Ultima modifica 12.11.2020
INDICE
  1. Cosa Fare
  2. Monitorare la pressione alta: i migliori misuratori acquistabili online
  3. Cosa NON Fare
  4. Cosa Mangiare
  5. Cosa NON Mangiare
  6. Cure e Rimedi Naturali
  7. Cure Farmacologiche
  8. Prevenzione
  9. Trattamenti Medici

La pressione del sangue è diversa nel circolo arterioso e venoso. Tra i due, il flusso più frequentemente soggetto a variazioni patologiche è quello arterioso, che sulla parete dei vasi esercita una pressione massima e una minima (sistolica e diastolica).
Dei due valori di pressione, quello considerato “più importante” è quello della pressione minima.
La pressione del sangue si esprime con l'unità di misura millimetri su colonna di mercurio (mm/Hg).
Le alterazioni della pressione arteriosa possono essere per eccesso (pressione alta ed eventualmente ipertensione conclamata) e per difetto (pressione bassa).
Paradossalmente, la prima condizione è nociva ma asintomatica e la seconda, pur essendo chiaramente percepibile, provoca solo molta debolezza.
I valori normali della pressione sono 70mmHg/110mmHg o 80mmHg/120mmHg (pressione minima/massima).
L'ipertensione cronica contribuisce all'insorgenza di eventi vascolari anche del cuore e del cervello; questi possono essere responsabili di morte/invalidità permanente. Inoltre, provoca la degenerazione di reni, occhi e altri tessuti.
La pressione alta può essere dovuta a:

Rimedi Pressione Alta
Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento della Pressione Alta; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.

Cosa Fare

In caso di diagnosi positiva per pressione alta o pre-ipertensione:

Monitorare la pressione alta: i migliori misuratori acquistabili online

La pressione alta è un indicatore della situazione generale di salute che va costantemente monitorato, al fine di evitarne gli effetti e di tenerlo sotto controllo. Da diversi anni, per misurare la pressione non è più necessario recarsi dal medico o presso altre strutture sanitarie o farmacie, ma è possibile munirsi di un misuratore della pressione portatile, che è possibile tenere a portata di mano in casa e utilizzare ogniqualvolta ce ne sia l'esigenza. Ecco alcuni dei prodotti più apprezzati tra quelli acquistabili online.

Tra i misuratori di pressione, ha particolare successo su Amazon OMRON X2 Basic, che offre un metodo oscillometrico di misurazione della pressione sanguigna con il supporto di un bracciale, che consente di controllare la pressione comodamente da casa. Facile da usare, permette il monitoraggio della pressione sanguigna a casa con risultati affidabili, precisi e con il rilevamento di battiti cardiaci irregolari. Per un accurato monitoraggio domestico, X2 Basic misura la pressione sanguigna rilevando il movimento del sangue nell'arteria brachiale grazie al bracciale da 22-32 cm.

Sanitas SBM 21 è un misuratore di pressione da braccio che classifica i risultati con una scala colorata, rileva il ritmo cardiaco e avverte in caso di possibile aritmia. E' dotato di ampio display LCD con data e ora, dispositivo di arresto automatico. QUesto prodotto è apprezzato in particolare per la sua economicità: è destinato a circonferenze braccio di 22 - 36 cm e ha una pratica custodia in dotazione.

Il misuratore di pressione HOMIEE ha uno sfigmomanometro LCD retroilluminato da 5", che offre una visualizzazione chiara di tutti i valori misurati su un grande schermo, inclusa la visualizzazione di data e ora, particolarmente facile da leggere per gli anziani. E' possibile registrare fino a 180 letture: la misura del polsino è di 22-42 cm, adatta a diverse circonferenze del braccio. Due opzioni di alimentazione: viene fornito con 4 batterie AAA, che possono essere alimentate tramite l'interfaccia di tipo C, anche se il cavo di ricarica non è incluso). Se non viene eseguita alcuna operazione, la macchina si spegnerà automaticamente dopo tre minuti.

Cosa NON Fare

  • Dopo una prima diagnosi di pressione alta, saltare i controlli di routine o evitare di rivolgersi al medico curante.
  • Mangiare alimenti che possono aggravare l'ipertensione.
  • Bere alcolici e fumare.
  • Conservare il sovrappeso.
  • Rimanere sedentari e non praticare o rispettare parzialmente le indicazioni sull'attività motoria.
  • Ignorare la presenza di altri fattori di rischio per aterosclerosi ed eventi cardiovascolari:
    • Obesità.
    • Pre-diabete o diabete mellito tipo 2.
    • Ipercolesterolemia.
    • Ipertrigliceridemia.
  • Trascurare le terapie farmacologiche per abbassare la pressione.

Attenzione, la notte la pressione si alza. Per questo, secondo gli esperti la pressione sanguigna notturna è la più importante

Cosa Mangiare

Per ridurre la pressione alta è fondamentale seguire una dieta appositamente strutturata e ricca di:

  • Omega 3: sono l'acido eicosapentaenoico (EPA), docosaesaenoico (DHA) e alfa-linolenico (ALA). Esercitano un ruolo protettivo verso tutte le malattie del ricambio, inclusa la pressione alta. I primi due sono biologicamente molto attivi e sono contenuti soprattutto in: sarda, sgombro, palamita, alaccia, aringa, alletterato, ventresca di tonno, aguglia, alghe, krill ecc.. Il terzo, invece, è meno attivo ma costituisce un precursore di EPA; è contenuto principalmente nella frazione grassa di certi alimenti di origine vegetale e nei relativi oli di: soia, semi di lino, semi di kiwi, semi di uva ecc.
  • Potassio: aumentandone l'apporto nella dieta diminuisce la pressione arteriosa e aumenta l'escrezione urinaria di sodio. Raggiungendo una dose pari a 4000mg/die è possibile ridurre la pressione arteriosa fino a 4mmHg. E' contenuto in tutti gli alimenti, ad eccezione dei grassi da condimento. Tuttavia, i cibi che più si prestano ad aumentarne l'apporto nella dieta sono gli ortaggi e la frutta freschi e crudi.
  • Magnesio: come il precedente, favorisce l'abbassamento della pressione sanguigna. Dosi di 120-973mg/die (oltre il 200% del fabbisogno) si sono dimostrate efficaci nella riduzione dell'ipertensione. E' contenuto soprattutto negli alimenti di origine vegetale; in particolare: cereali integrali e crusca, semi oleosi, cacao, ortaggi ecc.
  • Flavanoli: mele, tè verde, cacao, mirtilli, cipolle rosse, spinaci, sono tutti alimenti ricchi di flavanoli e flavonoidi, in grado di abbassare la pressione sanguigna. 

Il consumo di olio extravergine di oliva è inversamente proporzionale alla pressione alta. Non è detto che ciò dipenda dall'acido oleico (omega 9); infatti, questo grasso da condimento è anche ricco di acidi grassi polinsaturi, vitamina E, polifenoli e fitosteroli ecc.
Per chi soffre di altre patologie del metabolismo o sindrome metabolica conclamata può essere utile aumentare l'apporto di:

Cosa NON Mangiare

Cure e Rimedi Naturali

Per approfondire: Misuratore di pressione migliore: i modelli più efficienti

Cure Farmacologiche

Sono di diverso genere:

Prevenzione

  • Mantenere un peso normale.
  • Praticare attività motoria regolare, soprattutto aerobica.
  • Evitare il fumo e l'alcolismo.
  • Svolgere una dieta corretta, limitando i cibi sconsigliati e incrementando quelli benefici per la pressione alta.

Trattamenti Medici

Non esistono trattamenti medici diversi rispetto alla terapia farmacologica per curare la pressione alta.


Autore

Riccardo Borgacci
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer