Eucalipto
Ultima modifica 02.10.2020
INDICE
  1. Nome Scientifico
  2. Descrizione Botanica
  3. Areale
  4. Coltura
  5. Parti Utilizzate
  6. Usi

Nome Scientifico

Eucalyptus globulus Labill.

  • Francese: Gommier blu, Eucalyptus
  • Inglese: Blue gum, Australian fever tree
  • Tedesco: Fieber baum, Blauer gummi baum
  • Spagnolo: Eucalipto

Famiglia

Myrtaceae

Il genere Eucalyptus comprende circa 500 specie.

Descrizione Botanica

Albero sempreverde che cresce rapidamente fino a 20 m in 6-7 anni. In Australia, sua terra di origine, può raggiungere anche i 150 m di altezza con un diametro alla base di 10 m. Il tronco ha corteccia liscia, di color grigio-cenere, costellata di ghiandole, che si stacca in placche sottili ed allungate. Il legno è rossiccio.

Foglie di Eucalipto, Fiori e Frutto

Foglie: è presente una notevole eterofillia; le foglie giovani sono opposte e saldate tra loro alla base, ovali e cuoriformi, il colore è verde azzurrognolo, quasi ceruleo; le foglie adulte sono alterne e picciolate, lunghe 20 cm lanceolate e arcuate come la lama di una falce, la base è asimmetrica, l'apice è acuminato. Queste sono dure e coriacee, di colore verde bluastro con un'accentuata venatura centrale, punteggiate di tasche secretrici schizolisigene.

Fiori: i boccioli fiorali hanno forma di un'urna legnosa, rugosa e coperta di cera. Il calice (4 sepali) è slargato a formare una coppa con 4 costolature, che nel bocciolo è chiusa da un coperchietto, costituito dai 4 petali saldati, che alla fioritura cade lasciando vedere numerosissimi stami.

Frutto: il frutto è una capsula, della stessa forma del calice, che a maturità si apre nella parte superiore per mezzo di fenditure. I semi sono numerosi e molto piccoli.

Tutta la pianta ha un odore aromatico e sapore amarognolo.

Areale

Area di distribuzione dell'Eucalipto

L'Eucalipto è originario dell'Australia e della Tasmania, cresce in genere nelle zone temperate. In Italia è diffuso al centro e al sud e, in particolare, all'Elba.

Coltura

L'eucalipto esige terreno sciolto, profondo, ben drenato, neutro o leggermente acido. Esposizione: soleggiata. Annaffiature regolari; se coltivato in vaso in appartamento, l'eucalipto non deve stare in ambienti troppo riscaldati. Si propaga per semi, dopo averli maturati per 1 anno in un locale asciutto. Si semina in febbraio (13-15°C) e si trapiantano le piantine, con il loro pane di terra, quando sono abbastanza grandi da essere utilizzate. Le piante giovani hanno bisogno di un tutore per i primi anni. Nelle regioni fredde è bene proteggere la parte basale del fusto con paglia o stracci. Concimazioni: si eseguono in primavera-estate ogni 30 giorni con concimi complessi. Avversità: le foglie, colpite dal mal del piombo, assumono un colore argenteo e cadono. Funghi provocano il mal del colletto nelle giovani piante; altri parassiti causano la deformazione e la caduta delle giovani foglie, nutrendosi della linfa dei giovani germogli.

Parti Utilizzate

La parte utilizzata dell'eucalipto in erboristeria, fitoterapia e cosmetica è rappresentata dalle foglie, raccolte in giugno-luglio o in settembre-ottobre: si staccano ad una ad una e si elimina il picciolo. Si essiccano all'ombra e in luogo aereato, evitando il sole. Si conservano in recipienti di vetro al riparo dalla luce.

Principi attiviolio essenziale (eucaliptolo), flavonoidi.

Usi

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/10/02/eucalipto-olio-orig.jpeg Shutterstock

In erboristeria e in fitoterapia, l'eucalipto serve a risolvere infiammazioni dell'apparato respiratorio, urogenitale e intestinale. Ha proprietà espettorantibalsamiche e leggermente sudorifere e febbrifughe. L'eucalipto è indicato nei catarri bronchiali e nell'asma ed è una delle piante più efficaci contro malattie delle vie respiratorie.

L'eucalipto possiede attività secretolitica e secretomoteria; ad esso (come al timo) è da taluni riconosciuta qualche proprietà antisettica.

L'eucalipto è controindicato nelle epatopatie gravi e nelle malattie infiammatorie delle vie intestinali; in rari casi può provocare nausea e diarrea.

Il carbone del legno è utilizzato in caso di intossicazione accidentale da veleno, cibo avariato e cura la diarrea e la colite.
L'uso esterno esercita una buona azione antisetticacicatrizzante.

L'eucalipto sembra essere efficace anche nel trattamento del diabete e in problemi di alitosi, piaghescottature.

In cosmetica è usato come deodorante e purificante delle pelli impure, per preparare dentifrici e saponette.

Il fogliame dell'eucalipto è utilizzato per le composizioni floreali, durando parecchio tempo.

Per approfondire: Eucalipto in Erboristeria: Proprietà dell'Eucalipto