Il ciclo di vita della pulce

Le pulci possono costituire un problema per il cane o il gatto durante tutto l'anno, considerato che gli ambienti domestici riscaldati rappresentano per questi parassiti un habitat ideale nei mesi invernali; tuttavia, la "stagione delle pulci" andrebbe tipicamente dall'inizio della primavera alla fine dell'estate.

Il ciclo di vita del parassita dura in media 2-3 settimane; le pulci adulte vivono e si accoppiano sull'ospite senza mai abbandonarlo, salvo i casi in cui siano costrette. Si riproducono molto velocemente: in un giorno, una singola pulce femmina può deporre fino a 50 uova, per diverse settimane.

Le uova, bianche o ovalari, vengono deposte sul mantello dell'animale dove permangono per diverse ore, prima di cadere a terra in varie parti della casa o nell'ambiente. In condizioni climatiche di caldo e umido, le uova si schiudono in 2-5 giorni, liberando larve delle dimensioni di pochi millimetri.

Le larve vanno attivamente alla ricerca dell'umidità, evitano la luce solare diretta e si nutrono di detriti organici dell'ambiente come feci prodotte dalle pulci adulte, residui alimentari e frammenti di pelle o pelo. Le larve sono allungate, prive di zampe e di colore biancastro. Entro un periodo che varia da qualche giorno qualche mese, ogni larva produce un bozzolo, la pupa entro cui si trasforma in adulto in circa 10 giorni.

Quando le condizioni ambientali sono ottimali, inclusa la disponibilità di ospiti felini o canini, l'insetto adulto emerge dalla pupa. L'intero ciclo di sviluppo può completarsi in tre settimane, anche se gli adulti completamente formati possono sopravvivere all'interno del bozzolo per molti mesi. Questi adulti "latenti" rappresentano una grossa riserva di parassiti nell'ambiente, pronti ad infestare all'improvviso un ospite di passaggio e iniziare nuovamente il ciclo vitale.

Immagini simili