause

Una volta rilevata la presenza di una condizione come il nervo sciatico infiammato, è dovere del medico curante dare avvio alle indagini per la scoperta delle cause scatenanti.
La ricerca dei fattori che provocano la sciatica è fondamentale ai fini della guarigione, in quanto è da tali fattori che dipende l'intero piano terapeutico.
Tra gli esami che servono a individuare le cause del nervo sciatico infiammato, figurano:

  • I raggi X alla colonna vertebrale. Permettono di valutare lo stato di salute della colonna vertebrale e di identificare, se sono particolarmente evidenti, ernie discali, stenosi vertebrali, stenosi foraminali ecc.
  • La risonanza magnetica lombo-sacrale. È un esame radiologico sicuro e del tutto innocuo, che permette di rilevare, anche quando sono poco evidenti, eventuali tumori spinali, ernie discali, stenosi vertebrali, stenosi foraminali ecc.
  • La TAC alla colonna vertebrale. Ha un potere diagnostico pari se non maggiore a quello della risonanza magnetica.
    Purtroppo, però, espone il paziente a una dose non trascurabile di radiazioni ionizzanti.
  • L'elettromiografia. Permette di studiare la conduzione degli impulsi nervosi lungo il nervo sciatico.

Terapia

La cura del nervo sciatico infiammato varia in base a due fattori: la gravità della sintomatologia e la severità della causa scatenante.
In termini pratici, questo significa che:

  • Se il nervo sciatico infiammato è una condizione di lieve entità e riconosce cause clinicamente poco rilevanti, il trattamento previsto si basa sul riposo fino alla completa scomparsa dei sintomi e sulla modifica di alcune abitudini posturali errate;
  • Se invece il nervo sciatico infiammato è una condizione severa (o che non migliora affatto con il riposo) e deriva da cause clinicamente rilevanti, la cura adottata può consistere in: terapia farmacologica, fisioterapia e/o, in casi estremi, terapia chirurgica.

Lo sapevi che…

Una terapia che dipende dal fattore causale è detta anche terapia causale.

Farmaci

L'elenco dei farmaci utili a chi soffre di nervo sciatico infiammato comprende:

Fisioterapia

In un contesto di nervo sciatico infiammato, la fisioterapia prevede un programma riabilitativo di esercizi, finalizzato a: correggere e migliorare la postura, rinforzare la muscolatura della schiena e, infine, aumentare la flessibilità del tronco e della colonna vertebrale.

Intervento chirurgico

I casi di nervo sciatico infiammato candidati al trattamento chirurgico sono quelli in cui:

  • L'infiammazione del nervo sciatico dipende da una malattia della colonna vertebrale (es: ernia del disco lombo-sacrale, stenosi spinale lombo-sacrale, spondilolistesi ecc.), i cui sintomi sono severi e non rispondono ai trattamenti precedenti;
  • L'infiammazione del nervo sciatico è correlata a un tumore spinale lungo il tratto lombo-sacrale della colonna vertebrale.

Considerando le sopraccitate circostanze, quindi, il trattamento chirurgico è un'opzione riservata ai pazienti in cui il nervo sciatico infiammato è frutto di un problema alla colonna vertebrale (e non di condizioni come la sindrome del piriforme).

IN COSA CONSISTE L'INTERVENTO CHIRURGICO?

Gli interventi chirurgici per la cura di quelle malattie o di quei tumori della colonna vertebrale associati al nervo sciatico infiammato sono interventi molto delicati; il chirurgo che li esegue, infatti, deve agire sul segmento di colonna vertebrale interessato, eliminando l'imperfezione o il tumore presente, in modo tale da annullare la compressione nervosa (N.B: in questi frangenti, la compressione riguarda le radici dei nervi spinali costituenti il nervo sciatico).
Ovviamente, la fase post-operatoria prevede un periodo di riposo assoluto e una serie di cure fisioterapiche; per il completo recupero da interventi chirurgici come quelli in questione servono alcuni mesi.

Consigli e rimedi casalinghi

Importanti rimedi casalinghi contro il nervo sciatico infiammato sono:

  • Riposo dalle attività fisiche più pesanti e dalla pratica sportiva. Questo riposo non deve sfociare in una completa inattività fisica, perché altrimenti potrebbe esserci un peggioramento della sintomatologia;
  • Applicazione di impacchi freddi, alternativi a impacchi caldi, a livello della o delle zone dolenti;
https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/02/19/nervo-sciatico-infiammato-rimedi-casalinghi-orig.jpeg
  • Stretching quotidiano dei muscoli della schiena. Un allungamento muscolare della schiena costante può attenuare, in modo notevole, la compressione del nervo sciatico lungo la colonna.

Prognosi

Per chi soffre di nervo sciatico infiammato, la prognosi dipende principalmente dai fattori scatenanti: se la causa è curabile, la risultante sciatica guarisce con ottimi risultati e in tempi ristretti; se invece la causa è difficilmente trattabile o impone un piano terapeutico assai articolato, la conseguente infiammazione del nervo sciatico presenta tempi di guarigione molto lunghi (si parla di mesi).

Prevenzione

Attualmente, prevenire una condizione come il nervo sciatico infiammato è impossibile. Tuttavia, ricorrendo a certe misure precauzionali, è possibile ridurne drasticamente il rischio; ecco come:

  • Utilizzare adeguatamente il proprio corpo, durante il sollevamento di pesi, ed evitare eccessive torsioni della schiena. On-line esistono numerose guide che insegnano come sollevare un peso senza gravare sulla colonna vertebrale.
  • Mantenere una postura corretta, specialmente in posizione seduta, in maniera tale da non alterare la normale anatomia della colonna vertebrale.
  • Fare esercizio fisico regolarmente, perché l'inattività è un importante e accertato fattore predisponente il nervo sciatico infiammato.
Antonio Griguolo

L'autore

Antonio Griguolo

Laureato in Scienze Biomolecolari e Cellulari, ha conseguito un Master specialistico in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza