Sintomi Malattia mano-piede-e-bocca

Definizione

La malattia mano-piede-bocca è un'infezione virale contagiosa, tipica dei bambini. Si tratta di una malattia esantematica, caratterizzata da un'eruzione vescicolare a livello di cute e mucose.

La malattia mani-piedi-bocca può essere causata dal coxsackievirus A16 (CVA16; responsabile della maggior parte dei casi), dall'enterovirus 71 (EV71) o da altri enterovirus (es. poliovirus, coxsackievirus ed echovirus).

La malattia mano-piede-bocca è contagiosa: si trasmette per via oro-fecale o per contatto diretto con secrezioni nasali, fluidi, saliva o feci di una persona infetta, soprattutto dopo l'esordio dei sintomi.

La malattia mano-piede-bocca presenta la massima incidenza nei bambini entro i 10 anni di età; l'infezione nei soggetti adulti provoca sintomi più lievi.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Malattia mano-piede-e-bocca

Ulteriori indicazioni

La malattia mano-piede-bocca è caratterizzata da un esantema vescicolare su cute e mucosa orale, che si presenta dopo circa 3-7 giorni dall'esposizione all'agente virale (periodo di incubazione). A differenza della varicella o dell'herpes labiale, le lesioni sono più piccole e, di solito, non pruriginose. Inoltre, presentano colore, forma e dimensioni caratteristiche: le vescicole della malattia mano-piede-bocca hanno forma rotondeggiante, dimensioni di circa 2-5 mm e un tipico colore grigiastro. La febbre è frequente (38-39°C).

Dopo uno o due giorni dall'insorgenza della febbre, le vescicole si presentano su lingua, gengive, labbra, interno delle guance, tonsille e gola. Tali lesioni possono evolvere in piccole ulcere orali molto dolorose, le quali possono rendere difficile mangiare, bere e deglutire.

Entro uno o due giorni, può seguire la comparsa di un'eruzione cutanea localizzata in modo caratteristico su mani, piedi e, meno comunemente, su natiche, inguine e genitali. In queste sedi, l'esantema esordisce in forma di macchie rosse, non pruriginose, talvolta associate a vesciche cutanee dolorose; solitamente, queste lesioni sono benigne e di breve durata.

Altri sintomi comprendono tosse, mancanza di appetito, irritabilità e malessere generale.

In alcuni casi, la malattia mano-piede-bocca può causare vomito e dolore addominale, in particolare se causata dall'enterovirus 71. Questo virus, inoltre, può scatenare gravi manifestazioni neurologiche, come meningite, encefalite o paralisi. Il coxsackievirus A16, invece, si associa in genere ad una patologia autolimitante e lieve.

La diagnosi, solitamente, è posta sulla base della presentazione clinica; in caso di dubbio, può essere confermata prelevando ed analizzando un piccolo campione di pelle, un tampone faringeo o un campione fecale.

La malattia mano-piede-bocca è auto-limitante e, in genere, i sintomi regrediscono spontaneamente entro 7-10 giorni. La terapia prevede l'assunzione di molta acqua o la somministrazione di fluidi per via endovenosa per evitare la disidratazione. Spray, collutori e gel anestetici possono essere applicati localmente per alleviare il dolore delle ulcere del cavo orale. In alcuni casi, possono essere utilizzati farmaci per gestire la febbre ed alleviare il mal di gola.

Il rischio di infezione può essere ridotto praticando una buona igiene, come lavarsi le mani accuratamente, soprattutto dopo aver usato il bagno o aver manipolato pannolini, e prima di preparare il cibo.