Lenticchie nella Cultura Popolare

Le lenticchie sono legumi di forma tipicamente biconvessa. In inglese vengono dette “lentils”, mentre il nome latino è “lens”. Questa radice etimologica risiede proprio nel fatto che grazie alla loro forma risultano molto simili ad una lente ottica.

Nella tradizione ebraica del lutto, le lenticchie accompagnate a uova sode rappresentano un cibo tradizionale, in quanto la loro forma circolare simboleggia il ciclo vitale di una persona (dalla nascita alla morte).

Le lenticchie erano il capostipite della dieta degli antichi iraniani, che le consumavano quotidianamente sotto forma di uno stufato con riso.

Oggi sono impiegate comunemente in Etiopia, dove si prepara una ricetta molto simile detta “kik” o “kik wot”; questa rappresenta uno dei piatti nazionali più consumati, soprattutto in accompagnamento al così detto pane “injera”. Sempre in Etiopia, le lenticchie gialle vengono cucinate sotto forma di stufato non piccante da utilizzare come primo cibo solido nel divezzamento.

Nel subcontinente indiano, il “dhal” (o “curry di lenticchie”) viene mangiato quotidianamente assieme a riso e “roti” (pane non lievitato). Qui, le lenticchie bollite e quelle in scatola sono comunemente utilizzate come ingrediente principale di molti curry vegetariani e come ripieno del “Dal Parathas & Puris”. Vengono anche impiegate in molti dolci regionali e sono considerate tra i migliori alimenti della dieta asiatica, in quanto conservano più degli altri legumi le proprie caratteristiche nutrizionali.

In Italia ed in Ungheria, mangiare le lenticchie a Capodanno simboleggia la speranza di prosperità per l'anno avvenire, probabilmente in merito alla loro forma circolare simile ad una moneta.

Immagini simili