Ultima modifica 01.03.2019
INDICE
  1. Cosa Fare
  2. Cosa NON fare
  3. Cosa Mangiare
  4. Cosa NON Mangiare
  5. Cure e Rimedi naturali
  6. Cure Farmacologiche
  7. Prevenzione
  8. Trattamenti medici

In gergo, il termine "sbornia" indica una vera e propria intossicazione da alcolici. L'etilismo acuto - sinonimo più tecnico di sbronza - altro non è che uno stato fisiologico indotto da un esagerato consumo di alcol, tale da farlo accumulare nel sangue assai più velocemente di quanto possa essere metabolizzato dal fegato.

I sintomi della sbornia sono proporzionali alla quantità di alcol assunta; tuttavia, ogni organismo risponde in maniera lievemente differente all'alcol in base a svariati fattori come sesso, predisposizione genetica, abitudine a bere e contemporanea assunzione di farmaci, droghe e cibo. Ad ogni modo, nonostante la variabilità soggettiva dei sintomi, i più comuni postumi post sbornia comprendono: vomito, malessere generale, apatia/euforia, stanchezza estrema, confusione mentale, agitazione, cervicalgia, ronzii alle orecchie, testa pesante, cefalea, alito cattivo, disturbi del linguaggio, occhi rossi, disturbi dell'equilibrio, mal di pancia, acidità gastrica, aspetto stanco e disidratazione.

Rimedi Sbornia

Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento della sbornia; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.

Cosa Fare

  • Bere molta acqua è il primo accorgimento da mettere in pratica dopo una sbornia. L'acqua favorisce la reidratazione dell'organismo e ripristina i fluidi perduti a causa dell'alcol. Bere molta acqua, inoltre, è un rimedio eccellente per incoraggiare l'eliminazione di alcol: seppur in quantità ridotte, una buona idratazione favorisce l'eliminazione di piccole quantità di etanolo attraverso sudore ed urine
  • Sorseggiare lentamente un paio di bicchieri d'acqua prima di andare a dormire per tenere quanto più possibile sotto controllo i postumi della sbornia al risveglio
  • Fare una sana colazione, a base di pane, marmellata e ricca di frutta: ricordiamo brevemente che durante i postumi della sbornia la glicemia è piuttosto bassa
  • Se proprio non si riesce a farne a meno e se la sbornia è leggera, è possibile dedicarsi ad una leggera attività fisica. Consigliate le passeggiate all'aria aperta.
  • Durante il riposo notturno si consiglia di appoggiare il capo su un cuscino ortopedico specifico per alleggerire il dolore cervicale (in questo caso dipendente da ubriacatura)
  • Rivolgersi al medico quando si teme di aver sviluppato una dipendenza da alcol (o di esserne a rischio)

Cosa NON fare

  • Bere alcolici
  • Assumere farmaci od altre sostanze insieme ad alcolici
  • Guidare dopo aver bevuto alcolici
  • Continuare a bere alcolici anche se si avvertono i primi segni della sbornia
  • Assumere farmaci antidolorifici per cercare di tamponare il dolore: ricordiamo, infatti, che una buona parte di farmaci antidolorifici possiede effetti collaterali a livello gastrico ed epatico
  • Uscire di casa (specie d'inverno) con un abbigliamento leggero. La sbornia favorisce la vasodilatazione, di conseguenza la dispersione del calore corporeo aumenta (con rischio di ipotermia)
  • Dedicarsi a pratiche sportive a seguito di una sbronza: dopo aver ingurgitato dosi industriali di alcolici, l'esercizio fisico non è particolarmente indicato dal momento che i riflessi post-sbornia sono decisamente rallentati. Inoltre, lo sport dopo la sbronza aumenta il rischio di disidratazione ed ipoglicemia
  • Allattare il proprio bambino al seno dopo una sbornia

Cosa Mangiare

  • Frutta e verdura
  • Crackers, fette biscottate ed alimenti "asciutti" possono in qualche modo attenuare la sensazione di nausea che accompagna la sbronza
  • miele
  • Se necessario, integrare la dieta con una supplementazione di vitamine del gruppo B. Ricordiamo, infatti, che l'organismo spende alcune importanti vitamine del gruppo B per la detossificazione dell'etanolo

Cosa NON Mangiare

Cure e Rimedi naturali

  • La nausea ed il vomito, tipici postumi post sbronza, possono essere tenuti sotto controllo con alcuni rimedi naturali: le tisane a base di zenzero, finocchio, melissa e camomilla sono particolarmente utili a tale scopo
  • I rimedi naturali contro la sbornia possono essere utilizzati per migliorare aspetto ed espressione del volto, evidentemente affaticato e stanco dopo una sbronza. A tale scopo, le maschere preparate con il cetriolo (o più semplicemente mettendo alcune fettine di questo ortaggio sugli occhi) possono regalare al volto un'espressione più fresca.

Cure Farmacologiche

I rimedi naturali sono relativamente efficaci per far passare la sbornia. Ad ogni modo, sembra che il principio attivo silimarina contenuto in alcune piante dall'azione epatoprotettrice (carciofo e cardo mariano) possa essere d'aiuto.

  • Nel linguaggio comune, il termine sbornia indica una condizione che, per quanto invalidante, si risolve nell'arco di 24-48 ore. Per questo motivo, non è generalmente necessario assumere farmaci per attenuare i sintomi. Ricordiamo, infatti, che i sintomi post sbornia svaniscono solo quando tutto l'alcol presente nel sangue viene metabolizzato dal fegato.

Prevenzione

  • Preferire drink analcolici
  • Se proprio non si riesce ad astenersi completamente dall'alcol, si suggerisce di ordinare drink alcolici molto allungati con l'acqua, utili sia per prevenire la sbornia, sia per ridurre i postumi dell'eventuale ubriacatura
  • Bere alcolici in quantità moderata: la dose accettabile di alcol non dovrebbe superare i 30-40 g al giorno (l'equivalente di un paio di bicchieri di vino)
  • Preferire birra o vino ai superalcolici
  • Evitare di bere alcolici a stomaco vuoto
  • Non bere alcolici durante la gravidanza e l'allattamento
  • Non bere alcolici prima di mettersi alla guida
  • Non mescolare alcol con farmaci o sostanze d'abuso

Trattamenti medici

  • Se la sbornia è lieve e gli effetti collaterali relativamente accettabili, non è necessario l'intervento del medico. Ricordiamo ancora una volta che i postumi della sbronza svaniscono completamente solo quando tutto l'alcol presente nel sangue viene metabolizzato dal fegato
  • Solo nei casi più gravi, è necessario intervenire con una lavanda gastrica, per eliminare l'alcol che non è ancora stato metabolizzato
  • Quando la sbornia è grave e lo stato di disidratazione dell'organismo particolarmente evidente, può rendersi necessaria una somministrazione endovenosa di liquidi ed elettroliti (terapia reidratante)
  • Quando l'alcol crea dipendenza proprio come una droga, l'approccio terapico è differente. In questo caso, non si può più parlare di semplice sbornia: il termine più appropriato è alcolismo o sindrome da dipendenza alcolica. In simili circostanze, si consiglia vivamente di intraprendere una terapia medica mirata - volta alla disintossicazione da alcol - eventualmente supportata da cure psicologiche.