Esfoliante fai da te: come si fa un esfoliante in casa? Vantaggi dell'esfoliazione

Esfoliante fai da te: come si fa un esfoliante in casa? Vantaggi dell'esfoliazione
Ultima modifica 22.01.2024
INDICE
  1. Esfolianti fai da te: cosa sono e aspetti da considerare
  2. Esfoliazione della pelle: i vantaggi
  3. Preparazione degli esfolianti fai da te
  4. Consigli utili

Esfolianti fai da te: cosa sono e aspetti da considerare

Quando si parla di esfolianti fai da te, ci si riferisce alla preparazione casalinga (homemade) di prodotti per l'esfoliazione della pelle e, più precisamente, per la sua esfoliazione fisica o meccanica. In questi casi, pertanto, si è soliti parlare più propriamente di scrub.

Benché sotto certi punti di vista fare esfolianti in casa possa essere ritenuto vantaggioso (per esempio, per quel che concerne l'aspetto economico), è bene sapere che - in linea generale - la preparazione casalinga di prodotti cosmetici non è una pratica consigliabile. Per quanto si possa prestare attenzione a ciò che si fa, infatti, risulta piuttosto difficile rispettare tutti gli standard di qualità e sicurezza normalmente richiesti per la preparazione di prodotti cosmetici.

Nonostante ciò, alcune persone preferiscono comunque ricorrere alla preparazione di esfolianti fai da te; in simili casi, perciò, è bene prestare attenzione alla scelta degli ingredienti e fare attenzione al corretto modo d'uso del prodotto ottenuto. 

Per approfondire: Scrub: cos'è? A cosa serve e come si usa
Esfolianti fai da te Shutterstock

Esfoliazione della pelle: i vantaggi

L'esfoliazione della pelle è un trattamento cosmetico che può apportare diversi vantaggi, in quanto il suo impiego contribuisce al ricambio e al rinnovamento cellulare, favorendo la rimozione delle cellule morte sullo strato più superficiale della cute. Oltre a ciò, l'esfoliazione fisica della pelle può:

  • Favorire l'eliminazione delle impurità della pelle e ostacolare l'occlusione dei pori;
  • Prevenire e risolvere il problema dei peli incarniti;
  • Migliorare l'aspetto generale della pelle che appare generalmente più luminosa;
  • Favorire l'assorbimento di altri attivi e sostanze (idratanti, nutritive, ecc.) applicate immediatamente dopo l'esfoliante.

Nota bene

Un esfoliante fai da te - così come i prodotti esfolianti in generale - non devono essere utilizzati in caso di patologie della pelle. In simili circostanze, il parere del medico o dello specialista è assolutamente necessario.

Preparazione degli esfolianti fai da te

Come si fa un esfoliante in casa?

La preparazione casalinga di un esfoliante fai da te è un procedimento relativamente semplice. Difatti, è possibile ottenere un buon prodotto con l'utilizzo di pochissimi ingredienti di uso comune.

Immediatamente dopo l'applicazione dell'esfoliante fai da te, la pelle dovrebbe apparire più liscia, luminosa e levigata.

Di seguito sono riportate alcune ricette comunemente impiegate nella preparazione di esfolianti fai da te. Tuttavia, si ricorda nuovamente che il loro utilizzo non deve essere fatto in presenza di patologie della pelle, di pelle irritata, arrossata, ipersensibile e/o lesa.

Esfoliante fai da te al sale o al bicarbonato

L'effetto esfoliante del sale fino è incoraggiato dal suo sfregamento meccanico sulla pelle.

Nella ricetta ideale per preparare un esfoliante fai da te al sale, si consiglia di aggiungere al sale fino qualche cucchiaio di olio d'oliva o di yogurt.

In alternativa al sale fino, è possibile utilizzare il bicarbonato di sodio.

Raccomandazioni per l'uso dell'esfoliante fai da te al sale

Esfoliante fai da te allo zucchero

Per la preparazione di questo tipo di esfoliante è possibile impiegare sia lo zucchero di canna, sia lo zucchero raffinato.

L'esfoliante fai da te allo zucchero si caratterizza per essere efficace, delicato e semplice da preparare: è sufficiente mescolare alcuni cucchiai di zucchero con olio di semi o d'oliva (in generale si consiglia di miscelare zucchero ed olio in proporzione di 2:1). È possibile aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale.

NOTA BENE

Gli oli essenziali vanno utilizzati solo in piccole quantità (alcune gocce), in quanto molto concentrati e potenzialmente irritanti per la pelle. Inoltre, è bene tenere a mente che sono dotati di un elevato potere allergizzante e che, prima di impiegarli, è bene informarsi correttamente su cosa sono e come si usano. In caso di patologie cutanee se ne sconsiglia l'uso e si rimanda al consulto con il medico.

Per approfondire, leggi: Oli Essenziali: cosa sono e dove si trovano

Esfoliante allo zucchero per il viso

Data la sua delicatezza, l'esfoliante fai da te allo zucchero può essere usato anche per eseguire scrub al viso. In questo caso - oltre allo zucchero e all'olio di oliva - è consigliabile aggiungere una parte di miele, ingrediente dotato di proprietà emollienti. Una volta amalgamati tutti gli ingredienti, la miscela ottenuta deve essere massaggiata sul viso inumidito.

Esfoliante allo zucchero per labbra

L'esfoliante fai da te allo zucchero è così delicato da poter essere utilizzato perfino per la produzione di esfolianti per le labbra. Utilizzando lo zucchero come ingrediente base, è possibile aggiungere numerosi altri ingredienti a seconda del tipo di scrub che si vuole effettuare (ad esempio, miele, olio di oliva, ecc.).

Ad esempio, per rimuovere l'eventuale pelle secca dalle labbra, è possibile preparare un esfoliante utilizzando quattro parti di zucchero di canna e due parti di olio di oliva. Una volta miscelati gli ingredienti, il composto ottenuto deve essere applicato sulle labbra con leggeri massaggi circolari e, infine, risciacquato con acqua tiepida.

Esfoliante fai da te al caffè

L'esfoliante fai da te al caffè è particolarmente indicato per effettuare uno scrub corpo che - oltre ad esercitare un'azione esfoliante sulla pelle - può rivelarsi utile contro la cellulite. Per effettuarlo è sufficiente miscelare della polvere di caffè con olio di mandorle dolci, dalle ben note proprietà elasticizzanti.

Esfoliante fai da te all'argilla

Rimuovendo le cellule morte dallo strato corneo, anche l'argilla può essere sfruttata per esfoliare la pelle. Tuttavia, a differenza dello zucchero e del sale, l'argilla non è un ingrediente molto comune. Nonostante ciò, sono diversi i siti specializzati in cosmetica che vendono diverse tipologie di argilla adatti alla preparazione di differenti prodotti (ad esempio, maschere, scrub, ecc.).

Esfoliante fai da te per pelli sensibili

Le pelli particolarmente sensibili potrebbero irritarsi in seguito all'applicazione di esfolianti fai da te, anche se delicati come quello allo zucchero. In questi casi, perciò, è possibile preparare un esfoliante fai da te ultra delicato ricorrendo all'uso dell'amido di riso (dotato di proprietà lenitive e calmanti).

Ad ogni modo, se si ha una pelle sensibile, è sempre opportuno chiedere conferma al proprio medico o al proprio dermatologo se è il caso o meno di ricorrere all'uso di esfolianti.

Per approfondire: Esfoliazione della pelle del viso: come farla senza errori

Consigli utili

Di seguito sono riportati alcuni accorgimenti e consigli utili per ottenere il massimo dei risultati dall'esfoliante fai da te e per prevenire l'insorgenza di eventuali effetti indesiderati.

  • Testare l'esfoliante fatto in casa su una piccola area dell'avambraccio. Solo in assenza di arrossamento ed irritazione post-trattamento, estendere l'applicazione del prodotto alle aree che si desidera esfoliare.
  • Per ottenere un maggior effetto abrasivo, spalmare l'esfoliante fai da te con un guanto di crine oppure con uno specifico panno in microfibra.
  • Massaggiare delicatamente l'esfoliante fai da te con movimenti circolari: in questo modo, viene facilitata l'azione microabrasiva del prodotto.
  • Dopo la rimozione dell'esfoliante fai da te, si raccomanda vivamente di non strofinare la pelle con un asciugamano ruvido. Piuttosto, è consigliabile tamponare delicatamente la cute con un panno morbido.
  • Dopo l'applicazione dell'esfoliante fai da te, si consiglia di applicare sulla pelle prodotti cosmetici dalle proprietà idratanti (ad esempio, creme all'acido ialuronico) e nutritive. Anche gli oli vegetali (come, per esempio, l'olio di mandorle dolci), le cere (ad esempio, l'olio di jojoba che è, in realtà, una cera liquida) e i burri (per esempio, il burro di karité) si rivelano particolarmente adatti per nutrire la pelle dopo il trattamento esfoliante.