Spatzle

La giornata particolarmente fredda di oggi mi ha dato l'ispirazione giusta per preparare gli spatzle, dei piccoli, ciccioni e bizzarri gnocchetti tipici della tradizione tirolese, che si sposano perfettamente con spezzatini di carne, gulash e cacciagione. Ma gli stessi spatzle possono essere benissimo consumati come primo piatto, gustoso e saporito. Oggi vedremo insieme due varianti di spatzle: agli spinaci e naturali, ma si possono preparare anche rossi (con la barbabietola) ed al formaggio. Io vi propongo, chiaramente, una variante leggera: per la preparazione serviranno pochissime uova ma anche il condimento sarà molto più leggero rispetto alla ricetta tradizionale. Scopriamo subito ciò che ci occorre.


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: facile

PER QUANTE PERSONE: 4 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI: 187,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 15 minuti per preparare gli impasti degli spetzle; 2 minuti di cottura


13 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta: Ricette Regionali / Primi piatti / Spatzle

Ingredienti

In più...

Spatzle agli spinaci

Sugo

Spatzle classici

Materiale occorrente

  • Strumento per gli gnocchetti (indispensabile!)
  • Casseruola capiente per cuocere gli gnocchetti
  • Padella per il sugo
  • Ciotola per l'acqua e per il ghiaccio
  • Tagliere e coltello per lo speck
  • Pentola per cuocere a vapore gli spinaci
  • Becker e mixer per gli spinaci
  • Ciotole
  • Mestoli
  • Schiumarola

Preparazione

PER GLI SPATZLE AGLI SPINACI

  1. Cuocere gli spinaci a vapore e strizzarli per rimuovere l'acqua in eccesso.
  2. In un becker (oppure in un contenitore alto e stretto) versare gli spinaci e l'uovo. Tritare il tutto fino ad ottenere una crema vellutata.
  3. Versare la crema di spinaci in una ciotola, dunque aggiungere anche il latte, il sale, il pepe e la farina. Mescolare fino ad ottenere una pastella piuttosto densa.

PER GLI SPATZLE CLASSICI

  1. In una ciotola versare l'uovo, il latte, la noce moscata, il sale ed il pepe, e la farina: mescolare tutti gli ingredienti fino a formare una pastella della stessa consistenza dell'impasto precedente.

PER LA COTTURA

  1. Mettere a bollire abbondante acqua salata. Quando raggiunge la temperatura di ebollizione, abbassare la fiamma ed appoggiare sulla pentola l'apposito strumento per gnocchetti.
  2. Iniziare con gli spatzle classici: versare la pastella nello strumento e, con movimenti verticali (alto-basso), far gocciolare l'impasto direttamente nell'acqua (si consiglia di far riferimento al video).
  3. Attendere alcuni istanti e, con la schiumarola, raccogliere gli gnocchetti che nel frattempo saranno affiorati.

Consiglio della personal-cooker
Chi desidera, può preparare anticipatamente gli spatzle. A tale scopo, però, è necessario bloccare la cottura degli gnocchetti: l'unico modo è tuffarli in una grossa bacinella con abbondante acqua ghiacciata (da conservare in frigorifero per un paio di giorni massimo). Al momento dell'utilizzo, sarà sufficiente raccogliere gli gnocchetti e farli insaporire con un sugo a piacere.

  1. Eseguire la stessa operazione con la pastella agli spinaci: è possibile utilizzare lo stesso strumento (non è necessario lavarlo nuovamente prima di versare la pastella).

PER IL SUGO

  1. In una padella, scaldare il latte e la ricotta. Aggiungere dunque lo speck tagliato a listarelle ed unirvi gli spatzle.

Il sugo con poche calorie
La ricetta tradizionale prevede di insaporire gli spatzle con burro e salvia oppure con la panna e lo speck. Per ridurre le calorie mantenendo comunque il sapore, si consiglia di insaporire gli gnocchetti con la ricotta sciolta nel latte. l'effetto è pressoché identico a quello reso dalla panna!

  1. Servire bollenti, terminando con una spolverizzata di grana grattugiato.



Il commento di Alice - PersonalCooker

Avete visto? L'effetto della ricotta sciolta in poco latte è pressoché identico a quello reso dalla panna (classico abbinamento). Cosa pretendere di più? Uguale risultato, minime calorie! Buon appetito da My-personaltrainerTv.

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Gli spatzle sono un primo piatto tipicamente tedesco, ampiamente diffuso pure nel nord Italia, più precisamente in Tirolo. Essi, in quanto pasta fresca, non crescono in cottura e l'apporto energetico riportato qui a fianco deve essere adattato alla porzione di consumo, quindi (per un adulto) circa 200g (370kcal). Gli spatzle hanno un ottimo contenuto proteico imputabile alla presenza dell'uovo che, d'altro canto, contribuisce (con la ricotta del sugo) all'innalzamento degli acidi grassi saturi e del colesterolo. Nel complesso, gli spatzle di Alice sono un alimento sufficientemente equilibrato e se consumato nelle giuste porzioni potrebbe rientrare nella dieta di qualunque regime calorico.



VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 187 Kcal

Carboidrati: 21.20 g

Proteine: 12.00 g

Grassi: 6.60 g

di cui saturi: 3.10g
di cui monoinsaturi: 2.50g
di cui polinsaturi: 1.00 g

Colesterolo: 70.30 mg

Fibre: 1.60 g



Commenti da Youtube

Ricette correlate