Cellulite, Rimedi e Attività Fisica di Redazione MyPersonalTrainer

Guarda il Video

X Guarda il video su youtube

Introduzione

La cellulite - chiamata anche pannicolopatia edematofibrosclerotica - è un disturbo degenerativo che coinvolge il tessuto adiposo sottocutaneo (pannicolo adiposo) e si manifesta con avvallamenti o buchi che conferiscono alla pelle il cosiddetto "aspetto a buccia d'arancia". La comparsa della cellulite è imputabile perlopiù a cause di origine ormonale e vascolare, cui possono associarsi diversi fattori in grado di favorirne la comparsa e peggiorarne le manifestazioni.

Cos'è il Pannicolo Adiposo, Caratteristiche e Alterazioni

Il pannicolo adiposo, tessuto posto anatomicamente sotto la cute, è una riserva attiva di energia, legata al metabolismo individuale e al bilancio calorico:

  • Quando il bilancio calorico diminuisce (maggiore attività fisica o minore introduzione di calorie con il cibo) la riserva adiposa si riduce (lipolisi);
  • Quando il bilancio calorico aumenta (minore attività fisica od eccessiva introduzione di calorie con il cibo) si verifica il deposito dei grassi (liposintesi).

Come tutti i tessuti, anche il pannicolo adiposo ha una sua impalcatura di sostegno (il tessuto reticolare ed il collagene) ed una  vascolarizzazione, denominata microcircolo; attraverso la vascolarizzazione il tessuto adiposo fornice l'energia all'organismo o la accumula, sotto forma di grasso.

Alterazioni ormonali e vascolari, spesso aggravate da vita sedentaria, da stress, da malattie epatiche, alimentazione non corretta o bilanciata, irregolarità della funzione intestinale e ritenzione idrica marcata, variamente combinate tra loro, sono le cause che interferiscono negativamente sul tessuto adiposo ed in particolare sul microcircolo.

In questi casi, le cellule adipose si rompono; il loro contenuto si spande nello spazio tra le cellule comprimendo il microcircolo ed impedendone il corretto funzionamento.

La persistenza nel tempo di queste alterazioni anatomico-metaboliche, produce lo sviluppo di ulteriori alterazioni del tessuto adiposo (lipodistrofia); modificazioni che producono sia un aumento di volume e consistenza del tessuto di sostegno che la riduzione del calibro (per compressione) e dell'elasticità dei vasi sanguigni del microcircolo.

Approfondimenti sulla Cellulite

Rimedi

Possibili Rimedi e Soluzioni contro la Cellulite

L'attività fisica rivolta alla prevenzione e alla cura della cellulite è per molti aspetti simile a quella proposta per i soggetti obesi.

Essa viene inserita in un contesto generale che prevede il miglioramento delle condizioni psicofiscihe del soggetto ed il rispetto di tre princìpi fondamentali:

Esercizio Fisico Regolare

Attività Fisica per Combattere la Cellulite: Quale Scegliere?

Per combattere la cellulite, l'esercizio fisico è molto importante, anche se non tutte le attività sono idonee. Ad esempio, è bene camminare ma NON correre: i ripetuti impatti col terreno causati dall'azione di corsa, infatti, possono causare delle microlacerazioni alle membrane delle cellule adipose che a lungo andare possono peggiorare la situazione. Inoltre, un'attività fisica svolta ad intensità troppo elevata porta alla formazione di acido lattico. Questo metabolita è alleato della cellulite, poiché la  formazione di tossine muscolari ha effetti negativi sulla circolazione e sull'ossigenazione dei tessuti.
Per lo stesso motivo, anche lo spinning ad alta intensità potrebbe risultare controproducente in caso di cellulite. Mantenere la posizione seduta sul sellino per un'ora ostacola infatti la circolazione dei glutei, uno dei distretti corporei più colpiti da cellulite; inoltre, l'elevata intensità dell'esercizio porta all'accumulo di acido latticocon tutte le conseguenze negative appena viste.

Si raccomanda pertanto di svolgere attività di lunga durata come il ciclismo, la camminata veloce o lo step. I benefici di questo programma di allenamento sono molteplici: un'attività fisica regolare (almeno 30-40 minuti al giorno) porta ad un miglioramento generale delle capacità cardiocircolatorie e respiratorie favorendo la circolazione periferica. In questo modo è possibile sconfiggere la cattiva circolazione che rappresenta il più grosso fattore di rischio per lo sviluppo della cellulite.

Per essere definita regolare, l'attività fisica dev'essere svolta per almeno tre giorni alla settimana.

Infine, può essere utile seguire un programma di tonificazione generale che preveda l'utilizzo di esercizi a carico naturale, di attrezzature isotoniche o pesi liberi a seconda dell'esperienza e delle preferenze del soggetto. Anche in questi casi è importante non esagerare, utilizzando carichi leggeri per un numero di ripetizioni che, sia pur elevato, non affatichi eccessivamente il muscolo. Al termine della seduta, lo stretching abbinato ad esercizi di controllo respiratorio eseguiti con le gambe in alto, favorisce il ritorno venoso e l'eliminazione delle tossine prodotte.

Ulteriori Consigli

La cellulite colpisce soprattutto alcune regioni del corpo come cosce, glutei e fianchi, ma anche braccia e dorso. E' quindi consigliabile affiancare ad un esercizio costante generalizzato (camminata, recline, step o simulatori di sci di fondo - ellittiche) esercizi specifici che stimolino le zone in cui vi è un'adiposità maggiormente localizzata .

Inoltre, è importante svolgere al termine di ogni seduta di allenamento qualche esercizio per stimolare la mobilità del piede. Un difetto nell'appoggio plantare può  rappresentare uno dei più grossi fattori di rischio per lo sviluppo della cellulite. Il piede è infatti sede di delicati sistemi vascolari (triangolo della volta e soletta venosa di Lejaris) responsabili del ritorno venoso. Questi equilibri possono venire alterati da posture scorrette o dal frequente utilizzo di calzature non anatomiche (tacchi alti).

cellulite cause

Alimentazione Sana

Consigli Utili per un'Alimentazione Sana in presenza di Cellulite

Per approfondire: Dieta Anticellulite


Per combattere la cellulite risulta fondamentale associare ad un programma di attività fisica regolare un regime alimentare altrettanto adeguato.

E' pertanto importante seguire una dieta ricca di vegetali e fibre, consumare almeno 3 pasti al giorno, bere almeno un litro e mezzo di acqua, evitare i cibi ricchi di grassi, gli alcolici e anche l'eccessivo consumo di caffè (oltre 2-3 al giorno). Inoltre è importante cercare di assumere quantità di sale adeguate e non eccessive.

Il consumo di acqua è importantissimo perché permette di mantenere il giusto grado di idratazione e favorisce l'eliminazione delle sostanze di rifiuto attraverso la diuresi. Pertanto, è bene bere molto (almeno 2-3 litri d'acqua al giorno).

Abitudini di Vita Corrette

Corretto Stile di Vita contro la Cellulite

Per riuscire a contrastare la cellulite, risulta fondamentale l'approccio mentale con il quale si inizia il programma alimentare e sportivo, "serenità e motivazione" prima di tutto. Oltre a serenità e motivazione, a una regolare attività fisica e ad un'alimentazione equilibrata, per combattere questo disturbo è fondamentale adottare uno stile di vita sano e correggere le abitudini sbagliate. Innanzitutto, il riposo è molto importante: dormire per almeno 8 ore al giorno e cercare di ridurre per quanto possibile lo stress costituiscono il primo passo per il raggiungimento di uno stile di vita sano. Inoltre, è inutile ricordare l'importanza dell'astenersi da vizi pericolosi come il fumo e l'abuso di alcolici, non solo per prevenire l'insorgenza della cellulite, ma per preservare il benessere dell'intero organismo.