Polpette Bitterballen

Bitterballen, il sostantivo plurale di bitterbal, è il nome di una ricetta olandese a base di carne.

Questa, molto simile alla formula delle nostre polpette, è solitamente costituita da: carne bovina (macinata o tritata), brodo di carne, burro, farina di frumento, prezzemolo, sale e pepe.

La maggior parte delle ricette per le bitterballen prevede l'aggiunta di noce moscata e ne esistono diverse varianti che includono il curry o le verdure tritate; tra queste ultime, le più utilizzate sono certamente le carote.

Gli ingredienti vengono miscelati e cotti, dopo di ché si collocano in frigorifero per riposare. Una volta compatto, l'impasto viene preformato in palline con un diametro di circa 3-4 cm, successivamente impanate con uovo e pangrattato prima d'essere fritte.

Le bitterballen vengono generalmente servite con un ramekin o una piccola ciotola di senape.

Si mangiano in Suriname, nelle Antille olandesi, nei Paesi Bassi, in Belgio e meno frequentemente in Indonesia. Nello Sri Lanka vengono prodotte delle polpette molto simili ma col pesce invece della carne.

Per gli ingredienti, la modalità di preparazione e il tipo di cottura, le bitterballen sono molto simili alle ben note Kroketten (plurale di kroket), nonostante queste ultime siano più lunghe ed abbiano una distinta forma a salsicciotto, con un diametro simile.

La bitterbal prende il nome dalla parola generica che indica alcuni tipi di bevande alcoliche alle erbe, chiamate in olandese “bitters” (amari). Le bitterballen vengono servite nei pub ed ai buffet per il così detto “bittergarnituur”, ovvero una selezione di snack salati che accompagnano le bevande; in altre parole, l'equivalente dell'aperitivo o dell'appetizer italiano.

Immagini simili