Crema all'acido glicolico: a cosa serve?
Ultima modifica 25.03.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Introduzione
  2. Cos'è l'acido glicolico?
  3. Applicazioni e utilizzi
  4. A cosa serve la crema all'acido glicolico?
  5. Come agisce l'acido glicolico?
  6. Avvertenze ed effetti collaterali

Introduzione

Le creme all'acido glicolico sono prodotti cosmetici fra i cui ingredienti principali rientra, per l'appunto, l'acido glicolico. Quest'ultimo può essere presente in differenti concentrazioni all'interno delle creme; in funzione di ciò, può variare la modalità d'uso e l'effetto che si vuole ottenere.

Cos'è l'acido glicolico?

L'acido glicolico - altrimenti noto come acido idrossiacetico - è un alfa-idrossiacido appartenente al gruppo dei ben noti acidi della frutta, di cui rappresenta l'esponente più piccolo dal punto di vista della struttura chimica.

È una molecola dotata di attività esfolianti e schiarenti che vengono largamente sfruttate in ambito sia cosmetico che dermatologico.

Lo sapevi che...

L'acido glicolico - come la maggior parte degli alfa-idrossiacidi - è ricavato da fonti naturali, in particolare da frutta, canna da zucchero e barbabietola da zucchero. Tuttavia, l'acido glicolico viene anche prodotto per sintesi.

È proprio questa origine naturale - e, in particolare, la provenienza dalla frutta - che ha conferito il nome di "acidi della frutta" a questo gruppo di sostanze chimiche.

Applicazioni e utilizzi

Per cosa viene usato l'acido glicolico?

L'acido glicolico viene utilizzato nella preparazione di diversi prodotti cosmetici, per uso casalingo e per uso professionale, così come in ambito medico estetico e dermatologico. In questi ultimi ambiti, l'acido glicolico viene utilizzato in concentrazioni elevate per effettuare peeling chimici profondi, con l'intento di eliminare discromie e imperfezioni di varia origine e natura.

All'interno di creme e prodotti per uso casalingo, invece, l'acido glicolico è contenuto in concentrazioni decisamente inferiori. A questo proposito possiamo distinguere creme all'acido glicolico per l'uso quotidiano nelle quali questo ingrediente è presente in concentrazioni basse e creme all'acido glicolico da utilizzare come maschere per effettuare peeling cosmetici casalinghi. In quest'ultima tipologia di prodotti l'acido glicolico è contenuto in concentrazioni maggiori, pertanto, queste creme non vanno usate quotidianamente, ma una o al massimo due volte a settimana. Generalmente, è previsto un tempo di posa al termine del quale la crema va accuratamente risciacquata; ad ogni modo, per il corretto modo d'uso di prodotti di questo tipo si raccomanda di leggere e seguire sempre con attenzione tutte le indicazioni riportate dal produttore.

A cosa serve la crema all'acido glicolico?

Le creme all'acido glicolico vengono utilizzate principalmente per la loro azione esfoliante e schiarente, al fine di conferire alla pelle un aspetto levigato e ringiovanito. Ciò è possibile grazie alle proprietà di cui lo stesso acido glicolico è dotato.

Alla luce di quanto appena detto, pertanto, è possibile affermare che una crema all'acido glicolico può essere utile per la cura di pelli mature, di pelle con imperfezioni (ad esempio, acne o macchie lasciate dall'acne) e di pelli con discromie.

NOTA BENE

Se si soffre di patologie della pelle, se si ha una pelle sensibile o se la pelle è irritata, lesa, arrossata o infiammata, è bene evitare l'uso di creme all'acido glicolico o di altri prodotti che contengono questo ingrediente. In particolare, per chi soffre di malattie cutanee, prima di utilizzare prodotti a base di acido glicolico, è sempre bene chiedere il consiglio preventivo del medico o del dermatologo.

Come agisce l'acido glicolico?

Come accennato, le creme all'acido glicolico esercitano un'azione esfoliante e schiarente. Tale attività, naturalmente, è imputabile all'azione svolta da questo alfa-idrossiacido.

Difatti, gli acidi della frutta e l'acido glicolico in particolare sono in grado di ridurre i legami e le forze di coesione che tengono uniti i corneociti presenti sugli strati superficiali della pelle, agendo - più precisamente - a livello dei desmosomi.

Grazie a questo particolare meccanismo d'azione, pertanto, si ottiene l'esfoliazione degli starti superficiali dell'epidermide, cui consegue un aumento della velocità dei processi di turn-over cellulare, quindi, un aumento della velocità del rinnovamento cutaneo.

L'acido glicolico, inoltre, può anche favorire un incremento della sintesi di collagene, uno dei principali elementi che costituiscono - insieme ad elastina e glicosamminoglicani - quella che si può definire come l'impalcatura che sostiene la nostra pelle.

Avvertenze ed effetti collaterali

Cosa sapere prima di usare creme all'acido glicolico

L'acido glicolico - analogamente a quanto avviene per altri agenti schiarenti ed esfolianti - può provocare effetti indesiderati quando applicato sulla cute.

Dopo l'applicazione di una crema all'acido glicolico, in individui sensibili possono manifestarsi arrossamento e irritazione cutanee. Da non dimenticare, inoltre, la possibile insorgenza di reazioni allergiche negli individui sensibili allo stesso acido glicolico e/o ad uno o più degli altri componenti della crema che si decide di utilizzare.

Qualora dopo l'applicazione di un qualsiasi tipo di crema all'acido glicolico dovessero manifestarsi effetti indesiderati di qualsiasi tipo, lavare immediatamente la pelle e interrompere l'uso del prodotto. Se la sintomatologia non scompare, è particolarmente intensa e/o peggiora, rivolgersi prontamente al medico.

Inoltre, è opportuno precisare che, quando si utilizza una crema all'acido glicolico, è fondamentale evitare l'esposizione diretta al sole, così come è indispensabile l'uso di prodotti solari per proteggere la pelle trattata dalle radiazioni UV.

Infine, si ribadisce ancora una volta l'importanza di leggere con attenzione e rispettare scrupolosamente le istruzioni riportate dal produttore in merito alla corretta modalità d'impiego della crema all'acido glicolico acquistata. 

CONDIVIDI: