Dimensioni del Pene: cosa c'è da sapere?

Ultima modifica 19.03.2019
INDICE
  1. Dimensioni del Pene
  2. Quali sono
  3. Significato Clinico
  4. Miti da Sfatare
  5. Curiosità

Dimensioni del Pene

Importanza delle Dimensioni del Pene 

Le dimensioni del pene sono, da sempre, un tema molto sentito da parte della popolazione maschile.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/03/16/dimensioni-del-pene-orig.jpeg Shutterstock

Nell'immaginario comune, infatti, le dimensioni del pene rappresentano un metro di giudizio di mascolinità e virilità, e un fattore che incide sul successo in ambito sessuale; addirittura, per alcune culture, le dimensioni del pene sono associate a qualità come la fertilità, la forza e il coraggio.

A confermare l'importanza delle misure del pene per la comunità maschile sono numerosi sondaggi, dai quali emerge che moltissimi uomini sono preoccupati dall'idea di avere un pene non sufficiente grande.

Da questi stessi sondaggi, inoltre, risulta che la preoccupazione di cui sopra scaturisce dalla mancata conoscenza delle dimensioni medie di un pene umano.

Questo articolo si propone, prima di tutto, chiarire quali sono le dimensioni medie del pene, sia in fase flaccida che in fase d'erezione; quindi, vuole dedicare uno spazio a quando le dimensioni del pene rientrano nel patologico, alle possibili conseguenze sulla sfera psicologica di una sottovalutazione delle dimensioni del pene, ai miti da sfatare in merito alle dimensioni del pene e ad altre curiosità.

Anatomia e Funzioni del Pene: un breve ripasso

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/01/14/glande-anatomia-del-pene-orig.jpeg Shutterstock
  • Il pene è l'organo dell'apparato genitale maschile preposto, durante l'atto sessuale, alla copulazione e all'emissione dello sperma (eiaculazione).
  • Circondato da pelo, il pene è situato a livello pelvico, nella cosiddetta area pubica; superiormente, confina con l'addome inferiore, mentre, inferiormente, con lo scroto (che è la sacca in cui risiedono i testicoli).
  • Di forma cilindrica e ricoperto di pelle, il pene è composto sostanzialmente da 3 parti: la radice, l'asta (o corpo) e il glande (o testa del pene).
  • La radice è la sede di aggancio del pene all'area pubica;
  • Immediatamente successiva alla radice, l'asta è la porzione centrale e più lunga del pene.
    L'asta del pene comprende gli elementi fondamentali per il fenomeno dell'erezione, ossia: i corpi cavernosi, le arterie cavernose confinate all'interno dei corpi cavernosi appena nominati e il corpo spongioso; inoltre, include buona parte dell'uretra maschile, la quale percorre, internamente, tutto il corpo spongioso;
  • Il glande è la porzione a forma di cupola posta al termine dell'asta e rappresentante la parte finale del pene.
    Coperto dal prepuzio (a cui è collegato tramite il frenulo penieno), il glande è ricco di terminazioni nervose sensitive, che lo rendono particolarmente percettivo alle stimolazioni sessuali finalizzate all'eccitazione e alla riproduzione.
    Il glande, inoltre, accoglie l'ultimo tratto dell'uretra maschile e l'apertura esterna di questa, il cosiddetto meato urinario, da cui fuoriescono urina e sperma durante, rispettivamente, la minzione e l'eiaculazione.

Quali sono

Misure del Pene: Parametri che le definiscono

Le dimensioni del pene si valutano attraverso due parametri: la lunghezza, misurata dalla radice alla punta del glande, e la circonferenza, misurata a metà del corpo.
Sulle dimensioni del pene incidono diversi fattori:

  • Prima di tutto, lo stato di flaccidità o erezione. Com'è noto, le dimensioni del pene aumentano durante l'erezione, per un maggior afflusso di sangue ai particolari tessuti che costituiscono il corpo dell'organo;
  • In secondo luogo, l'età. L'uomo adulto ha un pene più grande dell'uomo appena nato, dell'uomo bambino o dell'uomo adolescente. A tal proposito, è opportuno ricordare ai lettori che il pene aumenta in termini dimensionali fino a circa il 21esimo anno di vita;
  • Infine, fattori ambientali come per esempio il freddo, il caldo o la lunga permanenza in acqua. Il pene (e lo scroto) sono rivestiti di un tessuto muscolare particolare, che, in base a determinate stimoli esterni, riduce o aumenta temporaneamente le dimensioni del pene (es: il freddo tende a ridurre temporaneamente le dimensioni del pene).

Dimensioni del Pene Flaccido nell'Uomo Adulto

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/03/16/dimensioni-del-pene-quali-sono-orig.jpeg Shutterstock

MISURE DI LUNGHEZZA E CIRCONFERENZA

In un uomo adulto, le dimensioni medie del pene allo stato flaccido sono:

  • Lunghezza: 9 centimetri;
  • Circonferenza: 9,5 centimetri.

Occorre segnalare che non esiste alcuna correlazione tra le dimensioni del pene allo stato flaccido e le dimensioni del pene in fase di erezione; a sostegno di quanto appena affermato, diversi studi scientifici hanno dimostrato che peni non particolarmente grandi allo stato flaccido raggiungevano dimensioni inaspettatamente importanti allo stato eretto.
Alla luce di ciò, quindi, gli esperti sono inclini a ritenere le misure di un pene allo stato flaccido inadatte a predire la grandezza dello stesso pene durante l'erezione.  

Lo sapevi che…

Secondo uno studio italiano condotto su 3.300 uomini e pubblicato sulla rivista European Urology, la lunghezza media del pene allo stato flaccido stirato manualmente è pari a 12,5 centimetri.
Le dimensioni del pene allo stato flaccido, quindi, sono soggette a variazioni non indifferenti, se l'organo è sottoposto a stiramento manuale.

Dimensioni del Pene in Erezione nell'Uomo Adulto

MISURE DI LUNGHEZZA E CIRCONFERENZA

Secondo uno studio britannico del 2015 condotto su ben 15.521 uomini, le dimensioni medie del pene in fase di erezione sono:

  • Lunghezza: 13,12 centimetri;
  • Circonferenza: 11,66 centimetri.

Le dimensioni del pene in fase di erezione sono molto importanti, perché rappresentano il riferimento più adeguato a descrivere la grandezza effettiva dell'organo sessuale maschile preposto alla copulazione.

Approfondimento

Oltre a quello appena proposto (che è il più recente e attendibile, visto l'entità del campione) esistono altri studi sulle dimensioni medie del pene in fase di erezione:

  • Una ricerca del 1990, pubblicata sulla rivista Journal of Urology e condotta su 80 uomini, parla di una lunghezza media del pene in fase di erezione pari a 12,9 centimetri;
  • Uno studio del 2000, uscito sull'International Journal of Impotence Research e condotto su 50 ebrei caucasici, testimonia di una lunghezza media del pene in fase di erezione pari a 13,6 centimetri;
  • Uno studio coreano del 1970, condotto su 702 uomini di età compresa tra i 21 e i 31 anni, riporta di una lunghezza media del pene in fase di erezione pari a 12,7 centimetri.

Dimensioni del Pene in Giovane Età

MISURE DI LUNGHEZZA E CIRCONFERENZA

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/03/19/dimensioni-del-pene-nel-giovane-orig.jpeg Shutterstock
  • Alla nascita, nel 90% circa degli uomini, il pene è lungo tra i 2,8 e i 4,2 centimetri da stirato, e presenta una circonferenza variabile tra 0,9 e 1,3 centimetri.
  • Sulla base di quanto riportato da alcuni studi, dalla nascita alla pubertà, le dimensioni del pene cambiano di poco.
  • Al principio della pubertà, la maggior parte degli uomini presenta un pene lungo tra i 6 e i 7 centimetri.
  • Di norma, nei 5 anni che seguono la pubertà, il pene raggiunge le sue dimensioni definitive.

È doveroso precisare che i dati relativi alle misure medie del pene in età giovanile sono scarsi e poco attendibili, in quanto il ritmo di accrescimento del pene varia da individuo a individuo.

Dimensioni del Pene in Età Avanzata

COME INCIDE L'INVECCHIAMENTO SULLE MISURE DEL PENE

Diversi studi scientifici suggeriscono che l'invecchiamento non comporti alcuna modifica alle dimensioni del pene raggiunte con l'età adulta.
In altre parole, le dimensioni del pene acquisite all'età di circa 21 anni rimangono tali anche in età avanzata (quindi per tutta la vita).

Significato Clinico

Micropene

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/03/19/dimensioni-del-pene-significato-clinico-orig.jpeg Shutterstock

Quando le dimensioni del pene non raggiungono determinati parametri di lunghezza, rientrano nel patologico e sussistono le basi per parlare di micropene.
In particolare, i medici parlano di micropene quando:

  • In neonato, il pene stirato manualmente risulta più corto di 1,5 centimetri;
  • In un soggetto adulto, il pene in erezione non supera i 7 centimetri di lunghezza.

La presenza di micropene è associata a diverse problematiche; essa, infatti, può ostacolare la minzione, pregiudicare la fertilità, rendere difficoltosi i rapporti sessuali e indurre uno stato di depressione dovuto a una vita sessuale non appagante.

Nella maggior parte dei casi, il micropene è dovuto a una produzione insufficiente di testosterone, l'ormone sessuale maschile fondamentale per lo sviluppo del pene; più raramente, è il frutto di cause sconosciute (micropene idiopatico) o di un'interferenza ambientale.

Oggi, gli uomini con micropene possono contare su vari trattamenti, sia farmacologici che chirurgici; l'esito di tali terapie, tuttavia, è incerto, in quanto le problematiche correlate al micropene sono difficilmente correggibili.

Per approfondire: Micropene: Cos'è, Cause, Sintomi, Diagnosi e Terapia

Dimensioni del Pene e Sfera Psicologica

L'attenzione particolare per le dimensioni del pene, specialmente quando è supportata dalla convinzione più o meno fondata che tali dimensioni non rientrino nella media, può incidere fortemente sulla sfera psicologica.

Ci sono uomini, infatti, che, insoddisfatti delle dimensioni del proprio pene, sviluppano un forte senso di disagio e ansia, ogniqualvolta si trovano ad affrontare situazioni in cui qualcuno potrebbe accorgersi di ciò che per loro è un punto debole; questi uomini faticano, per esempio, a recarsi negli orinatoi pubblici, a condividere uno spogliatoi, a intraprendere una relazione intima con una donna ecc.
Alla luce di ciò, è facile comprendere come l'insoddisfazione nei confronti delle dimensioni del pene possa pregiudicare la qualità della vita di un individuo, talvolta in modo anche molto profondo.

Miti da Sfatare

Esistono alcuni miti da sfatare sulle dimensioni del pene; tali miti riguardano per lo più correlazioni tra la grandezza del pene e particolari caratteristiche fisiche del corpo umano, la razza umana di appartenenza o il grado di fertilità.

I Mito da Sfatare: Dimensioni del Pene e Dita delle Mani

Uno studio del passato sosteneva che, generalmente, gli uomini con il dito anulare più lungo dell'indice erano dotati di un pene più lungo rispetto alla media.

Studi successivi a questo hanno ampiamente dimostrato che non esiste alcuna correlazione tra le dimensioni del pene e la lunghezza delle dita della mano.

II Mito da Sfatare: Dimensioni del Pene e Razza

La diffusa convinzione che l'appartenenza a una certa razza garantisca un pene di dimensioni superiori alle media non si fonda su adeguate e forti osservazioni scientifici.
Gli studi a riguardo, infatti, sono poco attendibili, in quanto considerano piccoli campioni e/o si basano su dati poco precisi.

Secondo gli esperti, per poter individuare un'eventuale relazione tra le dimensioni del pene e la razza di appartenenza, servono ricerche su campioni più grandi e fondate su un rilevamento preciso dei dati utili.

III Mito da Sfatare: Dimensioni del Pene e Fertilità

Eccezion fatta per quando ricadono nel patologico (si veda sezione dell'articolo dedicata al micropene), le dimensioni del pene non influenzano la fertilità di un uomo; questo vuol dire che, in assenza di particolari condizioni di salute che possono incidere sul grado di fertilità, un uomo con un pene leggermente più corto della media è fertile quanto un uomo con un pene più grande.

Curiosità

  • Secondo uno studio, il 45% degli uomini sarebbe convinto, quasi sempre a torto peraltro, che le dimensioni del proprio pene siano inferiori alla media e, per questo, se ne vergogna.
  • Secondo un sondaggio, l'85% delle donne si direbbe soddisfatta delle dimensioni del pene del proprio partner; a ciò si aggiunga che molte donne affermano che la lunghezza del pene del partner non ha alcun impatto rilevante sul loro piacere sessuale.
  • Durante la pubertà, sono gli ormoni testosterone e GH (od ormone della crescita), e il fattore di crescita IGF-1 a incidere sullo sviluppo dimensionale del pene.
  • Tra gli uomini appartenenti alla tribù brasiliana Topinama era usanza farsi mordere il pene dai serpenti velenosi, per migliorarne le dimensioni.
  • Approfittando della grande attenzione che gli uomini riservano alle misure del pene, molte aziende che si occupano di medicina estetica hanno messo a punto e poi fatto uscire in commercio pillole, estensori e altri prodotti per aumentare le dimensioni del pene.

Autore

Antonio Griguolo
Laureato in Scienze Biomolecolari e Cellulari, ha conseguito un Master specialistico in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza