Aracnoide: Cos'è? Anatomia, Funzione e Patologie di Antonio Griguolo

Generalità

L'aracnoide è la meninge intermedia di encefalo e midollo spinale.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/06/22/aracnoide-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Essa, infatti, è la meninge interposta tra la dura madre, superiormente, e la pia madre, inferiormente.
Sottile e delicata, l'aracnoide dà vita, sul fronte interno (cioè quello che guarda verso la pia madre), a uno spazio, chiamato spazio subaracnoideo, in cui è contenuto il liquor cefalorachidiano.
L'aracnoide è costituita da un tessuto connettivale fibroso ricco in collagene e elastina, e che comprende anche una componente di cellule piatte, fondamentali a rendere la stessa aracnoide una struttura impermeabile al passaggio del liquor cefalorachidiano.
Diversamente dalla dura madre e in modo simile alla pia madre, l'aracnoide è scarsamente vascolarizzata e innervata.
Con il supporto delle altre due meningi, l'aracnoide ha il compito di proteggere l'encefalo e il midollo spinale.
L'aracnoide può essere oggetto di varie condizioni mediche (es: meningite) e procedure diagnostiche/terapeutiche (puntura lombare e anestesia spinale).

Breve ripasso delle Meningi

Le meningi sono i 3 foglietti (o membrane) di tessuto connettivo fibroso, disposti uno sopra l'altro, che tappezzano l'interno di scatola cranica e canale vertebrale (o canale spinale), e che al tempo stesso rivestono con finalità protettive la superficie esterna di encefalo e midollo spinale, ossia i due organi costituenti il cosiddetto sistema nervoso centrale.
Dalla più esterna alla più interna, le 3 meningi sono: dura madre, aracnoide (o madre aracnoide) e pia madre.

Cos'è l'Aracnoide?

L'aracnoide, o madre aracnoide, è la meninge intermedia del sistema nervoso centrale.
L'aracnoide, quindi, è il secondo dei 3 foglietti di tessuto connettivo fibroso che tappezzano l'interno della scatola cranica e del canale vertebrale, e proteggono i sottostanti encefalo e midollo spinale.

La scatola cranica è l'insieme delle ossa del cranio che racchiude l'encefalo; il canale vertebrale (o canale spinale), invece, è il canale risultante dalla sovrapposizione delle vertebre ed entro cui alloggia il midollo spinale.

Anatomia

Struttura dell’Aracnoide

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/09/22/meningi-dura-madre-dell-encefalo-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

In quanto meninge intermedia, l'aracnoide è interposta tra la dura madre, superiormente, e la pia madre, inferiormente.
L'aracnoide è sottile, trasparente e delicata, il che la rende simile alla pia madre, ma molto diversa dalla dura madre, che è invece spessa e resistente.

Se superiormente l'aracnoide è a stretto contatto con la dura madre, inferiormente presenta uno spazio di separazione dalla pia madre, che prende il nome di spazio subaracnoideo (letteralmente è "spazio sotto l'aracnoide").
Lo spazio subaracnoideo è ripieno di liquor cefalorachidiano, un fluido molto particolare che ricopre varie funzioni, compreso proteggere encefalo e midollo spinale; sempre nello spazio subaracnoideo, inoltre, trovano posto dei caratteristici filamenti, chiamati trabecole aracnoidi, le quali, decorrendo dalla superficie inferiore dell'aracnoide alla superficie superiore della pia madre, danno vita a una rete molto simile a una ragnatela.

Lo sapevi che…

L'aracnoide deve il proprio nome alla rete di filamenti che collegano la sua superficie inferiore alla superficie superiore della pia madre. Come affermato poc'anzi, infatti, questa rete di filamenti (le cosiddette trabecole aracnoidi) rassomigliano alle ragnatele tessute dagli aracnidi più comuni: i ragni.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/06/22/aracnoide-anatomia---granulazioni-aracnoidee-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

L'aracnoide è fornita di una serie di perforazioni, attraverso cui transitano i nervi cranici (nell'encefalo), i nervi spinali (nel midollo spinale), e i vasi sanguigni, sia arteriosi che venosi, preposti alla vascolarizzazione del sistema nervoso centrale.

Infine, è importante segnalare due particolarità, una dell'aracnoide dell'encefalo (o aracnoide encefalica) e una dell'aracnoide del midollo spinale (o aracnoide spinale):

  • In direzione della dura madre (la meninge più esterna), l'aracnoide encefalica forma delle piccole protrusioni, chiamate granulazioni aracnoidee, che si collegano ai seni venosi cerebrali (i cosiddette seni durali) e permettono il passaggio nel sangue del liquor cefalorachidiano.
  • A livello della seconda vertebra sacrale, esattamente in corrispondenza di dove termina il complesso delle meningi spinali, l'aracnoide spinale si fonde alla dura madre, formando con quest'ultima un unico foglietto meningeo.

Istologia

Esattamente come le altre meningi e sia nell'encefalo che nel midollo spinale, l'aracnoide è composta da un tessuto connettivale fibroso ricco in collagene ed elastica, e con un'importante componente di cellule piatte.
Questa particolare istologia – in particolare la presenza delle cellule piatte – garantisce all'aracnoide la proprietà di impermeabilità necessaria per adempiere a sua funzione: impedire la fuoriuscita del liquor cefalorachidiano dallo spazio subaracnoideo.

Vascolarizzazione e Innervazione

Diversamente della dura madre e in modo analogo alla pia madre, l'aracnoide è scarsamente vascolarizzata e innervata.

Funzione

Con il supporto delle altre due meningi (dura madre e pia madre), l'aracnoide ha il compito di proteggere il sistema nervoso centrale da insulti fisici (es: traumi alla colonna vertebrale) e da altre minacce che lo possono raggiungere attraverso il sangue.
Sempre con l'aiuto delle altre due meningi, inoltre, l'aracnoide contribuisce al contenimento nello spazio subaracnoideo del liquor cefalorachidiano (o liquor cefalorachidiano).

La capacità delle meningi di trattenere allora interno il liquor cefalorachidiano è frutto della loro istologia, che, come i lettori ricorderanno, prevede la presenza di un tessuto fibroso a cellule piatte impermeabile.

Approfondimento: Cos’è il Liquor Cefalorachidiano

Considerato il rapporto esistente tra l'aracnoide e il liquor cefalorachidiano, vale la pena approfondire cos'è quest'ultimo.

Frutto di un processo di ultrafiltrazione del plasma sanguigno, il liquor cefalorachidiano (o liquido cefalorachidiano), è un fluido trasparente, privo di globuli rossi, ricco di globuli bianchi e povero in proteine plasmatiche, che ha il compito di:

  • Proteggere encefalo e midollo spinale,
  • Creare un ambiente ideale al funzionamento delle cellule nervose,
  • Fornire nutrimento al sistema nervoso centrale,
  • Regolare la pressione endocranica,
  • Favorire la rimozione dei prodotti di scarto del sistema nervoso centrale.

Patologie

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/09/22/meningi-patologie-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

La dura madre può essere vittima di diverse condizioni mediche; tra queste condizioni mediche, meritano una nota particolare:

  • La meningite. "Meningite" è il termine medico che indica l'infiammazione delle meningi.
    Di norma, gli episodi di meningite sono su base infettiva, ossia sono dovuti a un'infezione.
    Tra gli agenti infettivi capaci di causare la meningite, figurano batteri (es: Meningococco), virus (es: Enterovirus) e funghi (es: Cryptococcus neoformans).
    Particolarmente pericolosa e temuta è la meningite di origine batterica, dovuta al meningococco; questa forma d'infiammazione delle meningi può portare avere conseguenze permanenti sull'individuo colpito e può anche essere causa di morte.
  • L'ematoma subdurale. L'ematoma subdurale è un versamento di sangue nello spazio compreso tra le meningi dura madre e aracnoide.
    Nella maggior parte dei casi, gli episodi di ematoma subdurale sono il risultato di traumi cranici secondari a incidenti automobilistici, cadute da grandi altezze o aggressioni violente.
  • Il meningioma. Il meningioma è un tipo di tumore al cervello, che trae origine dalla proliferazione incontrollata di una cellula delle meningi.
    Dovuto a cause ancora poco conosciute, il meningioma è nel 90% dei casi un tumore di tipo benigno, a crescita lenta, e solo nel restante 10% dei casi un tumore a crescita rapida, di stampo maligno.

Significato Clinico

L'aracnoide del midollo spinale ha un ruolo di una certa rilevanza anche in ambito clinico-diagnostico e clinico-terapeutico; la madre aracnoide, infatti, è coinvolta nell'esecuzione della cosiddetta puntura lombare e nella pratica di una tecnica anestetica nota come anestesia spinale.

Puntura Lombare: Cos’è?

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/06/22/aracnoide-significato-clinico-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

La puntura lombare consiste nel prelievo, tramite un ago apposito, di una quota del liquor cefalorachidiano contenuto nello spazio subaracnoideo del midollo spinale e nelle successivi analisi di laboratorio della quota suddetta.
La puntura lombare è un test fondamentale per rilevare la presenza di agenti infettivi nel midollo spinale (e nel sistema nervoso centrale in generale) e per capire se è in corso un'infiammazione locale.

La puntura lombare coinvolge l'aracnoide del midollo spinale, in quanto quest'ultima è la seconda e ultima meninge a essere oggetto di perforazione al momento del prelievo (la prima è la dura madre).

Lo sapevi che…

In occasione della puntura lombare, il prelievo ha luogo a livello della cauda equina, in un punto di quest'ultima in cui risiede la cosiddetta cisterna lombare (di liquor cefalorachidiano).

Anestesia Spinale: Cos’è?

L'anestesia spinale è un tipo di anestesia locale, che prevede l'iniezione di anestetici e analgesici nello spazio subaracnoideo delle meningi del midollo spinale, allo scopo di annullare la sensazione dolorosa nella parte inferiore della schiena e lungo entrambi gli arti inferiori.

L'anestesia spinale coinvolge l'aracnoide del midollo spinale, perché, per l'iniezione di anestetici e analgesici nello spazio subaracnoideo, comporta la perforazione della stessa aracnoide.

Antonio Griguolo

L'autore

Antonio Griguolo

Laureato in Scienze Biomolecolari e Cellulari, ha conseguito un Master specialistico in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza