Sintomi Reflusso gastroesofageo
Ultima modifica 06.11.2017

Articoli correlati: Reflusso gastroesofageo

Definizione

Il reflusso gastroesofageo è la risalita del contenuto acido dello stomaco nell'esofago (normalmente impedita da un anello muscolare che separa i due organi). Saltuari episodi di reflusso gastroesofageo sono molto comuni e si accompagnano a sintomi come bruciore di stomaco, acidità e rigurgito di contenuto gastrico, talvolta sino alla bocca. In alcuni casi tale situazione si complica, evolvendo nella cosiddetta malattia da reflusso gastroesofageo (GERD o MRGE), il cui sintomo principale è il bruciore retrosternale.
La risalita del succo gastrico determina l'infiammazione dell'esofago (esofagite). Ripetuti insulti acidi possono provocare, oltre ai sintomi sopraccitati, piccole lesioni (fino alla formazione di vere e proprie perforazioni - ulcere), restringimento (stenosi) del lume esofageo e, in alcuni casi, metaplasie e neoplasie. E' importante rivolgersi al proprio medico nel caso i sintomi sopraelencati si presentino con particolare frequenza, specie quando si associano a feci particolarmente scure e catramose.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Reflusso gastroesofageo

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.