Sintomi Ipermetropia

Definizione

L'ipermetropia è un difetto di rifrazione in cui il punto focale è posto dietro alla retina, perciò le immagini non vengono focalizzate su di essa. All'opposto della miopia, la visione da vicino risulta in genere più difficoltosa, a meno che non si faccia uno sforzo costante per mettere a fuoco. Ciò accade perché la cornea (o il cristallino) presenta un raggio di curvatura troppo grande e/o la lunghezza assiale è troppo breve (ossia il bulbo oculare è più corto del normale).

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Ipermetropia

Ulteriori indicazioni

L'ipermetropia determina una visione affaticante e non perfettamente nitida degli oggetti. Nei bambini e nei giovani adulti, tale difetto visivo può essere autocompensato, nel senso che può correggersi naturalmente grazie alla capacità di messa a fuoco (meccanismo di accomodazione). L'ipermetrope, entro certi limiti, è quindi in grado di vedere chiaramente e i sintomi potrebbero essere impercettibili o molto lievi. Con l'aumentare dell'età, però, il grado di accomodazione diminuisce, quindi sia gli oggetti posti a media distanza, che quelli lontani appaiono sfocati.

I sintomi associati all'ipermetropia variano dallo sforzo durante la lettura alla cefalea, fino a disturbi oculari irritativi (es. bruciore agli occhi).

Il difetto visivo può essere facilmente individuato grazie a una visita oculistica.

Per correggere l'ipermetropia, si usano lenti sferiche di potenza positiva (convesse), il cui effetto ottico fa convergere i raggi luminosi in un punto definito, riportando l'immagine a fuoco sulla retina. Anche la chirurgia è un'opzione disponibile per correggere tale difetto visivo.