Polpette di riso ed avena alla pizzaiola

Eccoci ancora qui, sempre puntuali per voi, nella sezione “In cucina con gli avanzi di My-personaltrainerTv”: se avete preparato del meraviglioso latte d'avena vi sarà sicuramente avanzata la polpa d'avena esaurita (detta okara), dalla quale non è più possibile estrarre il latte. Dunque dunque, ho pensato bene di recuperare tutta questa delizia, di mescolarla con del riso e di farne delle buonissime polpettine al gusto pizza! Scopriamo insieme ciò che ci occorre


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: facile

PER QUANTE PERSONE: 6 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI: 193,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 15 minuti per l’impasto; 10 minuti di cottura + il tempo necessario per preparare l’okara

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta: Ricette dietetiche Light / Ricette per Vegetariani / In Cucina con gli Avanzi / Secondi piatti / Polpette di riso ed avena alla pizzaiola

Ingredienti

Per le polpettine

Per il sugo

Materiale occorrente

  • Pentolino per il riso
  • Ciotola capiente
  • Mestoli di legno
  • Tagliere per alimenti
  • Padella antiaderente od in pietra
  • Coperchio per la padella
  • Coltello affilato per il formaggio
  • Grattugia
  • Guanti in lattice (facoltativi)

Preparazione

  1. Per prima cosa cuocere il riso in abbondante acqua calda salata. Scolarlo e sciacquarlo sotto l'acqua fredda per bloccare la cottura, che verrà poi ultimata in padella.
  2. In una ciotola, versare il riso, la ricotta fresca, l'okara di avena, il grana grattugiato e l'origano; aggiustare di sale e pepe, ed aggiungere tanto pane grattugiato quanto basta per ottenere un composto che si riesca a modellare con le mani.

Come si prepara l'okara?
In questa ricetta viene proposto un modo alternativo per utilizzare l'okara di avena, ovvero la polpa esaurita di questo cereale utilizzato per la realizzazione del latte d'avena. L'okara si prepara semplicemente frullando nel mixer i semi di avena (già ammollati) con l'acqua; successivamente, il composto va portato ad ebollizione per 20 minuti e filtrato attraverso un canovaccio pulito: il filtrato ottenuto sarà il latte d'avena, mentre la parte che rimane intrappolata nel canovaccio costituisce l'okara di avena.

  1. Con le mani (eventualmente protette da guanti in lattice), formare delle piccole polpettine, che verranno poi rotolate sul pane grattugiato.
  2. Scaldare una padella antiaderente od in pietra con un filo d'olio e rosolare le polpettine su tutti i lati per alcuni minuti. Versare dunque i pomodorini in scatola, aggiustare di sale, aggiungere a piacere un po' di peperoncino ed ultimare la cottura mantenendo una fiamma dolce.
  3. Quando le polpettine saranno pronte ed il sugo si sarà amalgamato con le polpettine, spegnere la fiamma e coprire ogni bocconcino con mezza fettina di mozzarella (od un altro formaggio a pasta filata). Spolverizzare con abbondante origano e coprire le polpettine con il coperchio per fare in modo che il formaggio si sciolga.
  4. Servire le polpettine bollenti.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Ecco dunque un esempio pratico (e squisito) di come si riesca a recuperare lo “scarto” (per modo di dire) del latte d'avena: senza dubbio una golosità da provare! Farà impazzire i vostri bambini! Parola di Personal Cooker.

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Le polpette di riso e avena “dovrebbero” essere preparate con l'okara rimanente dal latte di avena; tuttavia, nell'eventualità che non si disponga di questa rimanenza, è possibile utilizzare avena integra, precedentemente ammollata e sbollentata (vedi procedimento iniziale della ricetta: “Latte di avena”). I valori nutrizionali della ricetta con okara e quelli con avena integra NON possono essere gli stessi… tuttavia, è possibile avere un quadro sufficientemente esaustivo anche scrutando la versione con avena intera che, probabilmente, si differenzia solo per una maggior quantità di carboidrati complessi. Le polpette di riso e avena alla pizzaiola sono un primo piatto alternativo che, a differenza della classica pasta asciutta o dei risotti, apporta PIU' fibra alimentare e più proteine. L'apporto energetico è comunque analogo o addirittura superiore (paragonandolo, per esempio, alla ricetta “Pasta al pomodoro alla my-personaltrainer”) e la porzione raccomandabile potrebbe essere di circa 150-200g complessivi.



VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 193 Kcal

Carboidrati: 24.40 g

Proteine: 9.60 g

Grassi: 7.00 g

di cui saturi: 3.50g
di cui monoinsaturi: 2.70g
di cui polinsaturi: 0.80 g

Colesterolo: 17.50 mg

Fibre: 2.60 g

Ricette correlate