Precauzioni al Pilates: Cialtroni ed Infortuni

Di per sé, il Pilates NON rappresenta un'attività eccessivamente pericolosa anche se, sfruttando certi movimenti ai limiti delle escursioni articolari, non può nemmeno essere definita totalmente innocua! Va poi specificato che, oltre alla disciplina stessa, esistono molte altre variabili responsabili dell'aumento o della diminuzione dei rischi legati al Pilates stesso; una di queste è certamente legata al tipo di istruttore che lo insegna.
Oltre alla “bravura” soggettiva, sulla quale ahimè non è possibile intervenire, è anche piuttosto importante accertarsi che il trainer in questione sia qualificato, ovvero che abbia seguito il debito percorso formativo. Potrà sembrare una banalità, ma non lo è per niente!
Infatti, negli USA, il termine Pilates è entrato nel linguaggio libero, ovvero privo di limitazioni. Ciò è stato decretato nell'ottobre dell'anno 2000 da una Corte Federale che ha definito il sostantivo in questione “generico e gratuito, per uso illimitato”. Di conseguenza, chiunque negli Stati Uniti, addestrato o principiante, è libero di offrire l'insegnamento professionale o dilettantistico del Pilates al pubblico. Probabilmente l'ideatore della disciplina (Joseph Pilates: 9 dicembre 1883 - 9 ottobre 1967), che ha dedicato al Pilate gli studi di una vita intera… tutto si aspettava tranne una fregatura simile! Quale sarebbe il rischio di appoggiarsi ad un istruttore incompetente nell'esercizio del Pilates? Partiamo dal presupposto che questo genere di allenamento si basa sul principio della sicurezza, motivo per il quale (a quanto dicono i praticanti), non dovrebbe essere necessaria alcuna precauzione. I protocolli di Pilates che ogni istruttore dovrebbe conoscere (poiché modificati e sviluppati nel corso della storia) ed una continua verifica delle condizioni di salute degli utenti, rappresenterebbero una garanzia di sicurezza ANCHE per i soggetti precari come: allettati, infortunati, bambini, donne gravide, donne post parto, osteoporotici, affetti da artriti e artrosi ecc.