Dove Si Trova il Cuore - Posizione del Cuore di Antonio Griguolo

Generalità

Dove si trova il cuore è un classico quesito di anatomia, la cui risposta tipica è: al centro della cavità toracica, esattamente tra i due polmoni.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/25/dove-si-trova-il-cuore-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

La posizione del cuore fa sì che quest'ultimo risieda anteriormente ai sopraccitati polmoni e il tratto vertebrale compreso T5-T8, dietro allo sterno (che lo protegge) e alle cartilagine costali del III, IV e V paio di coste, e superiormente al diaframma.
Il cuore si trova in una posizione strategica per poter adempiere al meglio alla sua funzione di pompa del sangue.

Dove Si Trova il Cuore?

Dove si trova il cuore è una classica domanda di anatomia, la cui risposta è:

  • Al centro della cavità toracica, nel mediastino;
  • Tra i due polmoni;
  • Alla stessa altezza del tratto vertebrale compreso tra la vertebra toracica T5 e la vertebra toracica T8;
  • Dietro lo sterno e sopra il sezione centrale del diaframma.

Breve ripasso Anatomico e Funzionale del Cuore

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/25/dove-si-trova-il-cuore-ripasso-anatomia-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

In un articolo dedicato a dove si trova il cuore, è doveroso ripassare a grandi linee sia l'anatomia che la funzione di questo organo fondamentale per l'essere umano.

Situato al centro del torace, il cuore è un organo impari, cavo e di natura prevalentemente muscolare, che, nell'essere umano adulto, pesa 250-350 grammi e misura 12-13 centimetri in lunghezza, 8-9 centimetri in larghezza e circa 6 centimetri di spessore.

Il cuore è divisibile in due sezioni separate da un setto: la sezione destra e la sezione sinistra; ciascuna sezione del cuore comprende due cavità sovrapposte comunicanti tra loro: per la sezione destra, le due cavità sono l'atrio destro e il sottostante ventricolo destro; mentre, per la sezione sinistra, le due cavità sono l'atrio sinistro e il sottostante ventricolo sinistro.

Avvolto in una sacca particolare chiamata pericardio, il cuore è collegato ai principali vasi sanguigni del corpo umano: l'atrio destro si unisce alle vene cave superiore e inferiore; il ventricolo destro è congiunto all'arteria polmonare; l'atrio sinistro è unito alle vene polmonari; infine, il ventricolo sinistro è connesso all'aorta.

A livello delle pareti che ne costituiscono la cavità, il cuore si caratterizza per la presenza di un tessuto muscolare molto particolare, in quanto capace di autocontrarsi, che prende il nome di miocardio.

Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio; grazie alle 4 cavità muscolari di cui è fornito e agli importanti vasi a cui è collegato, infatti, il cuore agisce da pompa che:

  • Immette nei polmoni il sangue povero di ossigeno (di ritorno dagli organi e dai tessuti periferici), affinché questo possa ossigenarsi a livello degli alveoli,

e che

  • Distribuisce il sangue ossigenato (di ritorno dai polmoni) negli organi e nei tessuti periferici, in modo da garantire a questi il nutrimento indispensabile al loro benessere.

Alternando l'immissione di sangue nei polmoni alla distribuzione verso gli organi e i tessuti periferici, il cuore ha un'attività continua, il che è fondamentale per assicurare all'organismo l'ossigeno di cui ha bisogno.

Alcuni numeri sul cuore

  • In un essere umano adulto, il cuore compie in media 75 contrazioni al minuto; ciò si traduce in 108.000 contrazioni al giorno e in 39 milioni di contrazioni all'anno;
  • A ogni contrazione, il cuore di un essere umano adulto espelle 70 millilitri di sangue; questo si traduce in 5,25 litri di sangue espulsi al minuto e in 14.000 litri di sangue espulsi al giorno.

Cuore nel Torace

Dove Si Trova il Cuore nel Torace?

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/25/dove-si-trova-il-cuore-cuore-nel-torace-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Il cuore si trova al centro della cavità toracica, in uno spazio anatomico virtuale chiamato mediastino, il quale racchiude in sé anche l'esofago, la trachea, i nervi frenici e cardiaci, il dotto toracico, il timo e i linfonodi toracici.

Il mediastino è il compartimento virtuale della cavità toracica delimitato da: le pleure parietali che avvolgono i polmoni, lateralmente; lo sterno e le cartilagini costali del III, IV, V e VI paio di coste, anteriormente; il diaframma, inferiormente; la colonna vertebrale toracica, posteriormente; l'estremità terminale del primo paio di coste, superiormente.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/25/dove-si-trova-il-cuore-cuore-nel-torace-2-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

All'interno della cavità toracica, il cuore giace anteriormente ai due polmoni, quasi appoggiandosi a questi.
Il rapporto di vicinanza tra il cuore e i polmoni si riflette nella presenza di una depressione, un incavo, sulla regione mediale della superficie anteriore dei polmoni stessi; tale depressione prende il nome di incavo cardiaco (o impronta cardiaca).

L'impronta cardiaca presente sulla regione mediale della superficie anteriore dei polmoni appare come un zona scavata.

È interessante segnalare che l'incavo cardiaco è più accentuato nel polmone di sinistra; ciò trova spiegazione nel fatto che il cuore tende, da destra a sinistra, a una deviazione antero-posteriore, tale per cui risulta essere più avanzato con la sezione destra (pertanto più distaccato dal polmone destro) e più arretrato con la sezione sinistra (quindi più verso il polmone sinistro).

Al centro del torace, il cuore è disposto leggermente in obliquo, con l'apice superiore che è indirizzato verso destra e l'apice inferiore che è rivolto verso sinistra.

Un mito da sfatare su Dove Si Trova il Cuore nel Torace

È opinione comune che il cuore si trovi sulla porzione centro-sinistra della cavità toracica.
Come riportato nei passi precedenti di questo articolo, questa idea è sbagliata, in quanto, in realtà, il cuore è al centro del torace.

Il mito secondo cui il cuore si troverebbe leggermente a sinistra della cavità toracica trova giustificazione nella disposizione lievemente obliqua dello stesso cuore.

Confini

Per arricchire ulteriormente il quadro delle informazioni relative a dove si trova il cuore, è utile indicare gli organi e i vasi sanguigni confinanti con il cuore e la loro posizione rispetto quest'ultimo.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/26/dove-si-trova-il-cuore-confini-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Più nel dettaglio, gli organi e i vasi sanguigni confinanti con il cuore sono:

  • I polmoni. I polmoni risiedono subito dietro al cuore, accogliendo quest'ultimo nella già citata impronta cardiaca.
    A consolidare il rapporto tra polmoni e cuore è l'arteria polmonare, che a partire dal ventricolo destro del cuore si ramifica per raggiungere i polmoni, al fine trasportarvi il sangue povero di ossigeno.
  • Lo sterno. Osso della gabbia toracica deputato ad accogliere la cartilagine costale delle coste, lo sterno si trova anteriormente al cuore e ha il compito di proteggere quest'ultimo.
  • Il primo tratto dell'aorta discendente. L'aorta discendente è la terza e ultima sezione importante dell'aorta, la grande arteria che nasce dal ventricolo sinistro e che ha il compito di distribuire, tramite le sue innumerevoli ramificazioni, il sangue agli organi e ai tessuti periferici.
    Successivo nell'ordine all'aorta ascendente e all'arco aortico, il primo tratto dell'aorta discendente (o tratto toracico dell'aorta discendente) risiede posteriormente al cuore.
  • Le cartilagini costali appartenenti al III, IV e talvolta V paio di coste. Le cartilagini costali sono le strutture cartilaginee che si trovano alle intersezione delle coste con lo sterno.
    Le cartilagini costali appartenenti al III, IV e talvolta V paio di costole si trovano anteriormente al cuore.
  • Il diaframma. Rispetto al cuore, il diaframma si trova inferiormente.
  • Le vertebre toraciche del tratto T5-T8. Le vertebre toraciche sono posteriori al cuore.

Fisiologia

Il cuore si trova in una posizione strategica per adempiere al meglio alla sua funzione di pompa del sangue.
Infatti:

  • Nella posizione in cui si trova, il cuore riesce a smistare velocemente il sangue ossigenato negli organi che più ne hanno bisogno, come il cervello e gli organi addominali.

Se per esempio il cuore si trovasse nell'addome, ne risentirebbe l'afflusso di sangue al cervello e ciò pregiudicherebbe l'attività di questo organo fondamentale per la vita.

  • Grazie alla sua posizione alquanto centrale all'interno del corpo umano, il cuore riesce a convogliare in maniera estremamente efficace il sangue povero di ossigeno transitato negli organi e tessuti periferici e che necessita di fluire nei polmoni, per ri-ossigenarsi.

Se il cuore si trovasse in una posizione più decentrata, il ritorno del sangue povero di ossigeno dai distretti più distanti sarebbe più complesso.

Varianti

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/26/dove-si-trova-il-cuore-varianti-orig.jpeg
Corpo umano caratterizzato da situs inversus. (fonte: Shutterstock)

In alcuni individui, il cuore si trova, assieme a tutti gli altri organi toracici e addominali, in posizione speculare a quella canonica; tale condizione non molto comune prende il nome di situs inversus totalis o situs viscerum inversus totalis.
Le persone caratterizzate da situs inversus totalis sono in salute e hanno le stesse aspettative di vita di chi ha gli organi interni disposti nella modalità classica.

Nelle persone con situs inversus totalis, il cuore è disposto in obliquo con orientamento destro (anziché sinistro), il colon ascendente occupa il versante sinistro basso dell'addome (invece che a destra), il colon discendente è sul versante destro basso dell'addome (anziché a sinistra), il fegato è sul versante alto sinistro dell'addome (anziché a destra), il pancreas si trova tra epigastrio e ipocondrio destro (anziché tra epigastrio e ipocondrio sinistro), la milza si trova nella regione addominale superiore destra (nell'ipocondrio destro, anziché nell'ipocondrio sinistro) ecc.

Significato Clinico

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/26/dove-si-trova-il-cuore-significato-clinico-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Per i medici, sapere dove si trova il cuore è fondamentale per poter valutare il comportamento delle cavità cardiache e delle valvole cardiache che regolano il passaggio di sangue attraverso tali cavità.
Infatti:

  • Posizionando lo stetoscopio in punti specifici del torace (auscultazione del cuore), ovviamente entro l'area occupata dal cuore, i medici sono in grado di "sentire" il rumore emesso dalle valvole cardiache, nel momento in cui queste si attivano per regolare il flusso di sangue tra atri e ventricoli e tra ventricoli e grandi vasi;
  • Posizionando gli elettrodi per l'elettrocardiogramma esattamente dove si trova il cuore, i cardiologi hanno la possibilità di monitorare l'attività elettrica che regola la contrazione delle cavità cardiache.

Breve approfondimento sulle valvole cardiache e sulla loro auscultazione.

  • Le valvole cardiache sono 4: la valvola tricuspide, situata tra atrio destro e ventricolo destro; la valvola polmonare, con sede tra ventricolo destro e arteria polmonare; la valvola mitrale, situata tra atrio sinistro e ventricolo sinistro; infine, la valvola aortica, posta tra ventricolo sinistro e aorta.
  • L'auscultazione delle valvole cardiache ha luogo su 4 zone del toraciche ben specifiche, denominate: regione aortica, regione polmonare, regione tricuspide e regione mitrale.
  • La regione aortica è la zona di auscultazione della valvola aortica e, anatomicamente, corrisponde alla porzione del bordo sternale destro compresa tra il 2° e il 3° spazio intercostale del bordo sternale destro.
  • La regione polmonare è la zona di auscultazione della valvola polmonare e, dal punto di vista anatomico, corrisponde alla porzione del bordo sternale sinistro compresa tra il 2° e il 3° spazio intercostale del bordo sternale sinistro.
  • La regione tricuspide è la zona di auscultazione della valvola tricuspide e, anatomicamente, corrisponde alla porzione del bordo sternale sinistro compresa tra il 3°e  il 6° spazio intercostale (quindi comprende il 4° e il 5° spazio intercostale). 
  • La regione mitrale è la zona di auscultazione della valvola mitrale e, sotto il profilo anatomico, corrisponde alla porzione, che, lungo la linea emiclaveare, prende posto tra il 5° e il 6° spazio intercostale.

Questo approfondimento sull'auscultazione delle valvole cardiache vuole essere un'ulteriore prova dell'importanza che ha, per un medico, la conoscenza precisa di dove si trova il cuore.

Antonio Griguolo

L'autore

Antonio Griguolo

Laureato in Scienze Biomolecolari e Cellulari, ha conseguito un Master specialistico in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza