Usi Alternativi dei Limoni

I limoni hanno costituito per molti anni la fonte commerciale primaria di acido citrico; ciò avveniva prima dello sviluppo tecnologico dei processi basati sulla fermentazione.

Il succo di limone può essere utilizzato per la pulizia delle superfici e della pelle grassa.

Mezzo limone immerso nel sale o nel bicarbonato viene impiegato per lucidare il metallo, più precisamente il rame. Ciò avviene grazie all'azione corrosiva dell'acido che dissolve l'opacizzazione dei graffi e delle abrasioni che si manifestano durante il processo di pulizia.

Per la sanificazione delle cucine, il succo di limone svolge un ruolo polivalente; deodora, sgrassa, rimuove le macchie della candeggina e disinfetta.

Mescolato con bicarbonato di sodio, il succo di limone aiuta a rimuovere le macchie dei contenitori alimentari in plastica.

Anche l'olio della buccia di limone viene utilizzato in molte applicazioni differenti. Ad esempio, come detergente per il legno smaltato (quello dei mobili); infatti, l'olio di buccia di limone ha un discreto potere solvente che facilita la rimozione della cera vecchia superficiale, delle impronte digitali e sporcizia in genere. L'olio di limone e l'olio di arancio sono impiegati anche come un trattamento insetticida NON tossico.

Mezzo limone viene impiegato come umidificatore per le dita, soprattutto dal personale d'ufficio che maneggia continuamente fogli di carta.

L'olio di limone è frequentemente usato nell'aromaterapia. Questo non influenza il sistema immunitario dell'essere umano ma può migliorare lo stato dell'umore.

Il pH acido del succo di limone lo rende antibatterico e, tal scopo, in India rientra nei rimedi della medicina tradizionale Ayurveda.

Il succo di limone è talvolta usato come acido negli esperimenti scientifici didattici. Inoltre, può essere utilizzato come un semplice inchiostro invisibile, messo in evidenza dal calore.

Immagini simili