Castagnole di Carnevale

Oggi ricetta in pieno tema carnevalesco: le favette! Non sapete di che cosa sto parlando? “Favetta” è un termine tipico delle mie zone, del Veneto per l'appunto, che indica un dolcetto caratteristico del Carnevale. Le favette sono per lo più conosciute con il nome “castagnole” e oggi vi propongo la ricetta della nonna! Via con dosi ed ingredienti.


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: abbastanza facile

PER QUANTE PERSONE: 6 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI: 374,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 15 minuti per la preparazione; 15 minuti per la frittura

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta: Ricette di Carnevale / Ricette per le Festività / Ricette per Vegetariani / Dolci e Dessert / Castagnole di Carnevale

Ingredienti

Per 40-50 castagnole

Per friggere

Per servire

Materiale occorrente

  • Ciotola
  • Bilancina pesa alimenti
  • Setaccio
  • Casseruola per friggere
  • Schiumarola
  • Carta assorbente
  • Termometro
  • Frustino

Preparazione

  1. Lavorare a crema il burro ammorbidito insieme allo zucchero. Aggiungere l'uovo, il sale ed il rhum, e mescolare fino ad ottenere un composto cremoso.

In alternativa…
È possibile sostituire il rhum con una stessa quantità di anice. Per evitare alcolici, sostituire il rhum (o l'anice) con aroma alla vaniglia o con la scorza grattugiata di un limone.

  1. Setacciare la farina bianca con il lievito e l'amido di mais. Unire gradatamente le polveri alla crema ottenuta, fino ad ottenere un impasto morbido ma facilmente modellabile con le mani e non appiccicoso.
  2. Dividere l'impasto in 4 parti e ricavarne 4 filoncini. Tagliare ogni cordoncino a piccoli pezzi (dalla grandezza degli gnocchi di patate) ed ottenere tante palline.
  3. Scaldare l'olio di semi di arachidi fino al raggiungimento dei 180°C: si raccomanda di monitorare la temperatura con uno specifico termometro per alimenti al fine di evitare la formazione di composti tossici potenzialmente dannosi per la salute.

I consigli OK
Si consiglia di preferire una pentola dai bordi alti per fare in modo che le castagnole possano disporre di uno spazio sufficiente per rigirarsi nell'olio.
Per un'ottimale cottura, si raccomanda inoltre di cuocere poche castagnole per volta: in questo modo, sarà più semplice mantenere la temperatura costante.

  1. Friggere le castagnole nell'olio bollente per un paio di minuti. Rimuovere i dolcetti dall'olio con l'aiuto di una schiumarola e sistemarli su un foglio di carta assorbente.
  2. Spolverizzare con zucchero a velo e servire.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Alla domanda “il fritto fa male?” potrei dare una duplice risposta! Sì, quando non viene realizzato correttamente, scegliendo oli con basso punto di fumo e riutilizzando l'olio più volte! No, quando viene consumato saltuariamente e si rispettano alcuni importanti accorgimenti durante la cottura. Una castagnola fritta bene e consumata di tanto in tanto, non può certo far male! E non perdetevi la ricetta delle Castagnole Vegan, senza uova, senza latte e senza burro!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Le Castagnole di Carnevale sono un alimento dolce ricco di grassi. La prevalenza energetica è comunque a favore dei carboidrati e le proteine costituiscono la porzione meno importante. Il colesterolo è RILEVANTE mentre l'apporto di fibre poco incisivo. Si tratta di un alimento NON idoneo all'alimentazione del soggetto in sovrappeso e di quello affetto da malattie del metabolismo. La porzione media di Castagnole di Carnevale è di circa 30g (110kcal).
VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 374 Kcal

Carboidrati: 52.80 g

Proteine: 4.80 g

Grassi: 17.40 g

di cui saturi: 6.40g
di cui monoinsaturi: 9.00g
di cui polinsaturi: 4.00 g

Colesterolo: 73.20 mg

Fibre: 1.20 g

Ricette correlate