Tessuto adiposo beige

Dal punto di vista cromatico e metabolico, il cosiddetto tessuto adiposo beige (marrone chiaro) si trova più o meno a metà strada tra il tessuto adiposo bianco (WAT) e il tessuto adiposo bruno (BAT).

Ricordiamo brevemente che il tessuto adiposo bianco (o giallo) è coinvolto nello stoccaggio di lipidi come riserva energetica, mentre il tessuto adiposo bruno (assai più raro nell'uomo) brucia i grassi per produrre calore. Per questo motivo, la possibilità di stimolare il tessuto adiposo bruno rappresenta una potenziale soluzione al problema del sovrappeso e dell'obesità, ma anche a quello del diabete di tipo 2 e della sindrome metabolica

La differenza di colore tra i due tipi di tessuto adiposo dipende dalla diversa concentrazione di mitocondri e di vasi sanguigni, molto più abbondanti nel bruno rispetto al bianco.

Recentemente, accanto a queste due classiche tipologie di tessuto adiposo ne è emersa una terza, rappresentata per l'appunto dal tessuto adiposo beige. Quest'ultimo si trova disperso tra gli adipociti bianchi, ai quali assomiglia per la bassa concentrazione della proteina mitocondriale UCP1 (responsabile della conversione dei lipidi in energia termica); tuttavia, al pari di quello bruno, il tessuto adiposo beige risponde all'azione di stimolo dell'AMP ciclico aumentando l'attività dell'UCP1 e la respirazione mitocondriale. Si tratta quindi di un tessuto adiposo facilmente adattabile alla dissipazione energetica.

Il tessuto adiposo beige si concentra sopratutto a livello sopraclavicolare.

Le cellule del tessuto adiposo beige hanno un'espressione genica differente rispetto agli altri due tipi di tessuto adiposo e sono preferenzialmente sensibili all'ormone polipeptidico irisina. Similmente a quelle brune, la loro attività è stimolata dal freddo, dalla stimolazione simpatica e dai peptidi natriuretici; la differenze principale tra i due tipi di tessuto adiposo (bruno e beige) risiede nel fatto che il primo è ricco di UCP-1 già in condizioni basali, mentre il secondo si arricchisce di questa proteina soltanto in risposta a determinati stimoli.

Immagini simili