Uovo all'Occhio di Bue

Se il tuorlo dell'uovo viene paragonato ad una pupilla gigante e l'albume alla sclera (la parte bianca dell'occhio), ecco che, mediante cottura veloce, si può facilmente preparare l'uovo all'occhio di bue! Si tratta di un piatto semplice ma non banale, che richiede alcuni importanti accorgimenti affinché sia possibile ottenere un ottimo risultato! Siete sicuri di sapere tutti i trucchi per preparare perfette uova all'occhio di bue? Non perdetevi il video, vi riserverà belle sorprese!


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: facile

PER QUANTE PERSONE: 2 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI: 176,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:


112 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta: Ricette per Vegetariani / Secondi piatti / Uovo all'Occhio di Bue

Ingredienti

Materiale occorrente

  • Padellina
  • Ciotola
  • Paletta
  • Piatto

Preparazione

Cosa sapere prima di iniziare
Esistono molti modi per preparare le uova al tegamino (chiamate anche uova all'occhio di bue): c'è chi le frigge nell'olio, chi nel burro o nella margarina, chi ama il tuorlo piuttosto solido, chi invece apprezza il tuorlo crudo. C'è perfino chi gira le uova in padella come fossero una frittata. La ricetta originale prevede di friggere le uova (non sbattute) in un tegame rovente unto di grasso (animale o vegetale): l'uovo all'occhio di bue è pronto quando l'albume ha assunto una colorazione bianca, ed il tuorlo si presenta coperto da una pellicola lucida e brillante. Un uovo all'occhio di bue perfetto non deve presentare la crosticina croccante e marroncina lungo il bordo, ma l'albume deve apparire bianco candido, morbido ed uniforme.
Alcune persone preferiscono una cottura prolungata delle uova, affinché il tuorlo non appaia eccessivamente liquido: a tal proposito, è possibile coprire la padella con il coperchio.
Di seguito, suggeriamo la preparazione di due tipologie di uova (di gallina e di oca), svelando i trucchi per prepararle con pochi grassi.

  1. UOVA DI GALLINA AL TEGAMINO: PRIMO METODO. Sgusciare le uova avendo cura di non rompere il tuorlo, dunque raccoglierle in una ciotola. Nel frattempo, scaldare moltissimo una padella in pietra o antiaderente: quando è rovente, ungerla con un foglio di carta assorbente intinto in poco olio extravergine d'oliva. Versare le uova, abbassare la fiamma e cuocerle per un paio di minuti, avendo cura di evitare la formazione della crosticina marrone ai lati degli albumi e di assicurare un tuorlo lucido e brillante (non si dovrà ottenere una consistenza troppo dura). Quando le uova sono pronte, farle scivolare dalla padella e servire ultimando con sale e pepe, insieme ad un contorno di verdure a piacere.

La padella giusta
Si consiglia di scegliere la padella in base al numero di uova che si desidera cuocere. Ad esempio, una padella dal diametro di 18 cm è ideale per cuocere un paio di uova di gallina al tegamino (oppure un uovo di oca), mentre una padella da 24 cm di diametro più contenere anche 4 o 5 uova di gallina!

  1. UOVA DI OCA: SECONDO METODO. Sgusciare le uova avendo cura di non rompere il tuorlo, dunque raccoglierle in una ciotola. Nel frattempo, scaldare moltissimo una padella in pietra o antiaderente: quando è rovente, ungerla con un foglio di carta assorbente intinto in poco olio extravergine d'oliva. Versare le uova, coprire immediatamente con il coperchio e cuocere per 2-3 minuti, fino ad ottenere il grado di cottura desiderato. Rimuovere il coperchio, controllare il grado di cottura e servire con sale, pepe e verdure.

Lo sapevi che…
Le uova di oca sono più ricche di grassi rispetto a quelle di gallina, oltre ad essere più grosse: un uovo di gallina pesa all'incirca 55-60 g, mentre un uovo di oca circa 110 g!
Per la preparazione delle uova di oca al tegamino, consigliamo l'impiego del coperchio perché il tuorlo, essendo più grosso e pesante rispetto a quello di gallina, rischierebbe di rimanere eccessivamente fluido al suo interno.



Il commento di Alice - PersonalCooker

Come abbiamo potuto riscontrare, la preparazione delle uova all'occhio di bue non è così immediata, ma rispettando questi piccoli accorgimenti il risultato sarà favoloso! Se gradite, potete arricchire le uova con del formaggio, da appoggiare sulla superficie del tuorlo prima di rimuoverlo dalla padella.

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

L'Uovo all'Occhio di Bue è una ricetta che fa parte delle pietanze.
Ha un apporto energetico medio-elevato, fornito principalmente dai lipidi, seguiti dalle proteine e infine dai carboidrati.
Gli acidi grassi sono prevalentemente monoinsaturi, i peptidi ad alto valore biologico e i glucidi semplici.
Il colesterolo è abbondantissimo e le fibre risultano assenti.
L'Uovo all'Occhio di Bue non si presta alla dieta contro l'ipercolesterolemia e dev'essere consumato con moderazione in caso di sovrappeso. E' tollerato nei regimi alimentari per il diabete, l'ipertrigliceridemia e l'ipertensione.
Non ha controindicazioni nel regime alimentare contro la celiachia e l'intolleranza al lattosio.
Non è ammesso dalle filosofie vegetariana e vegana.
La porzione media corrisponde a 50-100g (circa 85-175kcal).


VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 176 Kcal

Carboidrati: 1.00 g

Proteine: 12.40 g

Grassi: 13.60 g

di cui saturi: 3.95g
di cui monoinsaturi: 7.98g
di cui polinsaturi: 1.71 g

Colesterolo: 478.80 mg

Fibre: 0.00 g



Commenti da Youtube

Ricette correlate