Ultima modifica 26.02.2019
/5

Dopo la crema pasticcera e la crema catalana, come potevamo dimenticare la famosissima crema inglese?
Si tratta di una salsina dolce e vellutata che ben si presta ad accompagnare dolcetti, muffin e quant'altro. La preparazione? È molto semplice e rispecchia per certi versi quella della crema pasticcera: l'unica differenza consiste nell'assenza di farina e fecola.
Scopriamo insieme come si prepara.

Video della Ricetta

 Problemi con la riproduzione del video? Ricarica il video da youtube.

Carta di Identità della Ricetta

Categoria Ricetta: Dolci e Dessert / Ricette per Vegetariani / Ricette Internazionali / Ricette Senza Glutine / Crema Inglese

Ingredienti

Materiale Occorrente

  • Ciotola
  • Frustino
  • Casseruola
  • Bilancia
  • Ciotola con ghiaccio ed acqua
  • Termometro
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Sgusciare le uova e dividere gli albumi dai tuorli. Versare i tuorli in una ciotola, aggiungere lo zucchero e mescolare velocemente il tutto con l’aiuto di un frustino.

Lo sapevi che…
Diversamente dalla crema pasticcera, la crema inglese non richiede la lavorazione a schiuma dei tuorli con lo zucchero.

  1. Scaldare il latte in un pentolino ed aggiungere l’aroma alla vaniglia oppure i semi di un baccello di vaniglia o ancora mezzo bicchierino di rhum.
  2. Una volta caldo, aggiungere i tuorli con lo zucchero al latte aromatizzato e portare a cottura mescolando spesso con un frustino oppure con un cucchiaio di legno.

NOTA BENE
Attenzione alla cottura! Non essendoci amido, la crema tende ad impazzire perché le proteine del tuorlo coagulano facilmente con il calore. Nella crema pasticcera invece, la presenza di amidi - come la farina di riso o la maizena - previene la stracciatura delle uova.

  1. La crema è pronta quando ha raggiunto la cosiddetta “cottura alla rosa”, ovvero gli 82-84°C. Il termometro agevola indubbiamente la cottura; ad ogni modo, è possibile capire quando è necessario rimuovere la pentola dal fuoco attraverso l’osservazione: la crema è pronta quando inizia a nappare il cucchiaio di legno ovvero a rivestirlo con una patina di latte addensato.
  2. Quando la crema inglese ha raggiunto gli 82-84°C, rimuovere il pentolino dal fuoco e farlo raffreddare velocemente immergendolo in una ciotola contenente acqua e ghiaccio. Il raffreddamento rapido è importante per prevenire un’eventuale stracciatura delle uova: infatti, quando si rimuove la crema dal fuoco, la pentola è molto calda; pertanto, si corre il rischio che la temperatura della crema superi gli 85°C.

L’idea giusta
Per evitare di far impazzire la crema inglese, si consiglia di preferire un alcool (es. rhum) all'aroma alla vaniglia oppure di cuocere la crema a bagnomaria.

  1. La crema è pronta per essere servita ed è ideale per accompagnare muffin, strudel o torta di mele!

Il commento di Alice - PersonalCooker

La preparazione della crema inglese, come avete visto, è molto semplice. L'unico accorgimento da considerare è la cottura, che dev'essere dolce e non protratta a lungo. Insomma, in un batter d'occhio potrete ottenere una salsa delicata e vellutata a cui nessuno saprà resistere! E provatela tiepida!!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

La Crema Inglese è un preparazione di base per pasticceria. E' ricca di colesterolo e possiede un notevole apporto di zuccheri semplici e moderate quantità di proteine e grassi energetici. La porzione media di Crema Inglese varia in base alla preparazione finale per la quale è destinata.

Valori nutrizionali (100 g)

  • Calorie: 143 Kcal
  • Carboidrati: 22.10 g
  • Proteine: 4.50 g
  • Grassi: 4.70 g
    • di cui saturi: 2.00g
    • di cui monoinsaturi: 2.00g
    • di cui polinsaturi: 0.70 g
  • Colesterolo: 187.10 mg
  • Fibre: 0.00 g
Foto Crema Inglese

Autore

Alice Mazzo

Alice Mazzo

Presentatrice di Ricette di Alice
Creatività e perseveranza, con un pizzico di follia: il mix d’ingredienti perfetto che definisce Alice, presentatrice del programma Ricette di Alice, su My-personaltrainerTV. Il suo cuore batte per la cucina salutistica: appassionata di alimentazione, la sua mission è trasmettere la passione per la cucina sana, trasformando bombe caloriche in bocconcini leggeri, senza rinunciare al gusto