Trapianto di rene: infezioni e altre complicazioni

Chi presenta un'insufficienza renale all'ultimo stadio è il candidato ideale per un trapianto di rene.
Il trapianto di rene, o trapianto renale, è quella delicata operazione chirurgica con cui si provvede alla sostituzione di uno dei due reni originari con un altro sano, donato da un individuo compatibile.

Nella maggior parte dei casi, i donatori sono soggetti deceduti da poco; tuttavia, esiste anche la possibilità di prelevare un rene da un soggetto vivente consenziente.
Di solito, i donatori viventi sono familiari diretti, ma potrebbero essere anche volontari del tutto estranei al ricevente.

Una complicazione molto temuta in caso di trapianto di rene (e non solo) è la comparsa di infezioni. Queste tendono a insorgere a causa dei farmaci soppressori del sistema immunitario (immunosoppressori), che un individuo trapiantato deve assumere contro il possibile rigetto dell'organo (terapia antirigetto).
 
In altre parole, dopo il trapianto è fondamentale ridurre le difese immunitario, per evitare il rigetto, ma ciò comporta una maggiore esposizione ad agenti infettivi (virus, batteri, funghi ecc) e altre sostanze nocive, presenti nell'ambiente esterno.

Di solito, le infezioni interessano:

I principali responsabili sono i batteri (46% dei casi); seguono i virus (41% dei casi), i funghi (13% dei casi) e i protozoi (1% dei casi).

Per quanto concerne le infezioni virali, queste sono sostenute da:

Le infezioni sono responsabili di 1/3 delle morti dei trapiantati renali; il 50% di questi decessi è dovuto a polmonite.

ALTRE COMPLICAZIONI

La principale complicanza che può insorgere dopo un trapianto di rene (e come dopo il trapianto di un qualsiasi organo) è il rigetto del "nuovo" organo.

Assieme a questo inconveniente e alle sopradescritte infezioni, tra le possibili complicazioni si ricordano anche: la malattia linfoproliferativa post-trapianto, squilibri elettrolitici di varia natura con interessamento del calcio e del fosfato, infiammazioni intestinali, ulcere gastriche e dell'esofago, irsutismo, perdita di capelli, obesità, diabete mellito di tipo 2 ecc.

Immagini simili