Piante lassative in erboristeria
Ultima modifica 09.04.2024
INDICE
  1. Cosa sono le piante lassative?
  2. Piante lassative e prodotti dalle proprietà lassative
  3. Biscotti lassativi

Questo articolo intende aiutare il lettore nella rapida identificazione dei rimedi naturali utili nel trattamento dei vari sintomi, disturbi e patologie. Per alcuni rimedi elencati, tale utilità potrebbe non essere stata confermata da sufficienti verifiche sperimentali, condotte con metodo scientifico. Inoltre, qualsiasi rimedio naturale presenta potenziali rischi e controindicazioni.

Se disponibile, consigliamo pertanto di cliccare sul link corrispondente al singolo rimedio per approfondire l'argomento. In ogni caso, ricordiamo l'importanza di evitare l'autoterapia e di consultare preventivamente il proprio medico per accertare l'assenza di controindicazioni ed interazioni farmacologiche.

Cosa sono le piante lassative?

Si definisce lassativa qualunque sostanza o preparazione in grado di stimolare la peristalsi intestinale, favorendo di conseguenza l'evacuazione delle feci.

lassativi trovano impiego contro la stipsi cronica ed occasionale.

NOTA BENE: prima di assumere qualsiasi prodotto o rimedio a base di piante lassative, consultare il proprio medico.

Sinonimi di lassative

Le piante Lassative sono altresì note come: anticostipative, purganti.

Piante lassative e prodotti dalle proprietà lassative

Agar agarcruscapsilliomucillaginimannitetamarindodroghe ad antrachinoni (sennacascarafrangolaaloe succorabarbaro), olio di ricinoolio di olivacassiaprugne secche.

Attenzione: Nuovo Regolamento Europeo del 18 Marzo 2021

In data 8 aprile 2021 è entrato in vigore il divieto di commercializzare alimenti e integratori alimentari contenenti idrossiantraceni e loro derivati, una famiglia di molecole contenuta in diverse piante, come aloecassia, rabarbaro e senna.

Più nel dettaglio, il nuovo Regolamento Europeo del 18 marzo 2021 - entrato in vigore, per l'appunto, l'8 aprile 2021 - modifica l'allegato III del regolamento (CE) n. 1925/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio per quanto riguarda le specie botaniche contenenti derivati dell'idrossiantracene.

Il testo completo è consultabile cliccando qui. Tuttavia, possiamo riassumere i punti principali nel seguente modo:

  • Vengono aggiunte alla lista delle sostanze il cui impiego negli alimenti è vietato (allegato III parte A del suddetto regolamento):
    • Aloe-emodina e tutte le preparazioni in cui è presente tale sostanza;
    • Emodina e tutte le preparazioni in cui è presente tale sostanza;
    • Preparazioni a base di foglie di specie di Aloe contenenti derivati dell'idrossiantracene;
    • Dantrone e tutte le preparazioni in cui è presente tale sostanza.
  • Vengono aggiunte alla lista delle sostanze il cui impiego negli alimenti è sottoposto alla sorveglianza della Comunità (allegato III parte C):
    • Preparazioni a base della radice o del rizoma di Rheum palmatum L., Rheum officinale Baillon e loro ibridi contenenti derivati dell'idrossiantracene;
    • Preparazioni a base di foglie o frutti di Cassia senna L. contenenti derivati dell'idrossiantracene;
    • Preparazioni a base di corteccia di Rhamnus frangula L. o Rhamnus purshiana DC. contenenti derivati dell'idrossiantracene.

Vedi anche: Tisana lassativa - Lassativi naturali - Alimenti lassativi

Biscotti lassativi

Crusca di avenasemi di lino, prugne secche e fichi secchi: sono questi gli ingredienti protagonisti dei biscottini blandamente lassativi proposti dalla nostra Alice, personal cooker ufficiale di MypersonaltrainerTv.



Biscotti lassativi senza burro

Problemi con la riproduzione del video? Ricarica il video da youtube.