Uovo di pasqua - come prepararlo in casa

Siete pronti per una sfida? Oggi vorrei mettere alla prova pure me stessa e tentare di preparare in casa un bell'uovo di cioccolato: quest'anno, le sorprese dentro all'uovo si personalizzano… e per far questo l'unica soluzione è costruire da zero l'uovo di Pasqua. Pronti? Partiamo! Vediamo dosi e passaggi per preparare un uovo di cioccolato da 450 g.


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: abbastanza facile

PER QUANTE PERSONE: 10 persone

COSTO: medio

CALORIE PER 100 GRAMMI: 398,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 15 minuti per il temperaggio del cioccolato; 1 ora + 1 ora di raffreddamento; 10 minuti per la decorazione; 1 ora di raffreddamento

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta: Ricette Senza Glutine / Ricette Pasquali / Ricette per le Festività / Ricette per Vegetariani / Dolci e Dessert / Uovo di pasqua - come prepararlo in casa

Ingredienti

Per un uovo da 450 g

Per decorare

Materiale occorrente

  • 2 stampi per uovo di cioccolato da 450 g
  • Pentolini per il bagnomaria
  • Pennellino
  • Spatola e cucchiaio di legno
  • Carta da forno
  • Piastra da forno per unire i due gusci
  • Vassoio
  • Carta lucida per alimenti
  • Fiocchetti per avvolgere l'uovo
  • Sac à poche usa e getta
  • Coppetta di vetro come supporto per l'uovo
  • Guanti in lattice
  • Forbici

Preparazione

Prima di iniziare…
Per preparare un eccellente uovo di cioccolato è necessario sapere che cos’è il temperaggio. Si tratta di una pratica basata sulla variazione di temperatura di fusione del cioccolato che ci permette di ottenere un risultato ottimale: rispettando le variazioni di temperatura sottodescritte, si potrà ottenere così un cioccolato lucido, brillante, si spezzerà facilmente in bocca ma nel contempo che si scioglierà mordendolo (scopri anche come si preparano i cioccolatini ripieni ed i cestini di cioccolato con il metodo del temperaggio!).

  1. Per prima cosa iniziamo con il temperaggio del cioccolato. Considerando che i gusci sono due e che ogni metà uovo richiede una doppia pennellata di cioccolato, iniziamo fondendo a bagnomaria 280 g di cioccolato fondente, portandolo alla temperatura di 45°C. Raggiunta questa temperatura, immergere il pentolino nell’acqua fredda fino ad arrivare a 29°C. A questo punto aumentare nuovamente la temperatura di 2 °C (fino a 31°C), portando ancora il pentolino nell’acqua bollente.

Perché sciogliere 280g di cioccolato e non tutti i 450 g?
Perché ogni guscio richiede una doppia mano di cioccolato. Con la prima pennellata, ogni mezzo uovo avrà bisogno di 140 g di cioccolato; per la seconda mano, invece, saranno sufficienti 85 g di cioccolato per ogni guscio (140g+140g+85g+85g=450 g)

  1. Far colare il cioccolato fuso in ogni guscio, aiutandosi eventualmente con un pennellino. Rovesciare gli stampi su un vassoio foderato di carta da forno: in questo modo, il cioccolato in eccesso gocciolerà sulla carta, ricoprendo perfettamente eventuali punti lasciati “scoperti”.
  2. Mettere a solidificare i gusci in frigo per almeno un’oretta.
  3. Trascorsa un’ora, estrarre gli stampi dal frigo e ripetere la stessa operazione eseguita per temperare il rimanente cioccolato fondente (170 g totali). Far colare dunque il cioccolato negli stampi (già pennellati con la prima mano di cioccolato), capovolgere ancora i gusci sulla carta da forno e lasciar in frigo a solidificare un’altra oretta.

Attenzione!
Solamente con il doppio strato di cioccolato si riusciranno a staccare facilmente i gusci di cioccolato dagli stampi: una sola pennellata infatti non sarà sufficiente perché lo spessore del cioccolato sarebbe troppo sottile e il guscio si romperebbe.

  1. Nel frattempo, sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria e versarlo in una sac à poche usa e getta, nella quale verrà poi eseguito un piccolo foro con le forbici.
  2. Quando le uova di cioccolato saranno solide, esercitare una leggera pressione sullo stampo e staccare i gusci. Decorarli a piacere con cioccolato bianco, perline e fiorellini: per far aderire le decorazioni in rilievo, sarà sufficiente fare un punto con il cioccolato - che fungerà da collante - ed appoggiarvi il fiorellino o la perlina.
  3. Mettere a scaldare in forno una teglia larga e dalla superficie liscia: quando il forno sarà caldo, estrarre la piastra ed appoggiarvi i due gusci di cioccolato. Inserire velocemente una sorpresa a piacere in un guscio, e far combaciare le due metà: il cioccolato fonderà e i due gusci aderiranno perfettamente.
  4. Avvolgere l’uovo di cioccolato su una carta lucida per alimenti, decorarlo con qualche fiocchetto e conservare in un ambiente fresco.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Eccolo qui, con orgoglio vi presento il mio uovo di cioccolato: dopo un po' di fatica e di attesa per il consolidamento del cioccolato, abbiamo ottenuto un bellissimo uovo da regalare con affetto ai nostri cari. Non dimentichiamoci però il perché si è soliti scambiare le uova di Pasqua: l'uovo è simbolo del risveglio della Natura dopo il lungo e difficile inverno: che questo regalo possa dunque essere di buon auspicio per affrontare al meglio e con positività quello che la primavera ci sta riservando.

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Dal punto di vista nutrizionale, l'uovo di pasqua fatto in casa non differisce da quello acquistabile. Ovviamente, la scelta delle materie prime è determinante alla salubrità del prodotto, ma in ogni caso, si tratta di un alimento dolce e fortemente grasso da consumare a porzioni di 10-20g per volta.



VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 398 Kcal

Carboidrati: 59.80 g

Proteine: 5.50 g

Grassi: 16.80 g

di cui saturi: 10.90g
di cui monoinsaturi: 5.40g
di cui polinsaturi: 0.50 g

Colesterolo: 5.00 mg

Fibre: 6.40 g

Ricette correlate