Ultima modifica 26.02.2019
/5

Se vi faccio vedere questo speciale caramellatore cosa vi viene in mente? Si tratta di una sorta di mini fiamma ossidrica ideale per creare crosticine croccanti ed invitanti sulla superficie dei cibi. Ma quali cibi in particolare? Il caramellatore è adatto per fiammeggiare la superficie della crema catalana, un dessert al cucchiaio caratteristico della Catalogna. Si può considerare una sorta di crema pasticcera, ma più soffice ed aromatica.

Video della Ricetta

 Problemi con la riproduzione del video? Ricarica il video da youtube.

Carta di Identità della Ricetta

Categoria Ricetta: Dolci e Dessert / Ricette per le Festività / Ricette per Vegetariani / Ricette Senza Glutine / Ricette Internazionali / Crema Catalana

Ingredienti

Per la crema catalana

Per caramellare

Materiale Occorrente

  • Fruste elettriche
  • Casseruola
  • Frustino manuale
  • Bilancino di precisione
  • Coppette monodose
  • Caramellatore

Preparazione

  1. Sgusciare le uova, dividere i tuorli dagli albumi. Versare i tuorli in un recipiente, unire lo zucchero semolato e lavorare il composto a crema.
  2. Nel frattempo, scaldare quasi tutto il latte, grattugiare la scorza di un limone biologico ed unire un pezzetto di cannella (oppure cannella in polvere per un aroma più intenso). Lasciar sobbollire.
  3. Quando il composto di tuorli e zucchero sarà diventato cremoso, unire il latte rimanente (100 ml circa) e l'amido di mais.
  4. Filtrare il latte caldo dagli aromi ed aggiungere il liquido caldo direttamente nel composto di uova.
  5. Riportare il tutto sul fuoco e cuocere (senza tuttavia far bollire la crema) fino a quando il composto sarà consistente, liscio e cremoso.
  6. Distribuire la crema catalana in 4 stampini monoporzioni e lasciar completamente raffreddare.
  7. Una volta raffreddata, cospargere la crema con zucchero di canna e caramellare la superficie con l'apposito cannello per dolci.

L'idea giusta
Chi non dispone del caramellatore, può comunque preparare questo dessert al cucchiaio. In tal caso, sarà sufficiente sistemare la crema catalana (cosparsa di zucchero di canna) nella parte alta del forno, sotto al grill, per 5 minuti o fino a quando la superficie si è caramellata.

  1. Una volta caramellata, la crema catalana dev'essere servita al momento, magari con una grattugiata di noce moscata.

Il commento di Alice - PersonalCooker

Eccovi la versione più moderna della tradizionale crème brulèe. E poi il caramellatore è un'ottima soluzione per ottenere una crema catalana dall'effetto bomba, senza necessità di accendere il forno!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

La Crema Catalana è un dessert al cucchiaio non eccessivamente energetico. Tuttavia, apporta una discreta porzione di colesterolo, il che la esclude dall'alimentazione dei soggetti affetti da ipercolesterolemia. Anche il contenuto di zuccheri semplici non è dei più bassi ed il suo consumo frequente altererebbe l'equilibrio nutrizionale dei regimi alimentari studiati contro il diabete mellito. La porzione media di Crema Catalana corrisponde a circa 70-90g (110-140kcal).



Valori nutrizionali (100 g)

  • Calorie: 154 Kcal
  • Carboidrati: 24.80 g
  • Proteine: 5.00 g
  • Grassi: 4.50 g
    • di cui saturi: 2.00g
    • di cui monoinsaturi: 1.90g
    • di cui polinsaturi: 0.60 g
  • Colesterolo: 167.60 mg
  • Fibre: 0.10 g
Foto Crema Catalana

Autore

Alice Mazzo

Alice Mazzo

Presentatrice di Ricette di Alice
Creatività e perseveranza, con un pizzico di follia: il mix d’ingredienti perfetto che definisce Alice, presentatrice del programma Ricette di Alice, su My-personaltrainerTV. Il suo cuore batte per la cucina salutistica: appassionata di alimentazione, la sua mission è trasmettere la passione per la cucina sana, trasformando bombe caloriche in bocconcini leggeri, senza rinunciare al gusto