Carbocisteina: Come Agisce, Perché e Quando si Assume?

Carbocisteina: Come Agisce, Perché e Quando si Assume?
Ultima modifica 12.01.2021
INDICE
  1. Generalità
  2. A Cosa Serve
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti Collaterali
  6. Come Agisce
  7. Dosaggio e Modo d'uso
  8. Gravidanza e Allattamento
  9. Controindicazioni

Generalità

Che cos'è la Carbocisteina e Caratteristiche generali

La carbocisteina è un principio attivo appartenente al gruppo dei mucolitici. Per tale ragione, essa trova impiego nel trattamento delle affezioni del tratto respiratorio caratterizzate da un'eccessiva produzione di muco.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/01/12/carbocisteina-copertina-orig.jpeg Shutterstock

La carbocisteina è presente in medicinali per uso orale che possono essere formulati come polvere per sospensione orale, granulato per soluzione orale, soluzione orale o sciroppo. Alcuni di questi medicinali possono essere liberamente acquistati senza bisogno di ricetta medica, in quanto classificati come farmaci senza obbligo di prescrizione medica (SOP) o come farmaci da banco (OTC); altri invece, necessitano la presentazione di ricetta medica ripetibile (RR) per poter essere venduti. Ad ogni modo, ai fini della rimborsabilità, sono tutti classificati come farmaci di fascia C; pertanto, il loro costo è a totale carico del cittadino.

Esempi di Medicinali contenenti Carbocisteina

  • Broncolib®
  • Carbocisteina Eg®
  • Coryfin Mucolitico®
  • Fluicare®
  • Fluifort®
  • Glosid®
  • Katarfluid®
  • Kofituss Mucolitico®
  • Lisomucil Tosse Mucolitico®
  • Mucocis®
  • Mucolase®
  • Mucostar®
  • Mucotreis®
  • Recofluid®
  • Solucis®
  • Tusselim Fluidificante®

A Cosa Serve

Indicazioni Terapeutiche della Carbocisteina: quando e perché si usa?

L'utilizzo della carbocisteina è indicato nel trattamento della tosse grassa e come fluidificante nelle affezioni acute e croniche dell'apparato respiratorio.

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di assumere la Carbocisteina

Benché molti farmaci a base di carbocisteina possano essere liberamente acquistabili, sarebbe opportuno assumerli solo su consiglio del medico o comunque rivolgersi ad esso prima di utilizzarli allo scopo di individuare eventuali controindicazioni al loro uso (ad esempio, presenza di particolari malattie, eventuali altre terapie farmacologiche in atto, allergia o intolleranza ad uno o più dei componenti - come, ad esempio, l'intolleranza ereditaria al fruttosio - ecc.).

In particolare, il medico deve essere consultato e informato prima di assumere la carbocisteina se:

  • Si soffre o si è sofferto in passato di ulcera gastroduodenale;
  • Si assumono altri farmaci che potrebbero favorire lo sviluppo della suddetta ulcera;
  • Si è anziani;
  • Si soffre di fenilchetonuria;
  • Si è in gravidanza o si sta allattando al seno;
  • Si hanno intolleranze ad alcuni tipi di zuccheri.

Durante il trattamento con carbocisteina, invece, il medico deve essere allertato se i sintomi perdurano, peggiorano e/o si manifestano anche altri sintomi in associazione, quali ad esempio (ma non esclusivamente), febbre e difficoltà respiratorie.

Non sono noti fenomeni di assuefazione e dipendenza dovuti al trattamento con carbocisteina.

Nota Bene

  • Alcuni farmaci a base di carbocisteina possono contenere sostanze (ad esempio, alcol etilico) in grado di determinare positività ai test anti-doping in rapporto ai limiti di concentrazione indicati da alcune federazioni sportive.
  • I mucolitici come la carbocisteina possono causare ostruzione bronchiale nei bambini con meno di 2 anni di età, per questo non devono essere utilizzati in questa categoria di pazienti (vedi capitolo "Controindicazioni").

Interazioni

Interazioni Farmacologiche fra la Carbocisteina e Altri Farmaci

È molto importante informare il medico se si stanno assumendo altri farmaci che possono causare ulcera gastroduodenale, reflusso gastroesofageo o emorragie gastrointestinali.

Dagli studi clinici condotti, non sono state individuate interazioni fra la carbocisteina e i più comuni farmaci impiegati nel trattamento delle affezioni delle vie respiratorie superiori ed inferiori.

Ad ogni modo, prima di iniziare il trattamento con il principio attivo in questione, è bene informare il medico se si stanno assumendo, sono stati recentemente assunti o si potrebbero assumere medicinali o prodotti di qualsiasi tipo, compresi i farmaci senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici, i prodotti omeopatici, ecc.

In caso di dubbi, rivolgersi al medico.

Effetti Collaterali

Quali Effetti Indesiderati può causare la Carbocisteina?

La carbocisteina, così come qualsiasi altro principio attivo, può causare diversi effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano nello stesso modo. Infatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco, manifestando effetti indesiderati diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandone affatto.

Fra gli effetti indesiderati che potrebbero manifestarsi con l'assunzione della carbocisteina, ritroviamo:

Qualora uno o più dei suddetti effetti indesiderati dovesse manifestarsi, l'assunzione di carbocisteina va immediatamente interrotta e il medico subito contattato. Se necessario, chiamare i soccorsi sanitari.

Nota: quelli sopra riportati sono alcuni degli effetti indesiderati che potrebbero manifestarsi durante l'assunzione di carbocisteina. Per informazioni più dettagliate in merito ai possibili effetti collaterali di un dato medicinale contenente carbocisteina, leggerne con attenzione il foglietto illustrativo.

Sovradosaggio da Carbocisteina

In caso di assunzione di dosi eccessive di carbocisteina possono manifestarsi:

Pertanto, in caso di sovradosaggio da carbocisteina - accertato o presunto - è opportuno contattare immediatamente il medico o l'ospedale più vicino.

Come Agisce

Come Funziona la Carbocisteina e con quale Meccanismo d'Azione agisce?

La carbocisteina è in grado di indurre la fluidificazione dei secreti vischiosi delle vie respiratorie, facilitandone di conseguenza l'eliminazione.

Più nel dettaglio, sembra che la carbocisteina espleti la sua azione attraverso l'aumento della sintesi delle sialomucine - con conseguente ripristino dell'equilibrio fra sialo- e fuco-mucine - e attraverso la stimolazione della secrezione di ioni cloro nell'epitelio delle vie respiratorie cui si associa trasporto di acqua che favorisce la fluidificazione del muco.

Dosaggio e Modo d'uso

Come si Somministra la Carbocisteina e in Quali Dosi?

Come accennato, la carbocisteina è disponibile in formulazioni farmaceutiche per uso orale quali: polvere per sospensione orale, granulato per soluzione orale, sciroppi e soluzioni orali.

La dose di farmaco da assumere dipende dal prodotto preso in considerazione, dalla concentrazione di principio attivo contenuta e dall'età del paziente.

Pertanto, si raccomanda di seguire le indicazioni fornite dal medico e le informazioni riportate sul foglietto illustrativo del medicinale a base di carbocisteina che si deve assumere. NON superare la dose raccomandata.

In caso di dubbi, consultare il medico o il farmacista.

Gravidanza e Allattamento

La Carbocisteina può essere utilizzata durante la Gestazione e nelle Madri che Allattano al Seno?

L'utilizzo della carbocisteina e dei farmaci che la contengono nelle donne in gravidanza e nelle madri che allattano al seno è controindicato.

Qualora fosse necessario iniziare la terapia con mucolitici, pertanto, le gestanti e le madri che allattano devono necessariamente informare il medico della loro condizione.

Per qualsiasi dubbio, rivolgersi al proprio medico e/o al proprio ginecologo.

Controindicazioni

Quando la Carbocisteina NON deve essere usata?

L'impiego della carbocisteina e dei medicinali che la contengono è controindicato in tutti i seguenti casi:

  • Allergia nota alla stessa carbocisteina e/o ad uno o più degli eccipienti contenuti nel medicinale che si deve assumere;
  • In pazienti che soffrono di ulcera gastroduodenale;
  • In gravidanza e durante l'allattamento al seno.

Alcuni medicinali, inoltre, sono controindicati anche nei bambini con età inferiore ai 2 anni o con età inferiore agli 11 anni, a seconda del farmaco preso in considerazione e della concentrazione di principio attivo contenuta.

Infine, ricordiamo anche che l'uso di alcuni farmaci contenenti carbocisteina è controindicato anche nei pazienti affetti da fenilchetonuria (per la presenza di aspartame - fonte di fenilalanina - nel prodotto).

Per maggiori informazioni, consultare il medico e leggere il foglietto illustrativo.

NOTA BENE

Nel corso di questo articolo si è cercato di riassumere le principali caratteristiche dei prodotti contenenti carbocisteina. Tuttavia, tali caratteristiche possono variare in funzione del farmaco preso in considerazione e della concentrazione di principio attivo in esso contenuta. Pertanto, per maggiori e specifiche informazioni su indicazioni, avvertenze e precauzioni per l'uso, interazioni, modo d'uso e posologia, uso in gravidanza e allattamento, effetti indesiderati e controindicazioni, si rinnova ancora una volta l'invito all'attenta lettura del foglietto illustrativo del prodotto.

In caso di dubbi, consultare il medico.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista