Tipranavir: A Cosa Serve e Come si Assume

Tipranavir: A Cosa Serve e Come si Assume
Ultima modifica 25.02.2020
INDICE
  1. Generalità
  2. A Cosa Serve
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti Collaterali
  6. Come Agisce
  7. Dosaggio e Modo d'uso
  8. Gravidanza e Allattamento
  9. Controindicazioni

Generalità

Il tipranavir è un principio attivo impiegato nella terapia delle infezioni da HIV. Somministrato per via orale (capsule molli e soluzione orale) in associazione ad altri principi attivi, il tipranavir - agli opportuni dosaggi e nell'adeguata forma farmaceutica - può essere utilizzato sia in adulti che in bambini.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/01/14/tipranavir-2-orig.jpeg Shutterstock
Tipranavir - Struttura Chimica

In Italia, il principio attivo è reperibile all'interno di un'unica specialità medicinale avente nome commerciale Aptivus®. Si tratta di un farmaco ospedaliero (fascia H) esitabile in farmacia dietro presentazione di apposita ricetta medica non ripetibile limitativa o RNRL (farmaci vendibili al pubblico solo su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti).

Nota: anche se il tipranavir viene sempre utilizzato in associazione ad altri farmaci, in questo articolo si parlerà di avvertenze, precauzioni, interazioni, effetti indesiderati, uso in gravidanza e allattamento e controindicazioni del solo tipranavir e non del tipranavir somministrato in associazione ad altri principi attivi. Per informazioni in merito a questi ultimi, leggere con attenzione il foglietto illustrativo dei medicinali che li contengono che si devono utilizzare.

A Cosa Serve

Indicazioni Terapeutiche del Tipranavir: per cosa si usa?

Il tipranavir appartiene al gruppo degli inibitori delle proteasi e viene utilizzato nel trattamento delle infezioni da HIV resistente ad altri inibitori delle proteasi, sia in pazienti adulti che nei bambini.

Il tipranavir deve essere assunto con:

  • Ritonavir a basso dosaggio;
  • Altri farmaci antiretrovirali. Il medico deciderà quali farmaci somministrare in funzione dei medicinali che il paziente già assume per contrastare l'HIV e a seconda dei farmaci cui l'HIV che infetta il paziente è resistente.

Nota bene

Prima di utilizzare il tipranavir, il medico sottoporrà il paziente ad opportune analisi per verificare l'effettiva resistenza di HIV ad altri farmaci antiretrovirali. Il tipranavir, infatti, non deve essere assunto se il paziente non è stato sottoposto a precedenti terapie antiretrovirali o se sono disponibili altre opzioni.

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di assumere il Tipranavir

Prima di iniziare ad assumere il tipranavir è molto importante sapere che esso non è una cura definitiva per l'infezione da HIV, ma può aiutare a ridurre i livelli di virus nell'organismo mantenendoli bassi. Nonostante ciò, è comunque possibile continuare a sviluppare infezioni o altre patologie connesse alla stessa infezione da HIV, così come è ancora possibile trasmettere l'infezione ad individui sani. A questo proposito, è assolutamente necessario adottare tutte le precauzioni del caso affinché ciò non avvenga. Per maggiori informazioni, consultare il proprio medico.

Prima di iniziare il trattamento a base di tipranavir, inoltre, è importante informare il medico se:

I pazienti in trattamento con tipranavir possono essere esposti a un maggior rischio di sviluppo di alterazioni del fegato, per questo, essi devono essere regolarmente monitorati. Inoltre, il medico deve essere subito informato se, durante il trattamento con il principio attivo, compaiono sintomi quali:

Si segnala che durante il trattamento con tipranavir e altri antiretrovirali possono altresì manifestarsi:

A causa dei possibili disturbi che si possono manifestare durante il trattamento con tipranavir e della loro gravità, qualora si noti la comparsa di nuovi e insoliti sintomi, oppure un peggioramento di sintomi già presenti, è necessario informarne immediatamente il medico.

Nota bene

  • La soluzione orale di tipranavir (Aptivus® soluzione orale) contiene vitamina E, pertanto, i pazienti che la assumono (generalmente bambini) NON devono assumere alcuna integrazione di questa vitamina.
  • Il tipranavir può causare effetti indesiderati (capogiri, sonnolenza, ecc.) capaci di alterare la capacità di guidare veicoli e di utilizzare macchinari, pertanto, si raccomanda la massima cautela e di evitare simili attività qualora dovessero insorgere i suddetti effetti indesiderati.

Interazioni

Interazioni Farmacologiche fra il Tipranavir e Altri Farmaci

A causa delle possibili interazioni farmacologiche, prima di iniziare ad assumere il tipranavir, è molto importante informare il medico se si stanno assumendo, sono stati recentemente assunti o si intende assumere farmaci o prodotti di qualsiasi tipo, compresi i medicinali senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici e i prodotti omeopatici.

In particolare, il tipranavir può interagire con:

Inoltre:

Associazioni non raccomandate

L'uso dei seguenti farmaci durante il trattamento con tipranavir non è raccomandato:

Modifica del dosaggio di assunzione

In alcuni casi, il medico può decidere di modificare il dosaggio di altri farmaci assunti durante il trattamento con tipranavir, quali ad esempio:

Effetti Collaterali

Quali Effetti Indesiderati può causare il Tipranavir?

Il tipranavir, come qualsiasi altro farmaco, può causare diversi effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano nello stesso modo. Difatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco manifestando effetti indesiderati diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandoli affatto.

Alcuni effetti indesiderati indotti dal tipranavir sono gravi e richiedono l'intervento immediato del medico; essi consistono in:

Effetti indesiderati molto comuni e comuni

Fra gli effetti indesiderati che più comunemente potrebbero manifestarsi durante l'assunzione di tipranavir ritroviamo:

Effetti indesiderati non comuni e rari

Fra gli effetti indesiderati che possono manifestarsi meno comunemente e più raramente durante il trattamento con tipranavir, invece, ritroviamo:

Altri effetti indesiderati connessi alla terapia di associazione

  • Sanguinamento e aumentata tendenza al sanguinamento, soprattutto in pazienti affetti da emofilia di tipo A o B;
  • Disturbi muscolari come dolore, dolorabilità al tatto e debolezza;
  • In casi molto gravi ma molto rari, i disturbi muscolari possono includere rabdomiolisi.

Sovradosaggio da Tipranavir

In caso di sovradosaggio da tipranavir - accertato o presunto che sia - contattare subito il medico o recarsi nel più vicino ospedale, avendo cura di portare con sé la confezione del medicinale assunto.

Come Agisce

Come Funziona il Tipranavir e con quale Meccanismo d'Azione agisce?

Il tipranavir esercita la sua azione anti-HIV interferendo con la replicazione dello stesso virus. Più nel dettaglio, esso è un inibitore non peptidico della proteasi dell'HIV-1. Grazie all'inibizione di tale enzima, perciò, il tipranavir inibisce la replicazione del virus prevenendo la maturazione delle particelle virali.

Dosaggio e Modo d'uso

Il tipranavir è disponibile in forma di capsule molli il cui uso è adatto per pazienti adulti, adolescenti e bambini con più di 12 anni di età e in soluzione orale il cui impiego è indicato per bambini di età compresa fra i 2 e i 12 anni.

La dose di farmaco da somministrare deve essere stabilita dal medico; di seguito, tuttavia, verranno comunque riportate alcune indicazioni.

Tipranavir in capsule molli (contenenti 250 mg di principio attivo)

La dose raccomandata per un adulto o per un adolescente di 12 anni o più è di 500 mg di tipranavir (due capsule da 250 mg) con 200 mg di ritonavir (due capsule da 100 mg) da assumersi due volte al giorno con il cibo.

Il medico stabilirà poi la dose corretta degli altri farmaci antiretrovirali che il paziente dovrà assumere.

Tipranavir in soluzione orale (100 mg/ml)

Il medico stabilirà la dose di tipranavir soluzione orale da assumere in funzione della superficie corporea del bambino espressa in metri quadrati. In qualsiasi caso, la dose per i bambini non deve superare i 5 ml (pari a 500 mg di tipranavir) due volte al dì.

La dose di soluzione orale deve essere accuratamente misurata e prelevata con l'apposita siringa misuratrice e l'adattatore forniti col medicinale nel seguente modo:

  1. Verificare che la soluzione orale sia limpida, poiché si può riscontrare la presenza di cristalli dal tipico aspetto di un sottile strato di carta posato sul fondo, visibile quando il flacone è tenuto dritto. Possono esserci altre particelle sul fondo del flacone. Una piccola quantità di cristalli, comunque, non altera l'efficacia e la sicurezza del medicinale. Ad ogni modo, in caso di dubbi, rivolgersi al medico.
  2. Aprire il flacone premendo sulla capsula e girando in senso antiorario.
  3. Rimuovere la capsula che copre la punta della siringa per somministrazione orale (la capsula non sarà inserita se è la prima volta che la siringa viene utilizzata).
  4. Inserire la siringa per somministrazione orale nell'adattatore collocato nel collo del flacone. Verificare che la siringa per somministrazione orale sia fermamente inserita. Il volume massimo che può essere prelevato in una volta è pari a 5 ml (equivalente a 500 mg di tipranavir), che è la massima dose singola per un bambino con SC (Superficie Corporea calcolata) > 1,33 m².
  5. Capovolgere il flacone ed estrarre delicatamente il quantitativo richiesto di soluzione orale.
  6. Svuotare gentilmente la soluzione orale dalla siringa nella bocca del bambino.
  7. Dopo l'utilizzo della siringa per somministrazione orale, riapplicare la capsula.

NOTA BENE

Il flacone deve essere quanto prima restituito al farmacista o al medico per essere sostituito se:

  • È presente più di uno strato sottile di cristalli sul fondo del flacone;
  • Nel caso di incertezza sulla quantità di cristalli osservati;
  • Se sono presenti altre particelle.

Tuttavia, fino a quando il flacone non verrà sostituito, continuare a somministrare le dosi usuali di tipranavir soluzione orale al bambino.

Dimenticanza di una dose di Tipranavir

In caso di dimenticanza di una dose di tipranavir ci si deve comportare nei seguenti modi:

  • Se sono trascorse più di 5 ore da quando si doveva assumere la dose di tipranavir o di ritonavir, saltare la dose dimenticata e assumere quella successiva al solito orario;
  • Se sono trascorse meno di 5 ore da quando si doveva assumere la dose di tipranavir o di ritonavir, assumere immediatamente la dose dimenticata, quindi assumere la dose successiva all'orario previsto.

In qualsiasi caso, è opportuno contattare il medico e informarlo sull'accaduto.

Interruzione del trattamento con Tipranavir

Il trattamento con tipranavir non deve essere interrotto senza prima averne discusso con il medico. È dimostrato, infatti, che l'assunzione di tutte le dosi al momento appropriato:

  • Aumenta notevolmente l'efficacia dell'associazione dei medicinali antiretrovirali;
  • Riduce la possibilità che l'HIV diventi resistente ai medicinali antiretrovirali che si stanno utilizzando.

Gravidanza e Allattamento

Il Tipranavir può essere usato durante la Gestazione e l'Allattamento al Seno?

Gli effetti del tipranavir sul feto non sono noti, pertanto, le donne in gravidanza non devono assumere il farmaco senza averne discusso preventivamente con il medico.

Le madri con infezioni da HIV NON devono allattare al seno a prescindere dall'assunzione o meno del tipranavir, poiché il virus può essere trasmesso al bambino attraverso il latte materno.

Controindicazioni

Quando il Tipranavir NON deve essere usato

L'utilizzo del tipranavir è controindicato in tutti i seguenti casi:

  • Allergia nota allo stesso principio attivo e/o ad uno o più degli eccipienti presenti nel medicinale contenente tipranavir;
  • In pazienti con problemi epatici;
  • In pazienti che stanno assumendo uno o più dei seguenti farmaci o prodotti:
    • Rifampicina;
    • Cisapride;
    • Pimozide o sertindolo;
    • Quetiapina;
    • Lurasidone;
    • Triazolam o midazolam orale;
    • Derivati dell'ergot (antiemicranici);
    • Astemizolo o terfenadina;
    • Simvastatina o lovastatina;
    • Amiodarone, bepridil, flecainide, propafenone o chinidina;
    • Metoprololo;
    • Alfusozina e sildenafil;
    • Colchicina;
    • Prodotti o farmaci contenenti iperico (erba di San Giovanni).

Nota: si ricorda ancora una volta che quanto finora riportato riguarda il solo tipranavir e che per informazioni in merito a avvertenze, precauzioni, interazioni, effetti indesiderati, uso in gravidanza e allattamento e controindicazioni di ritonavir e altri antiretrovirali utilizzati in associazione al tipranavir, è necessario leggere con attenzione i foglietti illustrativi dei medicinali che li contengono che si devono assumere. In caso di dubbi, è bene rivolgersi al medico.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista