Rischi e complicazioni del trapianto di intestino tenue

Il trapianto d'intestino tenue (o del piccolo intestino) è l'operazione chirurgica finalizzata alla sostituzione di un tratto d'intestino tenue gravemente malato e non più funzionale con un altro simile sano, proveniente da un donatore compatibile.

Eseguito in anestesia generale e della durata complessiva di 8-10 ore, il trapianto d'intestino tenue è una procedura molto delicata e per nulla esente da complicazioni.
Infatti, tra i possibili rischi, si segnalano:

  • L'insorgenza di problemi cardiaci o respiratori durante la procedura. È una possibile conseguenza di tutte le operazioni in anestesia generale.
  • La formazione di trombi o emboli. Anche in questo caso si tratta di un pericolo che può verificarsi durante l'intervento.
  • Infezioni a livello delle incisioni chirurgiche sull'addome.
  • L'insorgenza della cosiddetta malattia linfoproliferativa post-trapianto. È dovuta al virus di Epstein-Barr.
  • Rigetto del tratto d'intestino tenue trapiantato. È una possibile complicanza di tutti gli interventi di trapianto ed è forse uno dei pericoli più temuti e più frequenti. A provocare il rigetto è il sistema immunitario del paziente, il quale, accorgendosi che l'organo trapiantato è un qualcosa di estraneo, lo aggredisce come fosse una minaccia.
    Pertanto, il rigetto è una reazione alquanto normale, che può essere più o meno intensa a seconda del grado di compatibilità dell'organo impiantato.

COME RIDURRE LA POSSIBILITÀ DI RIGETTO?
Per ridurre il rischio di rigetto, tutti i pazienti trapiantati (a prescindere dall'organo interessato) devono cominciare una cura a base di farmaci immunosoppressori, ovvero medicinali che riducono le difese del sistema immunitario.

La cura deve iniziare subito dopo l'intervento e può durare anche per tutta la vita, perché il pericolo rigetto è sempre presente.

L'inconveniente di assumere costantemente farmaci immunosoppressori è rappresentato dal fatto che aumenta il rischio di sviluppare infezioni croniche, problemi renali e neoplasie di vario genere.

Immagini simili