Alterata visione dei colori - Cause e Sintomi

Definizione

La discromatopsia è un'alterata percezione dei colori. Quest'alterazione visiva è associata ad un'anomalia funzionale di alcune cellule specializzate della retina, chiamate coni. Quando uno o più tipi di coni sono difettosi, la percezione e la discriminazione dei colori risulta alterata.

I soggetti con discromatopsia hanno una visione bicromatica (vedono solo due colori), poiché non riescono a percepire rispettivamente la luce blu, verde o rosso-gialla. In particolare, le discromatopsie si dividono in cecità e parziale percezione per i colori fondamentali:

  • protanopia e protanomalia (rispettivamente, cecità e scarsa sensibilità per il rosso);
  • deuteranopia e deuteranomalia (verde);
  • tritanopia e tritanomalia (blu).

Nell'acromatopsia, invece, il soggetto non ha alcuna percezione dei colori, quindi vede "in bianco e nero".

Un'alterata percezione per un determinato colore può essere congenita o secondaria ad altre patologie. Una particolare forma discromatopsia di natura ereditaria è il daltonismo. Le forme acquisite, invece, sono spesso un sintomo di una lesione a carico delle vie ottiche, della coroide, della macula o della retina. La discromatopsia, ad esempio, può comparire in caso di una retinopatia, di una neuropatia o di un ictus che ha colpito i centri visivi.

I disturbi dipendono dalla localizzazione della lesione: un danno al nervo ottico tende ad influenzare la visione del rosso e del verde; se la lesione interessa la retina, invece, è compromessa soprattutto la percezione del blu e del giallo.

Possibili Cause* di Alterata visione dei colori

* Il sintomo - Alterata visione dei colori - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Alterata visione dei colori può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.