Spin Bike: Come Scegliere la Migliore di R.Borgacci

Cos’è

Cos'è la spin bike?

Spin bike è il nome dell'attrezzo specifico per la pratica dello spinning, una disciplina a sé stante, con precise caratteristiche di organizzazione e gestione della prestazione atletica.

Semplice da usare e poco ingombrante, la spinning bike può essere usata anche come semplice attrezzo fitness di base ed è adatta per la maggior parte delle persone, di qualsiasi livello sportivo e per molte necessità.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/03/21/spin-bike-come-scegliere-la-migliore-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Anche se di tipo fisso, ergonomicamente regolabile e dotata di un volano ponderato per la regolazione dell'intensità, la spinning bike non è una cyclette.

Ovviamente, anche la spin bike, come altri strumenti fitness (tapis roulant, ellittiche, cyclette, stepper ecc), per essere utilizzata correttamente richiede una certa conoscenza e padronanza di tutte le caratteristiche tecniche. Ecco perché saper scegliere la migliore, o meglio essere capaci di distinguere la più adatta alle proprie esigenze, è a dir poco fondamentale per la buona riuscita dei protocolli di allenamento.

A cosa serve la spin bike?

La spinning bike è utile, necessaria, anzi insostituibile, per la pratica dello spinning. Talvolta viene anche consigliata in alternativa o sostituzione alla cyclette, soprattutto nella terapia riabilitativa o preventiva dei soggetti che hanno una fitness generale superiore a quella di un normale sedentario. Per fare un esempio:

  • ad un anziano che deve mantenere l'efficienza cardio circolatoria, respiratoria e muscolo articolare, e che non ha mai praticato sport, verrà consigliato l'uso della cyclette per 15-30' al giorno
  • ad un ciclista (o ex atleta) invece, risulterà più idoneo l'impiego di una spin bike, passando da un condizionamento di base (ad esempio la riabilitazione post frattura di una gamba) a lavori man mano più avanzati.

Entriamo più nel dettaglio sugli elementi che possono incidere in maniera più o meno determinante sulla scelta della giusta spin bike.

Descrizione

Com'è fatta la spin bike?

La resistenza della spin bike è data da un volano fatto ruotare dalla pedalata che tuttavia non incide sul movimento dell'attrezzo sul piano – si può invece spostare grazie a piccole rotelle site nel basamento. La sella è regolabile in altezza e distanza dal manubrio. I pedali sono antiscivolo e dotati di cinghie o attacco rapido per le scarpette da ciclista. Il pignone trasmette il moto alla corona del volano tramite catena o cinghia. Il cannotto centrale, oltre alla regolazione del volano, può contenere il porta borraccia. Il manubrio, che offre varie posizioni di impugnatura, è regolabile in altezza; la manopola è posizionata anteriormente. Sul manubrio si possono trovare altre regolazioni o strumenti elettronici.

Tipi

Tipi di spin bike

Esistono molti tipi di spin bike, che si differenziano in base a

  • Materiali: strutturali - fondamentalmente di tipo metallico - e delle altre componenti - in genere sintetici
  • Tecnologia: in tal senso influisce soprattutto l'elettronica del computer di bordo o del sistema di regolazione del volano. Altre caratteristiche tecnologiche riguardano il tipo di resistenza al volano (meccanica o di altro tipo), ruota fissa o ruota libera, accessori come il lettore CD / DVD ecc
  • Design: nel quale potremmo far rientrare il colore e la forma generale, nonché il profilo del telaio
  • Marca, brand, quindi prezzo.

Come Scegliere

Scegliere la migliore spin bike

Per migliore si intende, ovviamente, quella più adatta alle proprie esigenze; non si dovrà comunque perdere d'occhio il valore complessivo dell'acquisto, traducibile nel rapporto qualità / prezzo.

I primi due criteri per la scelta di una spin bike finalizzata allo spinning sono la solidità e la stabilità, necessarie soprattutto alle persone molto pesanti o che hanno in previsione di allenarsi anche in piedi. Peraltro, ai buoni materiali si correla (quasi sempre) una maggiore durata nel tempo.

Come vedremo in seguito, anche il livello tecnologico può essere un criterio discriminante di tipo primario. Esigenze particolari a parte, non dimentichiamo che un buon computer di bordo offre diverse regolazioni, ed il monitor ne riassume tutti i parametri essenziali come: le ripetizioni o giri al minuto (RPM), le calorie bruciate, i watt erogati, la distanza percorsa, "l'inclinazione" del terreno, il battito cardiaco (con la sincronizzazione al cardiofrequenzimetro) ecc.

Per quanto riguarda il design, tutti i gusti sono gusti. In merito alla marca, al brand e quindi al prezzo invece, la questione cambia parecchio. Di certo i prodotti di fascia alta offrono uno standard qualitativo tutt'altro che trascurabile, ma ciò non significa necessariamente che abbiano le caratteristiche e gli optional più adatti alle nostre esigenze. Esistono infatti spin bike di altissima qualità ma prive di computer di bordo, altre dotate di molta elettronica ma tutto sommato meno stabili e solide.

Le spinning bike di bassa gamma hanno un costo che si aggira intorno ai 100-150 €, mentre le più onerose arrivano ad oltre 3000 €. Acquistando questi prodotti su internet possiamo avvalerci di prezzi tendenzialmente più bassi, sicuri del fatto che si tratta di materiale regolabile e per questo non soggetto a specifiche misurazioni.

Scegliere la spin bike: esigenze particolari

La scelta della spin bike può essere influenzata da aspetti collaterali e certe necessità soggettive.

Ad esempio, le persone poco motivate che preferiscono svolgere attività tra le mura domestiche possono rimpiazzare l'istruttore con una voce guidata, sfruttando il lettore cd incorporato per ascoltare varie tracce audio.

Un'altra necessità che può fare la differenza nella scelta della giusta spinning bike è quella della semplicità di impiego, del comfort e dell'efficacia per il tipo di utilizzo desiderato.

L'orientamento all'acquisto di una spin bike piuttosto di un'altra passa anche per le caratteristiche tecniche dello strumento. In tal senso, il mercato divide le spinning bike in due grosse macrocategorie: a pignone con ruota fissa, a pignone con ruota libera. Nel primo caso, la rotazione del volano è vincolata a quella dei pedali. Ciò comporta che, volendo rallentare o fermare il movimento delle gambe, quindi dei pedali, questi sarebbero trascinati dalla rotazione inerziale del volano. Per un attrezzo come la spinning bike si tratta di un aspetto di particolare rilevanza in quanto, dove il peso del volano è elevato, in caso di distrazione o trascuratezza, aumentano le possibilità di infortunio. Per volani di peso medio-basso (6-8 kg) questo non ha molta importanza, anzi, in taluni casi, potrebbe essere di aiuto per aiutare la rotazione dei volani troppo piccoli. Per una persona che vorrebbe utilizzare la spinning bike a scopo riabilitativo, questo dettaglio è tutt'altro che trascurabile. Se da un lato il volano fisso può essere difficile da gestire, dall'altro si rivela anche molto utile, in quanto permette di pedalare in senso contrario allenando anche i muscoli meno attivati durante questa attività. Va anche precisato che, volendo impiegare la spin bike per esercizi che prevedono di pedalare in piedi (aspetto necessario per chi usa la spinning bike a scopo fortemente allenante), è necessario avere la rotazione vincolata, quindi la presenza di pignone a ruota fissa, altrimenti non si otterrebbe il mantenimento della fluidità necessaria.

Invece, quando nel sistema di trasmissione della spin bike è presente il pignone con ruota libera, pedali e volano possono ruotare senza vincoli di trascinamento, garantendo in assoluto la maggiore garanzia di sicurezza.

Riccardo Borgacci

L'autore

Riccardo Borgacci

Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer