Sciroppo di sambuco - bibita rinfrescante e sciroppo naturale contro la febbre

Ciao ragazzi e bentornati nel laboratorio gastronomico di My-personaltrainerTv. Visto che in questo periodo primaverile le piante di sambuco sono in fiore, vorrei oggi preparare con voi lo sciroppo di sambuco, squisita bevanda rinfrescante per l'estate ed ottimo scaccia-febbre per l'inverno. Il sambuco (Sambucus nigra) è una pianta appartenente alla famiglia delle Caprifoliaceae, la cui parte utilizzata è costituita da fiori e foglie. Noi utilizzeremo solamente i fiori, profumatissimi, utili non solo per le proprietà aromatiche straordinarie, ma anche per le virtù diuretiche e diaforetiche. Una pianta dalle proprietà diaforetiche è in grado di aumentare la sudorazione corporea, facilitare l'eliminazione delle tossine microbiche dall'organismo, riducendo nel contempo la temperatura corporea: per questo i fiori di sambuco vengono sfruttati anche come blandi antipiretici, in caso cioè di febbre. Quindi, lo sciroppo che vi sto per proporre unisce l'utile al dilettevole: assunto puro, in dosi pari a 1-2 cucchiai, può facilitare l'allontanamento della febbre; diluito in 15 parti di acqua può invece costituire un'ottima bevanda rinfrescante per l'estate.


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: facile

PER QUANTE PERSONE: 20 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI: 188,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 15 minuti per la preparazione; 24 ore di riposo; 15 minuti per la filtrazione e l’imbottigliamento


23 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta: Ricette Funzionali / Ricette Vegane / Ricette per Vegetariani / Ricette Senza Glutine / Sciroppi, Liquori e grappe / Sciroppo di sambuco - bibita rinfrescante e sciroppo naturale contro la febbre

Ingredienti

Materiale occorrente

  • Casseruola molto capiente, preferibilmente in acciaio
  • Pellicola o coperchio per la pentola
  • Mestoli di legno
  • Guanti in lattice (facoltativi)
  • Forbici (per tagliare eventualmente i fiori)
  • Bottiglie in vetro scuro
  • Tappi a corona
  • Imbottigliatore
  • Colino
  • Canovaccio pulito per filtrare
  • Scolapasta per filtrare
  • Ciotole capienti
  • Coltelli e tagliere per alimenti
  • Imbuto
  • Mestolo

Preparazione

Cosa sapere prima di iniziare
È importante raccogliere i fiori di sambuco poco prima di iniziare la preparazione dello sciroppo, per evitare che questi si affloscino. I fiori di sambuco vanno raccolti solo se non inquinati dagli scarichi delle automobili oppure da diserbanti o agenti potenzialmente dannosi per la salute: a tale scopo si consiglia di raccogliere i fiori di sambuco nel bosco od in altri posti che siano ben lontani dal ciglio della strada.

  1. Rimuovere le impurità dai fiori di sambuco con l’aiuto delle forbici o semplicemente con le mani, preferibilmente protette da guanti in lattice.
  2. Versare i ciuffetti di fiori di sambuco in una casseruola molto capiente, dunque coprire con lo zucchero, aggiungere poi l’acqua, l’acido citrico (acidificante per bevande, correttore di acidità e conservante) ed i limoni non trattati e lavati accuratamente, tagliati a metà (non spremuti!).
  3. Lasciare in macera i fiori di sambuco ed i limoni per 24 ore, mescolando di tanto in tanto per facilitare la solubilizzazione dello zucchero.

Lo sapevi che…
Si definisce “sciroppo” una soluzione preparata con acqua e zucchero, eventualmente unita ad aromi o concentrati. L’esagerata quantità di zucchero utilizzata in questa ricetta non deve spaventare: per trasformarsi in un’ottima bevanda rinfrescante, lo sciroppo di sambuco dovrà essere diluito in 15-20 parti d’acqua. Ricordiamo, infatti, che lo zucchero proprio - come il sale - rappresenta un eccellente conservante per alimenti.

  1. Dopo 24 ore, lo sciroppo è pronto per essere filtrato: a tale scopo, si consiglia di posizionare uno scolapasta all’interno di una ciotola capiente. Rivestire lo scolapasta con un canovaccio pulito e, dopo aver rimosso i limoni, filtrare il liquido.

L’idea giusta
Non buttate i limoni! Il succo può infatti essere recuperato: l’ideale è versare il succo filtrato dei limoni negli appositi sacchettini per il ghiaccio. In questo modo, si potranno ottenere degli ottimi ghiaccetti per bibite rinfrescanti. In alternativa, suggerisco di spremere i limoni e di utilizzare il succo ottenuto per realizzare sorbetti golosi.

  1. Dopo aver filtrato lo sciroppo, è necessario imbottigliare accuratamente il liquido per un’ottimale conservazione. Con l'aiuto di un imbuto e di un mestolo, travasare lo sciroppo in bottiglie di vetro scuro (il vetro trasparente farebbe infatti passare la luce, con il rischio di degradare i principi attivi contenuti all’interno) e di chiuderle con il tappo a corona con l’apposito imbottigliatore. In questo modo, lo sciroppo si conserverà per 12-16 mesi e potrà essere riposto all’interno di un armadio. È possibile anche trasferire lo sciroppo nelle bottiglie in plastica con tappo a vite ma, in questo caso, il liquido si dovrà riporre il frigorifero e si conserverà solo per 30-60 giorni.

Bevanda rinfrescante, frizzante ed alcalinizzante
Chi desidera trasformare la bibita di sambuco in un drink frizzante ed alcalinizzante, può divertirsi con il bicarbonato di potassio (o con il bicarbonato di sodio) e con l’acido citrico. Dopo aver diluito lo sciroppo in acqua fresca, è possibile aggiungere mezzo cucchiaino di bicarbonato di potassio e mezzo cucchiaino di acido citrico in un bicchiere: la bibita si trasformerà in un ottimo drink.



Il commento di Alice - PersonalCooker

Il profumo di questo sciroppo è veramente eccezionale. Diluite 1 parte di sciroppo di sambuco in 15-20 parti di acqua fresca: sentirete che bibita rinfrescante! Ma se vi va, potete anche utilizzare lo sciroppo per bagnare le vostre torte prima di farcirle, oppure per aromatizzare gelati o macedonie! Provate anche la bibita con lo Sciroppo di Cedro (cedrata): una vera prelibatezza!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Lo Sciroppo di sambuco - bibita rinfrescante e sciroppo naturale contro la febbre - è una bevanda che apporta esclusivamente acqua, zuccheri semplici e molecole utili ma non energetiche. Una porzione di sciroppo di sambuco equivale e 20g circa per un totale di 40kcal; lo stesso apporto energetico corrisponde ad una porzione di bevanda rinfrescante a base di sciroppo di sambuco poiché, ai 20g di sciroppo puro, è necessario aggiungere 280ml di acqua fresca.



VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 188 Kcal

Carboidrati: 50.00 g

Proteine: 0.00 g

Grassi: 0.00 g

di cui saturi: 0.00g
di cui monoinsaturi: 0.00g
di cui polinsaturi: 0.00 g

Colesterolo: 0.00 mg

Fibre: 0.00 g



Commenti da Youtube

Ricette correlate