Ortica e Coltivazione

Oltre a migliorare la popolazione degli insetti benefici, la presenza delle ortiche nell'orto vanta molte altre funzioni auspicabili.

La crescita delle ortiche è un indicatore parecchio significativo dell'elevata fertilità del terreno, soprattutto di fosforo e nitrati.

Le ortiche contengono molto azoto e quindi sono utilizzate come un ingrediente del compost (a livello casalingo) o come fertilizzante liquido che, nonostante sia povero di fosfati, è comunque una buona fonte di magnesio, zolfo e ferro.

Le ortiche rientrano anche tra le poche piante che tollerano, anzi prosperano, sui terreni ricchi di pollina (che, se in eccesso, impedisce lo sviluppo della flora).

Recenti esperimenti hanno dimostrato che le ortiche rappresentano una flora benefica per le altre cultivar grazie al loro impatto positivo sulla micro e macro fauna dell'orto.

D'altro canto, l'ortica può divenire un'erba infestante e la sua falciatura può aumentarne drasticamente la popolazione. La lavorazione regolare e persistente del terreno (zappettatura) può ridurre notevolmente in numero degli esemplari di ortica; allo stesso modo, l'uso di erbicidi come il 2,4-D ed il glifosato rappresenta una misura di controllo efficace per la sua estensione.

Immagini simili