Dolore anale - Cause e Sintomi

Definizione

Il dolore anale è un sintomo che riconosce diverse cause.

Se il dolore è discontinuo ed inizia durante o subito dopo la defecazione, una visita proctologica potrebbe evidenziare la presenza di una ragade anale. In questo caso, il dolore si manifesta sottoforma di fitte piuttosto intense; tipica, è anche la perdita di sangue sottoforma di tracce rosse nella carta igienica.

Nel caso il dolore anale sia costante e accompagnato dalla comparsa di un piccolo rigonfiamento in sede anale, potrebbe trattarsi di emorroidi.

Anche un ascesso perianale si manifesta con una tumefazione associata a dolore anale. In tal caso, però, il rigonfiamento è caldo ed estremamente dolente al tatto (le emorroidi, invece, salvo i casi più gravi e complicati, non sono particolarmente dolorose).

Quando il dolore anale si presenta senza motivo in forma di spasmo e dopo circa dieci minuti si risolve spontaneamente, potrebbe trattarsi di uno spasmo muscolare dello sfintere.

Cause meno frequenti di dolore anale possono essere le malattie infiammatorie intestinali (rettocolite ulcerosa o morbo di Crohn), le neoplasie anali, la sifilide e la coccigodinia.

In alcuni casi, il dolore anale cronico può essere idiopatico. Fattori che possono contribuire al problema sono una pregressa chirurgia anale e una defecazione difficoltosa.

Possibili Cause* di Dolore anale

* Il sintomo - Dolore anale - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Dolore anale può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.