Cosa provoca la malaria?

Nell'uomo, la malaria è provocata, da quattro tipi di plasmodi: Plasmodium falciparum, P. vivax, P. malariae e P. ovale. Questi parassiti monocellulari sono veicolati all'uomo da alcune specie di zanzare appartenenti al genere Anopheles: se l'insetto è infettato dal plasmodio, pungendo l'uomo, rappresenta il vettore di contagio.

Dal punto di vista ecologico ed evolutivo, quindi, la malaria è legata alla presenza d'acqua; affinché la zanzara vettrice si possa riprodurre e sopravvivere nell'ambiente, però, la temperatura non deve scendere sotto i 18° C. Ciò spiega anche la variazione stagionale che si osservava in certe zone del Pianeta, dove l'infezione è prevalente nei periodi caldi (grazie alla maggiore efficienza del ciclo), mentre in inverno è rara.

Il Plasmodium falciparum è il principale tipo di malaria ed è la causa dei decessi provocati dalla malattia.

Immagini simili