Ultima modifica 26.06.2018

La vitamina C o acido L-ascorbico prende il nome dalla capacità di curare lo scorbuto, malattia che in passato colpiva i marinai che per tempi lunghi non riuscivano ad assumere vegetali freschi.

E' necessario assumere la vitamina C con l'alimentazione perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarla. Nel nostro corpo, ne esiste solo una piccola riserva all'interno delle ghiandole surrenali.

Le funzioni positive di questa vitamina sono molteplici:

  • facilita l'assorbimento di ferro (coadiuvante nell'incorporazione del ferro nella ferritina)
  • stimola le difese immunitarie
  • riduce il danno causato dal consumo di prodotti contenenti conservanti alimentari come nitrati e nitriti
  • interviene nella produzione di collagene, una sostanza intracellulare che costituisce la struttura di muscoli, ossa, cartilagini e tessuti.
  • interviene nella sintesi di alcuni importanti ormoni e neurotrasmettitori
  • ha un potente effetto antiossidante e contrasta gli effetti di sostanza tossiche quali fumo e inquinamento
  • protegge la pelle dai raggi ultravioletti

Principali fonti in natura:


Agrumi, Kiwi, ribes nero, fragole, peperoni dolci, peperoncinoprezzemolo, cavolfiore, patate dolci, broccoli, cavolini di Bruxelles, fragole, pomodori.


DOSAGGIO: tra i 45 ed i 60 milligrammi (più o meno la dose contenuta in un Kiwi di media dimensione). Tuttavia per apprezzare i suoi effetti antiossidanti occorre un'assunzione giornaliera di almeno 200 milligrammi/die.


Alimento

Vitamina C (mg/100g)

Cavoletti di Bruxelles 81
Fragole / Clementine 54
Lattuga 59
Limoni / Arance 50
Mandarini 42
Kiwi 85
Peperoncini piccanti 229
Peperoncini rossi e gialli 166
Peperoni crudi 151
Peperoni verdi 127
Pomodori maturi 25
Pomodori San Marzano 24
Pompelmo 40
Pomodori da insalata 21
Succo di arance 44
Rucola 110

CONTINUA vitamina C