Grappa al melograno

Frutto dai semi traslucidi, brillanti e dal colore scarlatto, il melograno vanta straordinarie proprietà, note fin dai tempi di Ippocrate e dimostrate con certezza negli anni a seguire. Dovete sapere che molte culture antiche greche, ebraiche, babilonesi e cristiane ritenevano il melograno un vero miracolo della natura, data la sua capacità di sopravvivere in ambienti ostili e semidesertici. E oggi metteremo a dura prova il melograno: lo mettiamo sotto spirito! Vediamo dunque come si comporta questo meraviglioso frutto tuffando i suoi semi nella grappa.


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: molto facile

PER QUANTE PERSONE: 10 persone

COSTO: medio

CALORIE PER 100 GRAMMI: 250,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 5 minuti per la preparazione; 7-10 giorni per la macerazione

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta: Sciroppi, Liquori e grappe / Grappa al melograno

Ingredienti

Materiale occorrente

  • 1 coltello per il melograno
  • Guanti in lattice per sgranare il melograno (facoltativo)
  • 1 bottiglia ermetica a collo largo
  • 1 caraffa
  • 1 cucchiaio di legno per mescolare
  • 1 foglio di carta alluminio
  • 1 bottiglietta in vetro con tappo
  • 1 colino

Preparazione

  1. Per prima cosa, tagliare un melograno di grosse dimensioni in due o più parti e rimuoverne i semi.

Consiglio della Personal-Cooker
Per evitare che il melograno sporchi mani e unghie, si consiglia di indossare dei guantini di lattice durante quest'operazione.

  1. In un barattolo ermetico a collo largo, versare la grappa, lo zucchero ed i semi di melograno; dunque mescolare delicatamente, cercando di non rompere o rovinare i semi.
  2. Chiudere il barattolo con il tappo ed avvolgere il tutto con un foglio di carta alluminio per evitare che i principi attivi del melograno vengano alterati dalla luce. Ricordiamo, infatti, che gli estratti vegetali temono la luce ed il calore.
  3. Conservare il liquido in un ambiente fresco ed asciutto, ricordando di girare delicatamente (non mescolare!) il contenitore una volta al giorno per permettere al solvente (grappa) di estrarre i principi attivi del melograno.
  4. Dopo 7-10 giorni, prima che i semi di melograno diventino scuri o marroncini, filtrare il liquido con un colino e travasarlo in una caraffa: la grappa avrà già assunto una gradevole cromia rosata. Travasare nuovamente in alcune bottigliette, possibilmente di vetro scuro.

Curiosità
Se i semi di melograno rimangono troppo tempo a macerare nella grappa, questi diventano marroncini e la grappa tende ad assumere una sfumatura poco gradevole alla vista. Per questa ragione, si raccomanda di non aspettare troppo tempo, e di rimuovere i semini prima che questi diventino scuri.



Il commento di Alice - PersonalCooker

La delicata sfumatura rosata di questo distillato è estremamente piacevole. E poi il gusto delicato e nel contempo appena dolciastro della grappa al melograno sarà indubbiamente un successo. Si raccomanda sempre di bere con moderazione e buon senso!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Contenuto in alcool: 32,6g - 41,2% Vol
La grappa al melograno è differente dalla grappa bianca; essa apporta una quantità energetica superiore indotta dalla maggior densità di carboidrati, mentre alcol e acqua risultano proporzionalmente inferiori. La grappa al melograno assorbe parzialmente i microelementi (soprattutto fenoli, polioli ecc.) del frutto ma, d'altro canto, alcuni di essi risentono pesantemente delle reazioni con l'etanolo contenuto ad alte percentuali.




VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 250 Kcal

Carboidrati: 5.70 g

Proteine: 0.00 g

Grassi: 0.00 g

di cui saturi: 0.00g
di cui monoinsaturi: 0.00g
di cui polinsaturi: 0.00 g

Colesterolo: 0.00 mg

Fibre: 0.00 g

Ricette correlate