Scarpe per Camminare o Calzature da Walking

Scarpe per Camminare o Calzature da Walking
Ultima modifica 29.10.2019
INDICE
  1. Cosa Sono
  2. A Cosa Servono
  3. Caratteristiche
  4. Come Scegliere

Cosa Sono

Cosa sono le scarpe per camminare – calzature per il walking?

Si definiscono scarpe per camminare (o da passeggio): apposite calzature "da ginnastica" o "takkies" – talvolta volgarmente chiamate "scarpe da tennis" – concepite per uso sportivo, ma particolarmente indicate come capo di abbigliamento casual e/o da lavoro.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/09/23/scarpe-per-camminare-2-orig.jpeg Shutterstock

Quelle per camminare non sono scarpe da corsa (running) o da trekking o per la marcia, bensì calzature studiate per aumentare il confort di chi cammina per diversi chilometri al giorno o trascorre molto tempo in piedi.

Per approfondire: Scegliere le Scarpe per Correre – Scarpe da Running

Camminata veloce: breve riassunto

Prima di proseguire, è opportuno fare un breve riassunto sulle generalità della camminata veloce.

Questa non è sinonimo di passeggiata, ma assieme costituiscono pressochè il 90% delle forme di attività deambulatoria a scopo ricreativo.

Lo speed walking è una forma di esercizio fisico molto diffusa, perché a basso impatto e praticabile da quasi tutti. Ha tuttavia lo svantaggio di non permettere alti livelli di condizionamento cardiovascolare, perché non si avvantaggia di picchi di alta intensità; al chiuso, su tapis roulant, paradossalmente consente di sfruttare maggiore inclinazione aumentando l'intensità di esercizio.

Offre vantaggi metabolici, cardiocircolatori, respiratori, muscolari e psicologici. Rimane comunque un'attività motoria e in quanto tale, prima della pratica, è consigliabile il consulto medico e un opportuno certificato di idoneità fisica allo sforzo. Le controindicazioni principali riguardano: disagi articolari degli arti inferiori e della schiena, patologie del cuore o ventilatorie molto gravi, obesità o sottopeso grave.

In parecchi sfruttano la camminata veloce per dimagrire, ma è doveroso rammentare che, avendo un'intensità moderata, richiede alti volumi di allenamento, e che i suoi effetti non prescindono dalla gestione della dieta. Ergo: per dimagrire camminando bisogna percorrere molti chilometri e mangiare in maniera calibrata.

Per approfondire: Camminata Veloce

A Cosa Servono

A cosa servono le scarpe per camminare – calzature per il walking?

L'elevata duttilità delle calzature per il walking è strettamente legata alla loro funzione, quindi alle relative proprietà fisiche e strutturali.

Le scarpe da passeggio si possono considerare come le "calzature ergonomiche per eccellenza", in quanto nascono per incrementare la comodità nella postura e nel movimento tipici dell'essere umano, cioè la posizione eretta, e la deambulazione.

 Le calzature per camminare sono scarpe necessarie a tutti coloro che:

  • intendono praticare l'attività motoria di walking
  • camminano o rimangono in piedi a lungo per lavoro
  • richiedono una riabilitazione post-infortunio (soprattutto di natura propedeutica agli sport che implicano la corsa).

Caratteristiche

Caratteristiche delle scarpe per camminare – calzature per il walking

Le migliori scarpe per camminare replicano molte delle caratteristiche di design e tecnologia tipiche delle scarpe da running, ovvero da corsa di fondo o maratona, anche se, a differenza di queste ultime (soprattutto dei modelli super-leggeri), offrono enormi vantaggi in termini di comfort e supporto a discapito di leggerezza ed efficienza nella risposta di rimbalzo.

Di seguito faremo un breve riassunto delle caratteristiche più indicative delle scarpe per camminare.

Comfort e protezione delle calzature per il walking

Nonostante trovino grande impiego anche nell'abbigliamento di tutti i giorni, le scarpe da passeggio vengono progettate anzitutto sulla base della loro specifica funzione, piuttosto che sull'estetica.

Va da sé che la maggior parte delle scarpe da passeggio non rispetti i canoni modaioli annuali, ma è un piccolo prezzo da pagare per assicurare il benessere di piedi e articolazioni – da quelle delle caviglie fino a ginocchia, anche e schiena.

Le calzature per il walking sono ideali per il recupero da patologie del piede come la fascite plantare e ne esistono tipologie suddivise anche in base alla larghezza del piede.

Rispetto alle scarpe da running, quelle per camminare hanno un maggior peso ma anche una maggior stabilità e protezione da urti e irregolarità del suolo. Sono infatti progettate per assicurare comodità anche dopo molte ore, con supporto e traspirabilità del piede.

L'aspetto più importante da considerare nella scelta della giusta calzatura per il walking è la vestibilità generale, ragion per cui è fondamentale provare più modelli diversi prima di sceglierla.

Come Scegliere

Come scegliere le scarpe per camminare – calzature da walking

Le scarpe da passeggio, in genere, rientrano in una di queste tre categorie:

  • Performance trainiers: scarpe leggere ideali per chi non ha bisogno di controllo del movimento
  • Cushioned shoes: scarpe ammortizzate che offrono un maggiore comfort per coloro che camminano per lunghe distanze (oltre 10 chilometri alla volta)
  • Stability shoes: sono per soggetti che non hanno gravi problemi di stabilità ma traggono beneficio da un maggiore controllo del movimento.

Non importa quanto sia bella una scarpa, se non si adatta correttamente alle caratteristiche antropometriche e a quelle della camminata soggettiva è da considerare sbagliata. È quindi sempre consigliabile, soprattutto alle prime armi, appoggiarsi a un rivenditore competente. I personal trainer sono spesso un'ottima risorsa, ma anche commessi appassionati, runners e marciatori di esperienza. Potendo scegliere, sarebbe auspicabile prediligere i negozi che offrono specifiche analisi del piede.

Scarpe da passeggio VS calzature da running

Scarpe da passeggio e da running differiscono per il modo in cui devono rispondere al movimento. I camminatori appoggiano sul tallone e rotolano fino all'avampiede, e non hanno bisogno di particolari accorgimenti strutturali invece essenziali nella corsa.

È invece essenziale la capacità di flessione. Una scarpa per camminare deve essere flessibile sull'avampiede, in caso contrario aumenterebbe la resistenza, l'affaticamento e la possibilità di piccoli disagi come la sindrome tibiale mediale.

Per trovare il giusto paio di calzature da walking è necessario indossarle; si consiglia quindi di:

  • osservare il tallone, che non dovrebbe sollevarsi più di 1-2 cm dalla suola e dal margine del calcagno, evitando quindi gli spazi vuoti. Questo garantisce che la taglia sia adeguata
  • controllare che la larghezza della pianta rispetti la forma del nostro piede; è un requisito di comfort imprescindibile
  • verificare che non si torcano lateralmente bensì trasversalmente, ma sull'avampiede e non prima
  • scrutare la punta della scarpa, che dev'essere leggermente sollevata.

Scarpe Motion Control per iperpronatori

In caso di iperpronazione della camminata (inclinazione verso l'esterno), potrebbe essere necessario scegliere un paio di scarpe specifiche per compensare il problema, soprattutto in caso di peso eccessivo o di altri problemi di mobilità – come ginocchia, caviglie o coxo-feorali deboli.

Se da un lato le scarpe per il controllo del movimento tendono ad essere più pesanti, dall'altro offrono un supporto più solido e possono aiutare a bilanciare l'andatura durante la deambulazione.

Nel dubbio, è consigliabile far analizzare la propria andatura nel negozio di scarpe dove è previsto l'acquisto. Se la pronazione è particolarmente grave, potrebbe essere necessario richiedere una scarpa personalizzata o semplicemente utilizzare una soletta ortotica in grado di fornire il supporto necessario.

Nella ricerca della giusta scarpa per camminare è sconsigliabile lasciarsi ammaliare dal brand. Una qualsiasi scarpa flessibile sull'anteriore, con una caduta minima del tallone, può essere perfettamente adatta anche se apparentemente di bassa gamma.

Per di più, in opposizione a quanto si consiglia normalmente, in alcuni casi può rivelarsi adeguata anche una scarpa da corsa. Ma non è una regola.

Per fare la scelta giusta, si raccomanda di anteporre sempre la funzionalità e la comodità prima alla moda e al brand. Le gamme sono numerose ed estremamente variegate, ma chiunque può trovare la scarpa giusta per il walking ad un prezzo compreso tra 60 e 120 euro.

Autore

Riccardo Borgacci
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer