Sintomi Cistopielite

Definizione

La cistopielite è un'infiammazione che interessa contemporaneamente la vescica ed il bacinetto renale. Questo processo flogistico può insorgere in modo acuto, come sindrome a sé stante, o rappresentare una complicanza di varie affezioni a carico dell'apparato urinario.

Nella maggior parte dei casi, la cistopielite è provocata da infezioni dovute ad agenti patogeni che sono soliti attaccare le vie urinarie (soprattutto Escherichia coli) e risalgono dall'uretra alla vescica. L'infezione del bacinetto può estendersi anche al rene (cistopielonefrite).

Nei pazienti debilitati, con malattie croniche o in terapia immunodepressiva, inoltre, è possibile che i microrganismi responsabili riescano a raggiungere la vescica per via ematogena.

I fattori di rischio che predispongono allo sviluppo della cistopielite comprendono anomalie urinarie, età anziana e pediatrica, presenza di ostruzione delle vie urinarie, rapporti sessuali frequenti, diabete, stati di immunodepressione e gravidanza. Negli uomini, la malattia può essere favorita anche da prostatite ed ipertrofia prostatica.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Cistopielite

Ulteriori indicazioni

L'esordio della patologia è solitamente rapido. La cistopielite è caratterizzata da un dolore gravativo continuo alla regione lombare, con irradiazione verso la regione inguinale, e da una sensazione di peso al basso ventre, spesso associati a disuria, urgenza minzionale e pollachiuria.

Durante il decorso della malattia, si manifestano altri sintomi, quali febbre con brividi e sudorazione, senso generale di prostrazione ed emissione di pus, elementi di sfaldamento e/o batteri con le urine (batteriuria e/o piuria). In funzione della gravità dell'infezione, è possibile che siano presenti anoressia, nausea e vomito.

Se trascurata, la cistopielite può comportare gravi ripercussioni per estensione dell'infiammazione al parenchima renale (pielonefrite).


Cistopielite

La terapia prevede la somministrazione di antibiotici specifici, la cui scelta viene guidata dai risultati della coltura batterica delle urine e del sangue. Oltre a questi farmaci, possono essere indicati il riposo assoluto e l'impiego di antispastici ed analgesici.