Ultima modifica 16.09.2019
/5

Oggi ci dedicheremo alla realizzazione di una ricetta riservata ai palati più audaci: la salsa cren! Si tratta di una crema a base di radice di rafano (detto anche cren o barbaforte) ed aceto, che si distingue per il sapore incisivo e forte, così forte da far venire le lacrime agli occhi! Preparate i fazzoletti…vediamo di che si tratta.

Video della Ricetta

 Problemi con la riproduzione del video? Ricarica il video da youtube.

Carta di Identità della Ricetta

Categoria Ricetta: Preparazioni di Base / Ricette per Diabetici / Ricette Senza Glutine / Ricette dietetiche Light / Ricette per Vegetariani / Ricette Vegane / Salsa Cren

Ingredienti

Materiale Occorrente

  • Grattugia oppure frullatore elettrico
  • Vasetti di vetro con tappo a vite
  • Sbucciaverdure
  • Coltello
  • Ciotole

Preparazione

  1. Lavare e spazzolare la radice di rafano. Rimuovere la scorza con un coltello oppure con uno sbucciaverdure.
  2. Tagliare la radice a pezzetti, dunque riunirli in un frullatore. Tritare il rafano fino ad ottenere un composto a scaglie non troppo grosse.
  3. Mescolare il trito di rafano con un pizzico di sale ed un cucchiaino di zucchero.

Lo sapevi che…
Il sapore del rafano è molto forte, pungente, simile a quello della senape. Per ingentilirne il sapore, si consiglia di mescolare il trito ottenuto con dadini di pane raffermo oppure con pane grattugiato.
In alternativa, grattugiare la radice di rafano nell'acqua: così facendo, una buona parte dei principi attivi responsabili del sapore intenso vengono dispersi nell'acqua.

  1. Riempire i vasetti di vetro con la polpa di rafano grattugiata, dunque aggiungere tanto aceto di vino quanto basta fino a coprirne la superficie.
  2. Conservare in frigo. Si consiglia di attendere almeno un mese prima del consumo.

Curiosità
Per le sue proprietà balsamiche ed aromatiche, il rafano viene utilizzato in medicina popolare come rimedio contro bronchiti e difficoltà respiratorie.
La salsa cren è sconsigliata a chi soffre di ulcere gastriche e bruciore di stomaco.

Il commento di Alice - PersonalCooker

Ecco la salsa cren: come avete visto prepararla è facilissimo! Adesso si può conservare in frigo per alcuni mesi, ma aspettate almeno 30 giorni prima di mangiarla per degustare appieno il sapore. Ricordate che più a lungo lasciate riposare la salsa, più delicato sarà il sapore. Potete abbinarla a bolliti di carne, pinzimonio di verdure oppure anche ad arrosti di carne vegetale.

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

La Salsa Cren è un condimento poco calorico del quale, tuttavia, non è facile tradurre i nutrienti e l'energia; è comunque verosimile che non superi le 50kcal/100g.
Il cren dovrebbe avere una prevalenza calorica a cario dei glucidi semplici, una porzione abbondante di fibre e una quantità marginale degli altri nutrienti.
La Salsa Cren si presta a qualunque regime alimentare.
La porzione media è di pochi grammi.




Valori nutrizionali (100 g)

  • Carboidrati: 0.00 g
  • Proteine: 0.00 g
  • Grassi: 0.00 g
    • di cui saturi: 0.00g
    • di cui monoinsaturi: 0.00g
    • di cui polinsaturi: 0.00 g
  • Colesterolo: 0.00 mg
  • Fibre: 0.00 g
Foto Salsa Cren

Autore

Alice Mazzo

Alice Mazzo

Presentatrice di Ricette di Alice
Creatività e perseveranza, con un pizzico di follia: il mix d’ingredienti perfetto che definisce Alice, presentatrice del programma Ricette di Alice, su My-personaltrainerTV. Il suo cuore batte per la cucina salutistica: appassionata di alimentazione, la sua mission è trasmettere la passione per la cucina sana, trasformando bombe caloriche in bocconcini leggeri, senza rinunciare al gusto