Aromaterapia: Curarsi con gli Oli Essenziali

Ultima modifica 29.11.2019
INDICE
  1. Introduzione
  2. Che Cos'è
  3. Applicazioni
  4. Benefici e Vantaggi
  5. Rischi e Svantaggi
  6. Storia

Introduzione

L'aromaterapia è una branca della fitoterapia appartenente al grande gruppo delle medicine alternative. L'aromaterapia sfrutta gli oli essenziali allo scopo di riportare benessere all'intero organismo, sia a livello fisico che a livello emotivo e mentale.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/07/11/aromaterapia-orig.jpeg Shutterstock

È comunque doveroso precisare che l'aromaterapia è una forma di medicina naturale che non può curare alcun tipo di patologia, ma che potrebbe affiancarsi alla medicina tradizionale come una sorta di trattamento di supporto, naturalmente previo consiglio medico; così come potrebbe rivelarsi utile nell'alleviare disturbi di lieve entità di natura non patologica.

NOTA BENE

Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla scienza medica, non sono state sottoposte a sufficienti verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Tali pratiche, pertanto, potrebbero essere inefficaci o addirittura pericolose per la salute. Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo.

Le cure alternative non possono essere intese come sostituto della medicina tradizionale.

Per qualsiasi dubbio e per il trattamento di qualsiasi tipo di disturbo o malattia, è necessario rivolgersi al proprio medico prima di sottoporsi a trattamenti alternativi come l'aromaterapia.

Per approfondire: Diffusori di aromi e oli essenziali per la casa

Che Cos'è

Che cos'è l'Aromaterapia?

L'aromaterapia può essere considerata come una branca della fitoterapia che utilizza gli oli essenziali (o essenze) con finalità simil-terapeutiche o terapeutiche.

Le essenze sono prodotti concentrati estratti da piante di diverso tipo, ognuna con caratteristiche e peculiarità proprie.

Per approfondire: Oli Essenziali: cosa sono e dove si trovano

Nell'ambito dell'aromaterapia, gli oli essenziali vengono "veicolati" soprattutto (ma non esclusivamente) mediante l'olfatto al fine di ottenere un effetto benefico che si possa ripercuotere sull'intero organismo. L'obiettivo dell'aromaterapia, infatti - al pari di molte altre medicine alternative - non è tanto quello di trattare un unico sintomo specifico, ma quello di conferire all'individuo uno stato di benessere generalizzato che coinvolga corpo e mente. Non sorprende, pertanto, che l'aromaterapia venga considerata come una disciplina olistica a tutti gli effetti.

Lo sapevi che…

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, con il termine "aromaterapia" non si indica solo l'impiego "olfattivo" delle essenze, ma anche il loro uso topico (applicazione cutanea), orale o inalatorio.

È comunque bene precisare che, nonostante l'aromaterapia si basi sull'impiego degli oli essenziali, questi non sono le uniche sostanze ad essere impiegate in questa forma di medicina alternativa. Difatti, si utilizzano anche altre sostanze naturali che fungono da vettori per veicolare le essenze. Fra queste, ritroviamo gli oli vegetali, l'argilla, l'acqua e il sale.

Aromaterapeuta

Gli aromaterapeuti sono individui specializzati nell'ambito dell'aromaterapia che, come tali, devono conoscere a fondo le piante, gli oli essenziali da esse estratti e tutte le loro caratteristiche e proprietà. Oltre a ciò, un buon aromaterapeuta dovrebbe anche possedere nozioni in merito alla fisiologia e all'anatomia umana, così come dovrebbe conoscere il funzionamento dell'organismo, al fine di poter sfruttare il giusto rimedio per favorire lo stato di benessere dell'individuo.

È, tuttavia, fondamentale precisare che l'aromaterapeuta NON è un medico, quindi, NON è in grado, NON può e NON deve effettuare diagnosi di alcun tipo così come NON può prescrivere farmaci o trattamenti per curare alcun tipo di disturbo o malattia.

Applicazioni

Quali sono le Applicazioni dell'Aromaterapia?

L'aromaterapia trova applicazioni in diversi campi, anche se, con molta probabilità, l'ambito salutistico risulta essere quello di maggior interesse. Difatti, sempre più persone si stanno avvicinando a quello che è il mondo della medicina naturale per trattare piccoli disturbi e fastidi, oppure per coadiuvare i trattamenti di medicina tradizionale.

Altro campo di applicazione dell'aromaterapia è rappresentato dalla cosmesi, dove gli oli essenziali vengono utilizzati all'interno di moltissime preparazioni cosmetiche al fine di sfruttarne sia le proprietà esercitate in seguito all'applicazione cutanea (ad esempio, l'olio essenziale di lavanda esercita un'azione riequilibrante sulla pelle), sia le proprietà esercitate tramite la percezione olfattiva dell'essenza (ad esempio, sempre l'olio essenziale di lavanda, esercita un effetto tranquillizzante).

Patologie e Disturbi a cui si rivolge l'Aromaterapia

I sostenitori dell'aromaterapia si rivolgono ad essa per il trattamento di svariati disturbi e per alleviare diverse patologie. In particolar modo, sono molti gli individui che ricorrono all'aromaterapia per contrastare/alleviare:

Nota Bene

In presenza di disturbi e patologie di qualsiasi tipo - a maggior ragione se ci si sta già sottoponendo a terapie farmacologiche o comunque a trattamenti di medicina tradizionale - prima di ricorrere ai rimedi aromaterapici, è assolutamente necessario chiedere consiglio al proprio medico.

Benefici e Vantaggi

Quali benefici e Vantaggi apporta l'Aromaterapia?

All'aromaterapia vengono attribuiti numerosi vantaggi che variano in funzione del tipo di olio essenziale utilizzato e delle sue proprietà. Difatti, ciascuna essenza possiede una propria composizione e caratteristiche specifiche responsabili dell'effetto esercitato sull'organismo.

Secondo i sostenitori di questa medicina alternativa, infatti, utilizzando il giusto olio essenziale, è possibile contrastare o alleviare molteplici disturbi, ristabilendo la sensazione di benessere nell'individuo.

Per approfondire: Effetti dell'Aromaterapia

Rischi e Svantaggi

Quali Rischi e Svantaggi sono connessi all'Aromaterapia?

Un errore molto frequente consiste nel ritenere il termine "naturale" sinonimo del termine "sicuro". Al contrario di quanti molti pensano, il fatto che un prodotto sia naturale, non necessariamente implica che si abbia a che fare con una sostanza del tutto innocua e salutare. Difatti, se da un lato alcuni oli essenziali possono potenzialmente esercitare azioni benefiche per l'organismo (purché correttamente utilizzati), dall'altro lato vi sono oli essenziali che non apportano alcun beneficio, o al contrario, possono risultare addirittura dannosi.

Pertanto, come per qualsiasi altra forma di trattamento - naturale e di medicina tradizionale - l'aromaterapia non è esente da rischi. Gli oli essenziali utilizzati in quest'ambito, infatti, possono causare effetti indesiderati di diverso tipo (ad esempio, reazioni allergiche e di fotosensibilizzazione, irritazioni cutanee, ecc.) e il loro uso non è certo privo di controindicazioni (ad esempio, l'uso orale è generalmente controindicato in gravidanza).

Inoltre, nel caso in cui si soffra di particolari malattie o disturbi e/o qualora ci si stia sottoponendo a terapie farmacologiche di qualsiasi tipo - prima di ricorrere a trattamenti aromaterapici e ad un

qualsiasi tipo di impiego degli oli essenziali (orale, topico, inalazione, ecc.) - è assolutamente necessario e indispensabile chiedere il parere preventivo del proprio medico.

Per approfondire: Effetti Collaterali degli Oli Essenziali

Storia

Accenno sulla Storia dell'Aromaterapia

L'utilizzo delle piante e dei loro derivati/estratti affonda le radici in un passato antichissimo. Già popolazioni antiche come le civiltà precolombiane e gli egizi si servivano delle erbe e dei loro estratti per curare disturbi di ogni genere.

Tuttavia, la storia dell'aromaterapia inizia in tempi più recenti; più precisamente, intorno agli anni '20 del XX secolo, grazie al lavoro del chimico francese  René Maurice Gattefossé. Tuttavia, si dovette aspettare ancora qualche anno prima che questa forma di medicina alternativa venisse considerata come una disciplina. La svolta si ebbe nel 1964, grazie al lavoro del medico francese  Jean Valnet che - con la pubblicazione del suo libro "Aromathérapie" - gettò le basi per la disciplina ad oggi nota, appunto, come aromaterapia.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista