Gelato alla fragola a basso contenuto di zuccheri

I gelati rappresentano sicuramente un irresistibile richiamo per le persone ghiotte di dolci…e questo desiderio di freschezza culinaria si accentua sempre più con l'avvicinarsi dell'estate. Uno degli inconvenienti dei gelati, tuttavia, è rappresentato dalla considerevole presenza di zuccheri e grassi. Oggi vorrei proporvi un gelato alla fragola preparato con il latte parzialmente scremato (dunque non con la panna), la cui quota di zuccheri sarà piuttosto contenuta. Per questo gelato, utilizzeremo infatti due ingredienti "furbetti":

  • Fruttosio, lo zucchero della frutta con un'elevata capacità dolcificante
  • Inulina, una fibra solubile composta da lunghe catene di fruttosio.
Ma perché utilizzare l'inulina? Quali vantaggi apporta?
  • Conferisce cremosità, corpo e struttura ai gelati
  • Permette di ridurre la quantità di grassi presente perché conferisce alla massa una consistenza cremosa
  • Fissa gli aromi ed esalta il sapore del gelato
  • Abbassa il punto di congelamento della massa
  • Lieve potere dolcificante
  • Substrato prebiotico (stimola la crescita o l'attività di uno o più batteri “buoni” nel colon)
  • Permette di ottenere un gelato “funzionale” perché determina un effetto positivo sul transito intestinale, ha un possibile effetto positivo sulla concentrazione di colesterolo e trigliceridi ed ottimizza la composizione della flora intestinale
Dall'analisi di queste caratteristiche si comprende come l'inulina possa costituire un ottimo supporto tecnologico e funzionale per i gelati a basso contenuto di zuccheri.


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: molto facile

PER QUANTE PERSONE: 6 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI: 46,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 10 minuti per la preparazione; 30 minuti circa di congelamento nella gelatiera + il tempo di raffreddamento della gelatiera

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta: Ricette per Vegetariani / Ricette Senza Glutine / Ricette per Diabetici / Gelati e sorbetti / Dolci e Dessert / Gelato alla fragola a basso contenuto di zuccheri

Ingredienti

Materiale occorrente

  • Gelatiera
  • Mixer ad immersione
  • Caraffa o contenitore con bordi alti
  • Mestolo di legno
  • Coltello in ceramica
  • Tagliere per alimenti

Preparazione

  1. Lavare velocemente le fragole con acqua fresca ed asciugarle per bene in modo che non assorbano troppo liquido.
  2. Rimuovere le parti non edibili con un coltello in ceramica e tagliarle in pezzi più o meno regolari.
  3. Versare le fragole in una caraffa oppure in un altro contenitore a bordi alti, aggiungere 60-80 g di fruttosio e mescolare con il cucchiaio di legno.
  4. Versare dunque il latte parzialmente scremato e l'inulina. Frullare il tutto con il mixer ad immersione, fino a formare un liquido piuttosto denso.

L'idea giusta
Per ridurre ancor più i grassi, è possibile sostituire tutto il latte con semplice acqua: in questo caso, tuttavia, la dose di zuccheri (fruttosio, in questo caso) dovrà aggirarsi intorno ai 100 g. Lo zucchero, infatti, oltre a rendere dolce il composto, conferisce al gelato struttura e corpo.

  1. Trasferire il composto in una gelatiera e lasciar mantecare il gelato per circa 20-30 minuti, fino ad ottenere la consistenza desiderata.
  2. Servire il gelato in coppette, decorando a piacere con una fragola.


Il commento di Alice - PersonalCooker

La cremosità di questo gelato è discreta, ma comunque inferiore rispetto ad un gelato classico ricco di panna e grassi. D'altronde anche il gusto viene leggermente sacrificato, collocandosi a metà tra quello di un ghiacciolo alla fragola e quello di un gelato tradizionale ad alto contenuto di zucchero e grassi. Anche l'aspetto poco cremoso, con le bolle evidenziate nella foto, rappresenta una caratteristica non desiderabile... ma in fin dei conti per rimanere in forma e in salute qualche rinuncia bisogna pur farla, non credete?

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Il gelato alla fragola a basso contenuto di zuccheri è un'alternativa utile per l'alimentazione del diabetico o per un regime alimentare ipocalorico; inoltre, possedendo un'ottima porzione di fibra alimentare (grazie all'aggiunta di inulina), si presta molto anche alla nutrizione contro la stipsi. Porzioni di 100-200g (45-90kcal) sono contestualizzabili in qualsiasi spuntino lontano dai pasti principali.



VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 46 Kcal

Carboidrati: 5.30 g

Proteine: 2.00 g

Grassi: 2.00 g

di cui saturi: 0.70g
di cui monoinsaturi: 0.30g
di cui polinsaturi: 0.10 g

Colesterolo: 4.30 mg

Fibre: 2.90 g

Ricette correlate