Amasake - Amazake

L'amasake o amazake è una bevanda dolce tradizionale giapponese spesso utilizzata come ingrediente dolcificante.
Si tratta di un liquido ottenuto dalla fermentazione del riso per mezzo dello stesso ceppo micotico impiegato nel miso, nella salsa di soia e nel sake (Aspergillus oryzae).
L'amazake risale a periodo Kofun ed è citato nella Nihon Shoki (scritture riferite al periodo antecedente l'VIII secolo).
Alcune ricette di amasake sono vecchie di centinaia di anni. A grandi linee, è necessario aggiungere il Koji (lievito) al riso integrale cotto e raffreddato per consentire agli enzimi micotici di idrolizzare i glucidi complessi; con questo sistema, il potere edulcorante è ricavato in maniera del tutto naturale. Un'altra ricetta popolare invece, suggerisce di mescolare le fecce ricavate dalla fermentazione del sake all'acqua, ma spesso è anche necessario aggiungere dello zucchero (oltre a poco zenzero grattugiato); questa versione è tutt'ora molto diffusa a livello di fast-food ambulante.
L'amazake può essere consumato come dessert, merenda, dolcificante, alimento per l'infanzia (opinabile), condimento per l'insalata e ingrediente per frullati. Dal secolo scorso, ne sono disponibili alcune versioni “istantanee”. Molti credono che l'amazake sia parecchio nutriente; in Giappone, si tramanda ancora che sia una cura formidabile contro i sintomi da sbornia. E' disponibile anche in Europa e America, ma si tratta di un prodotto reperibile soprattutto nei mesi invernali e prevalentemente nei negozi di alimentazione etnica o naturista.
Alcune bevande simili includono il Juniang cinese, Il Sikhye coreano e il C?m r??u vietnamita. Le versioni occidentali dell'amazake sono: la mostarda siciliana, i sugali (simili alla precedente), o ancor meglio il mosto solo inizialmente fermentato.

Immagini simili