Zoonosi: che cosa si intende per vettori?

I vettori sono organismi in grado di trasmettere agenti patogeni da un animale infetto all'uomo o ad un altro animale.

Nella maggior parte dei casi, sono coinvolti artropodi, come zanzare, flebotomi (pappataci), zecche, pulci, cimici triatomine e mosche. Molti di questi vettori sono insetti ematofagi, i quali ingeriscono il microrganismo responsabile di una determinata zoonosi quando si nutrono del sangue di un animale o uomo infetto, per poi inocularlo in un nuovo ospite al pasto ematico successivo.

Tra le malattie trasmesse da vettori rientrano la malattia di Lyme, la tripanosomiasi africana, la schistosomiasi, la malattia di Chagas, la chikungunya, l'infezione da virus West Nile la febbre gialla, la malaria, la dengue, la leishmaniosi, l'encefalite giapponese e l'oncocercosi. Per lo più, si tratta malattie endemiche nelle aree tropicali e sub-tropicali, ma alcune sono emergenti o stabilmente presenti anche nei Paesi a clima temperato.

Immagini simili