Sintomi Morbo di Alzheimer
Ultima modifica 06.11.2017

Articoli correlati: Morbo di Alzheimer

Definizione

Il morbo di Alzheimer è la più comune causa di demenza progressiva (stato di deterioramento mentale che conduce ad una perdita graduale delle facoltà intellettuali tale da interferire con le comuni attività quotidiane). Nel morbo di Alzheimer, che tipicamente insorge verso la mezza età o più tardi, si instaura infatti un processo degenerativo che distrugge progressivamente le cellule cerebrali e che tutt'oggi non conosce cura.
Come anticipato, il morbo di Alzheimer è una malattia progressiva. Ciò significa che nei primi stadi del suo sviluppo i sintomi sono molto sfumati e tendono ad aggravarsi con il passare degli anni. L'esordio sintomatologico comprende generalmente frequenti perdite di memoria e confusione. L'amnesia causata dal morbo di Alzheimer porta l'individuo a ripetere gesti o cose fatte poche ore prima, a scordare continuamente impegni ed appuntamenti, fino a dimenticare i nomi dei famigliari, degli amici più cari e degli avvenimenti importanti del passato. Altri sintomi tipici sono la perdita del pensiero astratto e delle capacità di calcolo, lettura, scrittura, logica, giudizio e orientamento spazio-temporale (con difficoltà a riconoscere anche i luoghi familiari).

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Morbo di Alzheimer

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.